Archivi per il tag: libri

Dopo l'industria del libro

 

Ci toccherà perfino il libro di Gianni Ferrari, che avrà per titolo il frutto di un grandioso impeto di creatività: "Libro". Per raccontarne la storia (e questa sarà la parte più bella), spiegarne la crisi, decretarne il futuro incerto, lasciarsi a qualche improbabile profezia. Ancora? Basta, l'abbiamo detto mille volte, il libro sta benissimo, mai stati pubblicati (e probabilmente letti) tanti prima d'ora. Figuriamoci poi le storie, tantissime, ovunque, diverse; molto spesso fuori dai libri.

Ci affascina questo mondo più grande, molto più grande; nel quale cominciare a pensare che 5000 commenti a un post su facebook sono ...

Dove vanno i lettori

Dove vanno i lettori

 

C'è un mondo della lettura parallelo a quello dei libri; lì stanno andando i lettori.

Social media. Sono un sistema interconnesso, fatto di canali ciascuno con una sua funzione, linguaggio, modalità di relazione con altre persone e di aggregazione delle community. Questo sistema è una piattaforma di publishing potente, personalizzabile e ci sono persone, chiamiamoli autori, che stanno sperimentando linguaggi, formati e strutture narrative raccontando storie. Ci sono altre persone, chiamiamoli lettori, che interagiscono con queste storie e ne danno la misura della popolarità, dell'interesse, della bellezza e delle emozioni che riescono a suscitare. Il mondo dei social media è fatto ...

Supersantos

(Questa è la terza puntata di una rubrica - un tentativo di rubrica - che doveva essere un po' meno carsica, in teoria, ma tant'è. Abbiate pazienza.)

Ogni tanto le schede dei libri, le sinossi, non danno ragione del libro che descrivono. Succede.

(Io ricordo ancora la delusione provata per la bandella svogliata di Denti Bianchi, che non mi pareva corrispondere per nulla al libro che stavo leggendo.)

Nel caso di Cuore di cuoio, la scheda che circola fa difetto solo perché tronca, per motivi di brevità, l'aletta della prima edizione del 2004, scritta da Giulio Mozzi per l'uscita ...

La posta del cuore


[...] Un tale viene assunto con il compito di dare consigli ai lettori di un giornale. La rubrica è solo un trucco per aumentare la tiratura e l'intera redazione la considera uno scherzo. Ma per quel tale il lavoro è una manna, perché prima o poi potrebbe farlo passare a una rubrica mondana, e in ogni caso è stufo di fare il galoppino. Anche lui si rende conto che la rubrica è una cosa da ridere, ma dopo qualche mese la faccenda comincia a sembrargli meno buffa. Si accorge che le lettere sono quasi sempre suppliche umili e accorate di ...

Si parva licet

(Senza pretese di aggiornamento eccessivo, qui s'inaugura una rubrica per segnalare libri che ci siamo persi o che ci stiamo perdendo, perlopiù da editori che varrebbe la pena non perdere di vista. In sostanza: alcuni editori fanno degli ebook, per alcuni libri di carta esce magari dopo qualche tempo la versione digitale - e per alcuni, il commento potrebbe anche essere: finalmente! Tutto qui.) Della vita di Alfredo è stato finalista al Premio Calvino 2009, l'anno che vinse Ivan Guerrierio con Splendido splendente (che in ebook ancora non c'è, ma che qui ce ne si può fare un ...

Alla conquista di una nuova artigianalità del libro (digitale)

Qualche post fa vi abbiamo raccontato per immagini quanto riteniamo importanti i dettagli nella produzione di un libro digitale. La cura dedicata al testo nella sua resa grafica, oltre che nei contenuti, è l'aspetto che fa la differenza tra un'esperienza di lettura gradevole e fluida e una meno soddisfacente: questo non cambia nella lettura in digitale.

Ciò che cambia sono le aspettative sull'esperienza di lettura stessa, legate in larga parte al supporto su cui abbiamo scelto di leggere. Cosa ci aspettiamo dalla lettura di un ebook? Non certo quello che ci aspettiamo dalla carta. E per gli ...

L'evoluzione editoriale!

«Io ripeto sempre la stessa cosa», scrive Arthur Attwell, «i libri di carta sono la meravigliosa unione di due prodotti differenti: le storie (o i testi ricchi di informazione) e un oggetto fisico lavorato. Una volta che separi mentalmente questi due prodotti, ti sembrerà molto facile capire come le storie possono essere messe in valore e distribuite separatamente dal loro supporto fisico».

Il blog di BookRepublic nasce per condividere idee, per tenere in contatto i lettori con gli "attori" del libro, per diffondere novità sull'evoluzione editoriale che si incammina verso il mondo digitale, fatto di ebook.
Parleremo di innovazioni ...