La confraternita delle ossa

Ricerca anteprima in corso...
Anteprima non disponibile
  • Categoria libro:

    Gialli e thriller

  • Anno:

    2016

  • Dimensione del file:

    1,9 MB

  • Protetto con Adobe DRM
  • Lunghezza:

    396 pagine (edizione cartacea)

  • Lingua:

    ita

  • Isbn:

    9788831740937

epub

€ 9,99
epub
Aggiungi al carrello
Puoi leggere questo ebook sui seguenti device:

Computer

E-Readers

iPhone/iPad

Androids

Kindle

Kobo

Trovi questo ebook solo nel formato epub

Quarta di copertina


Milano, 2002. Molti misteri s’intrecciano sotto la Madonnina. Tutto comincia quando un noto avvocato viene assassinato in pieno giorno nella centralissima piazza dei Mercanti: prima di morire, però, l’uomo traccia uno strano simbolo col proprio sangue... Da qui parte una complicata indagine che porterà Enrico Radeschi, giovane aspirante giornalista nonché hacker alle prime armi, a indagare, insieme allo scorbutico vicequestore Loris Sebastiani, su una misteriosa confraternita che trae ispirazione da san Carlo Borromeo e persegue un disegno spietato per ristabilire l’ordine morale in una società giudicata corrotta. A quello dell’avvocato seguiranno altri omicidi o presunti tali, come l’inquietante schianto di un aereo contro il grattacielo Pirelli. Nel frattempo, una conturbante femme fatale, soprannominata “la Mantide” dagli inquirenti, seduce e uccide giovani ragazzi nei giorni di festa, facendone poi sparire i corpi. Chi è la donna misteriosa? E chi la protegge? Qual è il disegno ultimo di questa confraternita millenaria? Cosa si nasconde nei sotterranei del Duomo di Milano e nella cripta di un’altra famosa chiesa milanese? Un thriller mozzafiato e incalzante, scritto con una prosa efficace e immediata.

1 Commento a "La confraternita delle ossa"

Solo gli utenti registrati a Bookrepublic possono scrivere recensioni agli ebook.
Effettua il login o registrati!

  • @zwiebel, 13/09/2016 22:09

    Enrico Radeschi è un giovane giornalista con l’animo da detective, abile smanettone informatico, sedicente latin lover , chef per necessità e innamorato di Milano, che scopre con delicatezza e costanza in sella al Giallone, la mitica Vespa 50 del '74. Radeschi arriva da un paesino della Bassa, ha conosciuto Milano a corrente alternata durante l’università, ma dal 2001 decide che il suo futuro sarà al 100% meneghino, nonostante abbandoni il percorso accademico: perché Enrico scopre di avere un’attrazione pericolosa per i misteri e per l’umanità avariata e di essere pure bravo a far fruttare la sua curiosità, tanto da entrare in società, con gli anni, con Loris Sebastiani, vicequestore della Polizia inseparabile dal Toscanello e grande fan del Pampero riserva, oltre che poliziotto coi controfiocchi, sagace e deciso. Lo sanno già i fan del giallo, perché Radeschi esce dalla penna di Paolo Roversi già nel 2006, ma ritorna solo ora sulle scene, e non con li seguito delle quattro avventire di cui è stato protagonista, bensì con il prequel: questa è la PRIMa indagine di Radeschi, quella da ci tutto ha inizio. E’ appena passato Natale, ci si prepara ad accogliere il 2002 ma non pare che l’anno si aprirà sotto buoni auspici: in piazza Mercanti, poco distante dalla scrofa mediolanuta da cui il capoluogo lombardo prenderebbe il nome, viene trovato morto ammazzato un noto avvocato che, prima di morire, riesce e tracciare col proprio sangue un astruso simbolo. Sebastiani è precettato per l’indagine che si preannuncia difficoltosa e irta, ma anche Radeschi vuol dimostrare di essere un vero giornalista investigativo e così inizia un’avventura che si muove sul territorio di una città che troppo spesso è dimentica del proprio passato, una caccia all’uomo contro il tempo che coinvolge grandi nomi ma anche giovani bellocci e benestanti, vittime di una misteriosa donna da fatale sex appeal. C’è un legame tra le due indagini? Cosa rappresenta quel simbolo curioso (e fatevelo spiegare da Alberto Ferraro, il professore esperto di simboli che ha la scienza di Langdon ma una biografia e un accento più vicino a Franco Califano che a Tom Hanks… Personaggio fugace ma divertentissimo!) e chi c’è dietro questa benedetta (si fa per dire) confraternita che è legata all’inquietante chiesa di San Bernardino alle Ossa? Aggiungete poi un areo privato che si schianta sul Pirellone (la cronaca è nota, ma questa è fiction!) e avrete un quadro impreciso ma efficace delle sfide che offre il nuovo thriller di Paolo Roversi. Ovviamente c’è di più (le ricette di Radeschi e la sua ars amatoria – meglio le prime –, tantissime curiosità tutte vere su Milano, oggetti e abitudini dell’altroieri che sembrano lontane anni luce…), ma dovrete scoprirlo leggendo il romanzo: ritmo incalzante e una buona dose di suspense mista a una sana ironia vi renderanno l’impresa assai facile!