Bipolare? - Bookrepublic

FORMATO

Adobe DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 12,00

Descrizione

Cos’hanno in comune l’Apollo e Dafne del Bernini, i film di Antonioni – ma anche di Fellini, Hitchcock e Scorsese –, le arie di Monteverdi e di Dvořák, gli scritti di Baudelaire – ma anche di Marguerite Duras,Flaubert, Dante... – e la vita dell’attrice Vivien Leigh?
Li lega, con raffinata inventiva, il percorso di riflessione e analisi cheRoberto Cavasola compie attorno al disturbo bipolare, con l’intentodi dimostrare la necessità di una clinica differenziale e l’esigenza direcuperare la categoria diagnostica della psicosi maniaco depressiva.Con il sussidio di una ricchissima letteratura – che ha il suo centroin Jacques Lacan, ma spazia tra Freud, Jacques-Alain Miller, SergeCottet, Colette Soler, Geneviève Morel e parecchi altri studiosi –,l’autore guida il lettore in un appassionante viaggio nella psicoanalisie nella psichiatria contemporanea.
Nonostante la tecnicità delle tematiche affrontate, il testo può essereuna piacevole lettura anche per i non addetti ai lavori, poiché illustrale sue tesi con moltissimi casi clinici esemplari, si affida a un ampioventaglio di registri narrativi e – come dimostra il suo esame della«strana storia dell’Imipramina e di quella ancora più rocambolescadel Litio» – si incardina, con grande realismo pratico, in un argomentato atteggiamento critico nei confronti delle case farmaceutiche, accusate di aver esercitato delle pressioni «per cercare di far corrispondere ad ogni diagnosi l’uso di un farmaco».

Dettagli

Dimensioni del file

1,2 MB

Lingua

ita

Anno

2020

Isbn

9788822910806

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.