Antinomie della politica

Ricerca anteprima in corso...
Anteprima non disponibile
  • Categoria libro:

    Saggistica, Filosofia

  • Anno:

    2007

  • Dimensione del file:

    952,3 KB

  • Protetto con Adobe DRM
  • Lunghezza:

    136 pagine (edizione cartacea)

  • Lingua:

    ita

  • Isbn:

    9788820742119

pdf

€ 8,99
pdf
Aggiungi al carrello
Puoi leggere questo ebook sui seguenti device:

Computer

E-Readers

iPhone/iPad

Androids

Kindle

Kobo

Trovi questo ebook solo nel formato pdf

Quarta di copertina


Il pensiero di Machiavelli trasforma radicalmente le categorie politiche della tradizione classica e medievale. La sua novità è subito avvertita come scandalosa. Lo stesso Machiavelli è consapevole di inoltrarsi in nuove zone del sapere politico. L’esperienza storica e politica, antica e moderna, dalla repubblica tumultuaria dell’antica Roma alle guerre d’Italia, assume cadenze ‘eraclitee’. L’universo machiavelliano, dal principe-centauro alle dicotomie fra virtù e fortuna, libertà e necessità, esperienza e regola, conflitto e legge, “umori” e repubblica, rimanda a una concezione ‘ossimorica’ della realtà umana. La politica, senza illudersi di armonizzarla e pacificarla, deve introiettarla. Il suo arduo e grande compito è di mettere in tensione costruttiva unità e opposizione.

0 commenti a "Antinomie della politica"

Solo gli utenti registrati a Bookrepublic possono scrivere recensioni agli ebook.
Effettua il login o registrati!