Carteggio epistolare (1892-1899). Cais di Pierlas-Bres

Ricerca anteprima in corso...
Anteprima non disponibile
  • Categoria libro:

    Storia, Biografie, Saggistica

  • Anno:

    2014

  • Dimensione del file:

    574,0 KB

  • Protezione DRM FREE
  • Lunghezza:

    122 pagine (edizione cartacea)

  • Lingua:

    ita

  • Isbn:

    9788863582598

epub

€ 6,99
epub
Aggiungi al carrello
Puoi leggere questo ebook sui seguenti device:

Computer

E-Readers

iPhone/iPad

Androids

Kindle

Kobo

Trovi questo ebook solo nel formato epub

Quarta di copertina


Lettere d’un irredentista nizzardo (Giuseppe Bres) scritte all’amico e irredentista nizzardo (Eugenio Cais di Pierlas) su argomenti politico-culturali. Ma soprattutto in preparazione alla contro celebrazione da attuare in opposizione alla celebrazione francese dell’annessione di Nizza del 1792. Raccolta di lettere, dall’archivio Cais-Jagher di Venezia, che Giuseppe Bres scrisse all’amico Eugenio Cais di Pierlas tra il 1892 e il 1899, chiedendo od esponendo, tra le cronache della vita quotidiana, diversi pareri storico-artistico-letterari su Nizza e la sua Contea. Ma soprattutto in vista della contro-celebrazione che gli irredentisti nizzardi italiani, riuniti nel Comitato Generale Italiano presieduto dallo stesso Cais, volevano attuare nel 1896 in opposizione a quella Francese; per ricordare non il centenario della “plebiscitaria riunificazione”, bensì quello della conquista ed annessione armata di Nizza (e della sua Contea) alla Francia da parte dell’irruzione di sanguinarie bande di “sans culottes d’oltre Varo” avvenuta nel 1792 e che generò la tenace resistenza barbetista in tutto il nizzardo. Une collection des lettres, issues de l’archive des Cais-Jagher de Venise et présentées par un poème en occitan que Jules Bessi dédie à Eugenio Cais, écrites par Giuseppe Bres à son ami Eugenio Cais di Pierlas entre 1892 et 1899; en demandant ou en affichant, parmi les chroniques de la vie quotidienne, différentes opinions historiques, artistiques, littéraires et politiques sur Nice et son comté. Mais surtout en raison de la contre-célébration que les irrédentistes niçois en Italie (assemblés au sein du Comité Général Italien sous la présidence du Cais) ont voulu mettre en œuvre en 1896 en opposition à celle française; pas tant pour se rappeler du centenaire de la “réunification plébiscitaire”, mais plutôt celui de la conquête et de l’annexion armée de Nice (et son comté) à la France par l’irruption des bandes sanguinaire de “sans-culottes d’au-delà du Var” qui a eu lieu en 1792 et qui engendra l’acharnée résistance barbétiste dans la région niçoise. Nicolò e Andrea Jagher sono entrambi figli di Luigi Jagher e Maria Gregoria Casagrande di Villaviera – Cais di Pierlas, figlia di Eugenio Casagrande conte di Villaviera e di AnnaMaria (Ninetta) Cais di Pierlas – Mocenigo, nipote in primo grado di Eugenio Cais conte di Pierlas.

0 commenti a "Carteggio epistolare (1892-1899). Cais di Pierlas-Bres"

Solo gli utenti registrati a Bookrepublic possono scrivere recensioni agli ebook.
Effettua il login o registrati!