Contra constitutiones iudicare. Alle origini di una dialettica nell'età dei severi

Ricerca anteprima in corso...
Anteprima non disponibile
  • Categoria libro:

    Diritto, Professionale

  • Anno:

    2018

  • Dimensione del file:

    897,0 KB

  • Protezione DRM FREE
  • Lunghezza:

    216 pagine (edizione cartacea)

  • Lingua:

    ita

  • Isbn:

    9788849534665

pdf

€ 16,99
pdf
Aggiungi al carrello
Puoi leggere questo ebook sui seguenti device:

Computer

E-Readers

iPhone/iPad

Androids

Kindle

Kobo

Trovi questo ebook solo nel formato pdf

Quarta di copertina


Nel volume sono esaminati alcuni aspetti del controverso rapporto tra i giudici e le leggi nell’esperienza giuridica romana, con particolare riferimento all’età dei Severi, che, pure da questo punto di vista, risulta essere un osservatorio privilegiato per la comprensione di fenomeni rilevanti per la storia del diritto. Proprio in tale epoca, infatti, è possibile individuare le origini della complicata dialettica tra la legge imperiale e l’autonomia dell’organo giudicante: da un lato, si pongono le basi del futuro principio della soggezione del giudice alla legge, prevedendo una disciplina che comporti l’invalidità delle sentenze emesse contra constitutiones e la conseguente punizione del giudice per falso o lesa maestà, dall’altro, vi è la tendenza a riconoscere l’importante funzione dei giudici non riducendone del tutto il potere discrezionale e tutelando il valore del giudicato.

0 commenti a "Contra constitutiones iudicare. Alle origini di una dialettica nell'età dei severi"

Solo gli utenti registrati a Bookrepublic possono scrivere recensioni agli ebook.
Effettua il login o registrati!