Il #PrimoEbook del team di Bookrepublic: e il vostro, qual è stato?

PrimoEbookSapete che Bookrepublic ha compiuto tre anni? Eh sì, perché quando è stata fondata da Marco F e Marco G era il 2010, pochissimi in Italia sapevano che cosa fosse un ebook e ancora meno persone ne avevano già letto uno.

E voi, quando siete diventati lettori digitali? Qual è il titolo del libro che vi ha portato per la prima volta a sfogliare pagine digitali?

Matteo S, lo store manager di Bookrepublic, dopo dieci anni di onorato servizio nelle librerie Feltrinelli nel ruolo di libraio in carne e ossa (mica pensavate che i librai digitali fossero fatti di bit, vero?), ha letto il suo primo ebook nel 2010: The Google Way di Bernard Girard. Aveva già una vocazione digitale, evidentemente.

Daria, quella che parla di sé in terza persona, e Matteo B, che si occupa delle relazioni commerciali con gli editori, hanno in comune lo stesso primo ebook: Che fine faranno i libri? di Francesco Cataluccio. Letture sintomatiche anche le loro.

Valentina V., la nostra redattrice super tecnologica - lei gli ebook li fa proprio - ha letto in ebook per la prima volta Alice's Adventures in Wonderland: «È stata una rilettura finalizzata alla ricerca: letto, smontato, riassemblato. E da lì non ho più smesso».

Viola, editor di 40k, ci racconta che il suo primo ebook è stato I miserabili di Victor Hugo: «Sul comodino da anni e anni, l'idea di trascinarmi in giro l'ennesimo mattone mi aveva sempre fatto rimandare. Comprato l'iPad, tac!».

A proposito di 40k, Titta, l'umano che si nasconde dietro alla nostra piattaforma di distribuzione Ex Libris, ha letto Il vicino responsabile di Appel: «Ho iniziato a leggerlo perché era breve e leggero, un formato adatto ai pendolari».

Ma la storia più bella è quella che ci racconta Marco G. La sua prima volta con gli ebook? 1999. Era l'editore di Hops, casa editrice appena fondata che raccoglieva le sue due passioni principali: i libri e la tecnologia. Il primo libro del piano editoriale era Web marketing per le piccole, medie imprese di Elena Antognazza e Pepe Moder (Sì, il link viene da Web Archive...).

Nel 1999 in Italia un libro del genere era fantascienza, ma tutti quelli che già lavoravano in rete lo bramavano ardentemente, tanto che le copie stampate per la prima tiratura andarono presto a ruba. Tra la prima e la seconda ristampa, la domanda era ancora altissima e in molti scrivevano a Hops per avere informazioni su come reperire al più presto il libro.

Marco G. - nel 1999! - poteva rispondere a quelle richieste indicando la data di uscita della nuova edizione. Ma aveva davanti lettori assetati da una parte e un pdf di stampa dall'altra. La cosa più naturale per lui è stata prendere quel PDF, rimaneggiarlo un po', e spedirlo via email a chi voleva comprare il libro: il percorso più breve per unire domanda e offerta. Facile, no? Per lui sì!

Ci siamo un po' sbottonati e vi abbiamo raccontato di noi. E voi, che cosa aspettate? Che siate lettori o editori, raccontateci del vostro #primoebook!

Altre segnalazioni dal team:


  • La nostra Chiara, che tieni le redini dell'ammistrazione, ha iniziato a leggere ebook quando si è unita a noi: il primo ebook è stato L'amore obliquo di Emma Books... e dice di averci preso gusto!

  • Claudia, editor di Emma,  ci segnala Le anime morte di Nikolaj Gogol': «Motivo: dovevo tradurlo per una casa editrice e lo ammetto, malgrado sia io laureata in traduzione dal russo, non l'avevo mai letto. E mi sono assai gasata, sia per il libro (uno dei più belli e divertenti che abbia mai letto) sia per la gioia di leggere finalmente in ebook».

  • Giovanni, il nostro nuovo grafico (avrete notato quanto sono migliorate esteticamente le nostre newsletter e i nostri banner, sì? E diciamoglielo!), ha iniziato con HTML5 e CSS3 di Gabriele Gigliotti. E te pareva?

  • Marco M, il nostro sviluppatore, cita subito Il Fu Mattia Pascal di Pirandello. Sarà mica perché è l'ebook gratuito protetto da Adobe DRM che usiamo per i test?

  • Valentina M, la nostra regina dei numeri, non scherza: Sveltine di Inachis Io: «Il primo incontro ravvicinato con un ebook volevo che fosse soft, divertente, intrigante al punto giusto, semplice e veloce...non avrei potuto scegliere titolo migliore!».

  • Marco F ci racconta: «La Tempesta sul primo iPhone, per provare. Questa domanda mi fa pensare a quante cose sono successe in pochi anni...»

  • Matteo P: «Per provare il reader di Bookrepublic ho letto comodamente e felicemente Il tao della fisica e poter predere appunti è stato fondamentale per fare relazioni e capirci qualcosa in più!» (Se vi state chiedendo quale reader, continuate a seguirci!)

Commenti

Nessun commento.

Solo gli utenti registrati a Bookrepublic possono scrivere recensioni agli ebook.
Effettua il login o registrati!