epub

€ 0,99
epub
Aggiungi al carrello
Puoi leggere questo ebook sui seguenti device:

Computer

E-Readers

iPhone/iPad

Androids

Kindle

Kobo

Trovi questo ebook solo nel formato epub

Quarta di copertina


Questo libro-regesto comprende centocinquanta opere di architettura, dal 1964 al 1980, del G.R.A.U. (Gruppo Romano Architetti Urbanisti), con esclusione degli scritti teorici, dei disegni-incisioni-quadri e delle opere di cosiddetto arredo della casa d’abitazione. Il libro è nato dall’esigenza di colmare il vuoto di conoscenza intorno al lavoro che il G.R.A.U. ha svolto e dalla volontà di legare alla produzione più fortunata e riuscita (e anche più conosciuta dagli addetti ai lavori) tutto il complesso dei progetti «minori» o «interrotti» così da formare un quadro omogeneo di riferimento e di riflessione critica. Il G.R.A.U. ha lavorato a creare le condizioni per la definizione di una nuova teoria dello spazio figurativo che sia in grado di succedere all’empiria del Movimento Moderno e di porre rimedio al dissesto ecologico e antropologico provocato dal «cieco ottimismo capitalistico». In tal senso il G.R.A.U. rivendica una dimensione ideologica del lavoro artistico, come fattore di per sé significativo, sempre; particolarmente in questa fase caratterizzata dall’urto di rottura con lo «statuto funzionalista» e con l’establishment» della critica ufficiale. Quale simbolicità deve caratterizzare la dimensione spaziale del nostro tempo, cosi largamente segnata dalla coscienza e dalla lotta di classe? Il G.R.A.U. è per un’arte classica e popolare. Lo studio funziona come referente generale per l’attività culturale e professionale svolta dai suoi componenti singolarmente o in piccoli gruppi.

Nota degli autori alla seconda edizione in e-book

All’atto di rieditare questo libro  come e-book nelle edizioni Grau.2 gli autori, (pur essendo scaduti da tempo i diritti da parte dell’editore originario,  le Edizioni Kappa di Roma, hanno preferito parlare subito e direttamente con il titolare, Paolo Cappabianca, per metterlo al corrente delle loro nuove intenzioni. Per ringraziarlo, inoltre, dell’attenzione che lui ha sempre mantenuto, nel tempo, per il lavoro del gruppo, con particolare riferimento ai diversi libri dedicati ai vari architetti, visti anche come singoli autori.
Paolo Cappabianca si è detto felice di questa iniziativa e ha fatto gli auguri a tutti in un lungo, affettuoso, incontro sul lungolago di Trevignano. Queste poche parole, poste all’inizio della nuova edizione dell’e-book del Grau, vogliono solo dire grazie a Paolo, un amico, e dirlo pubblicamente. 

Roma 2018

0 commenti a "Isti mirant stella"

Solo gli utenti registrati a Bookrepublic possono scrivere recensioni agli ebook.
Effettua il login o registrati!