Archivi della categoria: Conversazioni

Il futuro secondo Gareth Cuddy, il lettore-Hugh McGuire e l'alleanza Bookrepublic-Librerie.coop

Il futuro secondo Gareth Cuddy, il lettore-Hugh McGuire e l'alleanza Bookrepublic-Librerie.coop

Gareth Cuddy, fondatore e CEO di Vearsa (un importante distributore di ebook irlandese che ha aperto un anno fa una sede a New York e che recentemente si è riposizionato, oltre che come distributore, come società di dati e di analytics per gli editori) a me sta molto simpatico; è franco, diretto e senza tanti fronzoli.

E ha pubblicato un post di recente (ripreso da pianetaebook qualche giorno fa) in cui dice più o meno questo: la disruption in un settore industriale, secondo un modello di Sinofsky e Horowitz, ha inizio in 4 fasi; l'arrivo dell'evento che la scatena e ...

Il contenuto è l'interfaccia

Il contenuto è l'interfaccia

Scribd ha raccolto a gennaio altri 22 mln $ per lo sviluppo del controverso modello di abbonamento a un catalogo di libri. Vuol dire che qualcuno ci crede. Aerbook, dall’anno scorso, ha fatto cose molto interessanti per portare il contenuto dei libri più vicino ai lettori. Vuol dire che c’è chi pensa che un altro ecommerce dei libri  (e in generale dei contenuti) sia possibile.

Scribd è interessante perché ha 80 milioni di visitatori unici al mese che la usano per archiviare documenti: dispone di un potenziale molto grande di conversione in abbonati a cataloghi di libri. È interessante anche perché Harper ...

Bookrepublic, i contenuti, le persone

Bookrepublic, i contenuti, le persone

Logo Bookrepublic.it

Bookrepublic ha un nuovo logo, senza grazie, più deciso e diretto; che esprime meglio ciò che stiamo facendo ora.

Bookrepublic si sta evolvendo in due direzioni che si assomigliano molto e sono coerenti con la visione che stiamo raccontando da un po’ di tempo: lo sviluppo  dell’ebook pensandolo sempre di più come contenuto da leggere e meno come prodotto da acquistare e la migrazione verso una nuova industria dei contenuti, che per noi significa il mondo sterminato delle “storie fuori dai libri”.

Per quanto riguarda gli ebook, dopo anni di furiose promozioni la gente ha le librerie piene; e ...

IfBookThen e l'economia della lettura e della scrittura

IfBookThen e l'economia della lettura e della scrittura

Abbiamo dedicato l’ultimo IfBookThen al mondo di letture e di scritture che esiste oltre al libro, alle "storie fuori dai libri"; e a come si sia rovesciato il paradigma: non più la lettura e la scrittura intorno al libro, ma, viceversa, il libro come uno dei pianeti che ruota intorno ai soli della lettura e della scrittura.

Durante la scorsa fiera del libro di Francoforte, Richard Nash ha espresso lo stesso concetto raccontando il percorso che si è compiuto in questi anni partendo dall’industria del libro per giungere a una definizione molto più allargata che ha chiamato economia della ...

I lettori non salveranno gli editori da Amazon

La disputa tra Amazon e Hachette denuncia a mio modo di vedere esattamente questo: il ruolo di pedina, di paravento retorico, di elemento di ricatto e di ostaggio direi, che viene assegnato ai lettori. Eppure mai come oggi i lettori possono scegliere ed esser protagonisti del mercato editoriale.
Più sostenibile sarebbe che una fetta sempre maggiore di lettori decidesse di guardarsi intorno e di scegliere non solo il contenuto ma anche la modalità dei propri acquisti. Alleandosi con editori meno altèri e più attenti ai servizi, reclamerebbero finalmente la centralità del loro ruolo nell’industria editoriale.

Così termina un ...

Dove vanno i lettori

Dove vanno i lettori

 

C'è un mondo della lettura parallelo a quello dei libri; lì stanno andando i lettori.

Social media. Sono un sistema interconnesso, fatto di canali ciascuno con una sua funzione, linguaggio, modalità di relazione con altre persone e di aggregazione delle community. Questo sistema è una piattaforma di publishing potente, personalizzabile e ci sono persone, chiamiamoli autori, che stanno sperimentando linguaggi, formati e strutture narrative raccontando storie. Ci sono altre persone, chiamiamoli lettori, che interagiscono con queste storie e ne danno la misura della popolarità, dell'interesse, della bellezza e delle emozioni che riescono a suscitare. Il mondo dei social media è fatto ...

Che cosa leggono i lettori?

Che cosa leggono i lettori?

Lettori sì, lettori no. 

La crisi del libro in tutte le sue salse recentemente ricucinata e servita sulla tavola dei principali quotidiani italiani sta facendo ancora discutere. Ecco il menù.

Cominciamo da Antonio Scurati su La Stampa:

È un collasso bulimico quello dell’attuale mercato editoriale. Una fame da bue lo ha generato, un occhio bovino lo ha supervisionato. Gli editori sono vittime del bisogno di immettere sul mercato spropositate quantità di libri cui non corrisponde nessun desiderio di leggere un qualche libro determinato. Il risultato è che il sistema vomita regolarmente milioni di copie che vanno al trogolo cantando. Entrate in ...

Scheumorfismo VS flat design, a colpo d'occhio

Scheumorfismo VS flat design, a colpo d'occhio

Il dibattito intorno al web design è stato animato per tutto il 2013 dallo scontro tra due posizioni antitetiche, che si sono inasprite ancora di più con la release di iOS 7, l'ultimo sistema operativo di Apple elaborato da Jonathan Ive: scheumorfismo VS flat design. 

Lo scheumorfismo è la filosofia grafica che si propone di riprodurre in modo fedele la realtà fisica in un ambiente digitale, come gli strappi della carta, la pelle della rilegatura di un taccuino, l'ombra di un pulsante da premere. Il flat design è invece l'inno del design minimalista, ultra-piatto, che punta dritto all'essenziale senza ...

Il selfpublishing conviene?

E soprattutto: a chi?

Autori. Certamente ai non pubblicati, è cosa ovvia. Mai, o quasi mai, agli autori "top list" quelli che ricevono ancora anticipi, spesso principeschi, e che hanno contratti ben blindati con agenti ed editori. C'è qualche rarissima eccezione, ma qui il modello tradizionale ancora tiene; non è affatto certo che tenga per sempre, ma vedo, per i prossimi anni, emergere al massimo altre eccezioni, non un cambio di regola.

Il discorso è diverso per gli autori "mid list", per capirci quelli che percepivano anticipi ragionevoli e godevano di prime battute in libreria dalle 4.000/5 ...

I libri e la zuppa Campbell

I libri e la zuppa Campbell

Questo autunno sembra essere cominciato all'insegna delle analisi sulla situazione dell'editoria italiana. Se ormai sono anni che si parla di crisi editoriale, di decrescita più o meno felice, di legge sul prezzo del libro, di Newton a 0.99€ dentro e fuori la classifica e di grande distribuzione, sembra che il trigger della nuova stagione sia stato bene o male il lancio di Masterpiece, il talent show dedicato a scrittori esordienti che andrà in onda a novembre  su Rai Tre. Veronica Tommassini, scrittrice e firma del Fatto Quotidiano, si è subito ribellata all'idea:

È la fine. Anzi è lo spartiacque ...