L'esclusiva è tutta un'altra storia

Avevamo incontrato alcuni editori prima di Torino, con molti altri ci siamo trovati lì. Chi siete? Cosa fate? Cosa offrite? Quanto chiedete? e l'esclusiva.....?

Sì, noi lavoriamo senza esclusiva e forse qualcuno sta cominciando a capire il perchè. Lavoriamo per gli editori.

Non c'è stato giorno in cui, a proposito di digitale, non abbiamo sentito parlare di disntermediazione. Cavallero, a Torino, ha ricordato che un editore "quando si affaccia al digitale, o stabilisce una relazione nuova e diretta con i propri lettori, oppure salta". Noi condividiamo e interpretiamo nel senso che la catena editore-distributore-retail si accorcia, le competenze si sovrappongono; siamo felici che gli editori chiedano una relazione diretta con i lettori: vorremmo che BookRepublic diventasse il luogo dove questo è possibile.

Allora capite che proteggere un anello della catena con un'esclusiva, quando si parla di digitale non ha senso.

Siamo convinti, infine, che nessuno abbia una vera storia da vendere, un'esperienza da proteggere con un'esclusiva; a meno che per storia non si intenda la gestione del libro cartaceo, sia esso venduto online. Noi crediamo che sia tutta un'altra storia.

Commenti

Nessun commento.

Solo gli utenti registrati a Bookrepublic possono scrivere recensioni agli ebook.
Effettua il login o registrati!