Work in progress

A pag. 51 del Corriere della Sera di oggi si parla di noi (l'articolo lo potete leggere qui). Facciamo il punto della situazione.

Per metà luglio il nostro store online sarà pronto e, finalmente, diverse centinaia di titoli dei nostri editori saranno disponibili in formato epub (il che, tradotto, significa: i libri dei nostri editori si potranno leggere su iPad e qualunque lettore ebook).

Nel mentre stiamo lavorando al cuore di Bookrepublic, il motore Exlibris che permetterà ai nostri editori di accedere al proprio catalogo e alle principali librerie online di acquistare e vendere direttamente i nostri titoli. Come avevamo già annunciato, stiamo realizzando un servizio di statistiche trasparenti e aggiornato in tempo reale che consenta a tutti di conoscere l'andamento dei propri titoli. Inoltre, grazie all'applicazione di un watermark, ogni libro sarà personalizzato con un vero e proprio exlibris.

Con Apple prosegue il rapporto di collaborazione. L'obiettivo è essere immediatamente presenti su iBookstore appena sarà lanciato in Italia. Nel mentre potremo distribuire sugli store internazionali già presenti: Usa, Uk, Germania e Francia. E per non farci mancare nulla, stiamo già ipotizzando un'applicazione iPhone/iPad che integri una serie di nuove funzioni per accedere al catalogo dei libri.

E ancora: il nostro interesse è formare i nostri editori nella realizzazione dei propri epub. Per questo motivo la nostra Letizia sta girando per Milano, Roma, Torino - e chissà dove ancora - per confrontarsi con loro. La chiave è questa: realizzare gli ebook per bene, con la stessa cura che, fino ad oggi, i nostri editori hanno messo nella realizzazione di un libro di carta.

Insomma, davvero un sacco di cose da fare. Stay tuned!

Commenti

4 commenti per "Work in progress"
  • @, 27/06/2010 22:55

    DRM non significa necessariamente avere delle catene, la sigla è molto più innocua della deriva che ha preso il suo significato: "gestione dei diritti digitali". Ogni editore dovrebbe averne una. Noi abbiamo chiesto agli editori di rinunciare a sistemi di protezione dei diritti che blocchino l'uso del file e ne limitino in maniera artificiale la circolazione, lettura e trasportabilità, Optando per quello che viene definito "social drm", l'inserimento nel file di alcune personalizzazioni che legano il libro al lettore. Lo abbiamo chiamato Exlibris, perché ricorda gli exlibris ante litteram.
  • @, 27/06/2010 22:32

    "I libri dei nostri editori si potranno leggere su iPad e qualunque lettore ebook." Questo significa che saranno liberi dalle catene del DRM?
  • @, 25/06/2010 23:44

    è possibile partecipare a questa iniziativa commerciale anche come autore ? nel senso che posso auto produrre una mia opera in formato epub, e voi vi occupate della distribuzione attraverso i canali, nazionali e non, indicati in questo articolo ? Grazie, Daniele
  • @, 25/06/2010 17:52

    [...] This post was mentioned on Twitter by Matteo Scurati and Livia Blasi, bookrepublic. bookrepublic said: Work in progress! http://blog.bookrepublic.it/2010/06/work-in-progress/ [...]

Solo gli utenti registrati a Bookrepublic possono scrivere recensioni agli ebook.
Effettua il login o registrati!