Ottobre, letteratura di frontiera

Ottobre, letteratura di frontiera

La Nuova Frontiera è una casa editrice con un progetto editoriale unico nel suo genere all'interno del panorama italiano. Che cosa la rende così unica? La passione per le letterature di lingua castigliana, catalana e portoghese. La scelta di questo criterio linguistico e culturale non ha limitato la ricerca alla penisola iberica, ma ha attraversato gli Oceani fino ad arrivare nello sconfinato continente americano e nei paesi dell’Africa lusofona. La casa editrice ha quindi selezionato in questi anni le opere, ancora inedite in Italia, di alcuni tra gli scrittori più interessanti della letteratura spagnola, portoghese, catalana, ma anche messicana, argentina, brasiliana, angolana e mozambicana. Tra i molti autori - classici nella collana il Basilisco e contemporanei nella collana Liberamente -, segnaliamo Yuri Herrera, scrittore di punta della letteratura messicana.  Con il suo primo romanzo La ballata del re di denari ha vinto, nel 2003, il Premio Binacional de Novela "Border of words", e nel 2009 in Spagna il premio Otras voces, otros ámbitos. Il suo secondo romanzo, Segnali che precederanno la fine del mondo, lo conferma uno degli autori di maggior valore della letteratura contemporanea di lingua spagnola.

«L’oralità messicana, espressione di una cultura proteiforme ed eterogenea, è fonte di un continuo riassestamento della parola, di una continua creatività, troppe volte costretta a tentare nuove definizioni per nuove, inimmaginabili forme d’orrore. Uno dei grandi obiettivi e meriti de La ballata del re di denari è la costruzione di un mondo finzionale e narrativo estremamente stilizzato, in cui il vero protagonista è la capacità d’ibridazione della parola. La trama ha i sui prevedibili principio, svolgimento e fine. Ha personaggi-funzione come in una fiaba allegorica. Una Corte, un Re e una Strega. Un Traditore, un complotto e una catastrofe. Un triste lieto fine che riporta tutto al punto di partenza. Le parole chiave sono: ripetizione e perpetuazione. Il tutto, però, visto dalla prospettiva straniante di un cantante di corridos, che dell’oralità fa la sua possibilità di sopravvivenza, il filtro con cui porre ordine, e allo stesso tempo comprendere e ricreare i fili di una realtà in decomposizione.» (Eugenio Santangelo)

La traduzione del romanzo in lingua italiana - a dimostrazione della cura e della qualità delle edizioni de La Nuova Frontiera, che non possono che prestare estrema attenzione al tema della traduzione - è di Pino Cacucci, celebre autore di una lunga serie di romanzi e 'reportage commossi' sul Messico, definito da Fellini «un artigiano, un costruttore di trame, di atmosfere e di personaggi»:

«Il bisogno di scrivere? “C’è un’espressione messicana che lo sintetizza: ‘sacar el diablo pa’ fuera’. Buttare fuori demoni e frustrazioni, sfogare rabbia e delusioni… E anche imparare a stare soli con se stessi...» (Pino Cacucci e la scrittura)

Per tutto il mese di ottobre su Bookrepublic, ogni giorno, un ebook edito da La Nuova Frontiera in promozione speciale solo per un giorno: se ti interessa, segui questa pagina. Se vuoi tenerti aggiornato sulle iniziative de La nuova Frontiera, ecco qualche link utile:

Commenti

Nessun commento.

Solo gli utenti registrati a Bookrepublic possono scrivere recensioni agli ebook.
Effettua il login o registrati!