Archivi per autore: Marco Ferrario

Il futuro secondo Gareth Cuddy, il lettore-Hugh McGuire e l'alleanza Bookrepublic-Librerie.coop

Il futuro secondo Gareth Cuddy, il lettore-Hugh McGuire e l'alleanza Bookrepublic-Librerie.coop

Gareth Cuddy, fondatore e CEO di Vearsa (un importante distributore di ebook irlandese che ha aperto un anno fa una sede a New York e che recentemente si è riposizionato, oltre che come distributore, come società di dati e di analytics per gli editori) a me sta molto simpatico; è franco, diretto e senza tanti fronzoli.

E ha pubblicato un post di recente (ripreso da pianetaebook qualche giorno fa) in cui dice più o meno questo: la disruption in un settore industriale, secondo un modello di Sinofsky e Horowitz, ha inizio in 4 fasi; l'arrivo dell'evento che la scatena e ...

Il contenuto è l'interfaccia

Il contenuto è l'interfaccia

Scribd ha raccolto a gennaio altri 22 mln $ per lo sviluppo del controverso modello di abbonamento a un catalogo di libri. Vuol dire che qualcuno ci crede. Aerbook, dall’anno scorso, ha fatto cose molto interessanti per portare il contenuto dei libri più vicino ai lettori. Vuol dire che c’è chi pensa che un altro ecommerce dei libri  (e in generale dei contenuti) sia possibile.

Scribd è interessante perché ha 80 milioni di visitatori unici al mese che la usano per archiviare documenti: dispone di un potenziale molto grande di conversione in abbonati a cataloghi di libri. È interessante anche perché Harper ...

Bookrepublic, i contenuti, le persone

Bookrepublic, i contenuti, le persone

Logo Bookrepublic.it

Bookrepublic ha un nuovo logo, senza grazie, più deciso e diretto; che esprime meglio ciò che stiamo facendo ora.

Bookrepublic si sta evolvendo in due direzioni che si assomigliano molto e sono coerenti con la visione che stiamo raccontando da un po’ di tempo: lo sviluppo  dell’ebook pensandolo sempre di più come contenuto da leggere e meno come prodotto da acquistare e la migrazione verso una nuova industria dei contenuti, che per noi significa il mondo sterminato delle “storie fuori dai libri”.

Per quanto riguarda gli ebook, dopo anni di furiose promozioni la gente ha le librerie piene; e ...

IfBookThen e l'economia della lettura e della scrittura

IfBookThen e l'economia della lettura e della scrittura

Abbiamo dedicato l’ultimo IfBookThen al mondo di letture e di scritture che esiste oltre al libro, alle "storie fuori dai libri"; e a come si sia rovesciato il paradigma: non più la lettura e la scrittura intorno al libro, ma, viceversa, il libro come uno dei pianeti che ruota intorno ai soli della lettura e della scrittura.

Durante la scorsa fiera del libro di Francoforte, Richard Nash ha espresso lo stesso concetto raccontando il percorso che si è compiuto in questi anni partendo dall’industria del libro per giungere a una definizione molto più allargata che ha chiamato economia della ...

I lettori non salveranno gli editori da Amazon

La disputa tra Amazon e Hachette denuncia a mio modo di vedere esattamente questo: il ruolo di pedina, di paravento retorico, di elemento di ricatto e di ostaggio direi, che viene assegnato ai lettori. Eppure mai come oggi i lettori possono scegliere ed esser protagonisti del mercato editoriale.
Più sostenibile sarebbe che una fetta sempre maggiore di lettori decidesse di guardarsi intorno e di scegliere non solo il contenuto ma anche la modalità dei propri acquisti. Alleandosi con editori meno altèri e più attenti ai servizi, reclamerebbero finalmente la centralità del loro ruolo nell’industria editoriale.

Così termina un ...

Il Programma di IfBookThen 2014

Il Programma di IfBookThen 2014

 

Manca una settimana, ormai ci siamo. IBT14 è dedicato alle storie, soprattutto a quelle che stanno fuori dai libri. "More stories than books". 

Il programma è intenso e parte da una provocazione: comincia l'editoria post-editori (Richard Nash), il libro converge e confluisce in un mare di storie più ampio, dove la lotta è molto più dura per conquistare l'attenzione delle persone. Si parla tanto di "engagement", di storie che si misurano per le interazioni che riescono a generare sulle diverse piattaforme, ma è la qualità delle interazioni che conta sempre di più e quindi la capacità di pubblicare storie che garantiscano quella ...

Dopo l'industria del libro

 

Ci toccherà perfino il libro di Gianni Ferrari, che avrà per titolo il frutto di un grandioso impeto di creatività: "Libro". Per raccontarne la storia (e questa sarà la parte più bella), spiegarne la crisi, decretarne il futuro incerto, lasciarsi a qualche improbabile profezia. Ancora? Basta, l'abbiamo detto mille volte, il libro sta benissimo, mai stati pubblicati (e probabilmente letti) tanti prima d'ora. Figuriamoci poi le storie, tantissime, ovunque, diverse; molto spesso fuori dai libri.

Ci affascina questo mondo più grande, molto più grande; nel quale cominciare a pensare che 5000 commenti a un post su facebook sono ...

Dove vanno i lettori

Dove vanno i lettori

 

C'è un mondo della lettura parallelo a quello dei libri; lì stanno andando i lettori.

Social media. Sono un sistema interconnesso, fatto di canali ciascuno con una sua funzione, linguaggio, modalità di relazione con altre persone e di aggregazione delle community. Questo sistema è una piattaforma di publishing potente, personalizzabile e ci sono persone, chiamiamoli autori, che stanno sperimentando linguaggi, formati e strutture narrative raccontando storie. Ci sono altre persone, chiamiamoli lettori, che interagiscono con queste storie e ne danno la misura della popolarità, dell'interesse, della bellezza e delle emozioni che riescono a suscitare. Il mondo dei social media è fatto ...