Acquedotti, realtà e futuro

Ricerca anteprima in corso...
Anteprima non disponibile
epub

€ 1,99
epub
Aggiungi al carrello
Puoi leggere questo ebook sui seguenti device:

Computer

E-Readers

iPhone/iPad

Androids

Kindle

Kobo

Trovi questo ebook solo nel formato epub

Quarta di copertina


In Italia la vicenda "acquedotti", iniziata nell'antichità con opere che destano tutt'ora l'ammirazione del mondo intero, è giunta ad un punto paradossale in quanto, a fronte delle grandi possibilità offerte dalla moderna tecnica acquedottistica, presenta in realtà delle carenze gravi. Si riscontrano perdite d'acqua assolutamente inammissibili e notevoli difetti di costituzione e di esercizio degli impianti dovuti, tra l'altro, ad errate concezioni di base considerate intoccabili ed a sbagliate indicazioni della letteratura tecnica e degli insegnamenti impartiti dall'università ai nuovi ingegneri.. E’ evidente la necessità della profonda revisione dell'intero sistema di distribuzione idropotabile italiano che nel testo viene sollecitata a partire dalle fonti di reperimento d’acqua potabile per finire, dopo aver toccato tutte le fasi intermedie, alla sua consegna ottimale a domicilio dell’utente. Tra le soluzioni consigliate, primeggia la regolazione della pressione di funzionamento delle reti di distribuzione tesa ad un marcato miglioramento qualitativo ed economico dell’esercizio e a una drastica diminuzione delle perdite e dei guasti. Molta importanza è data alla compensazione delle portate ottenuta tramite particolari sistemi di regolazione automatica dei serbatoi di accumulo nonché al ruolo svolto dagli impianti di telecontrollo e telecomando non solo per l'automatizzazione e il miglioramento della gestione, alla data attuale già molto diffusi, ma soprattutto in virtù di una loro prerogativa specifica inerente la attuazione di una straordinaria ed efficace rivoluzione nella costituzione di base dei complessi acquedottistici. Un altro settore fondamentale riguarda l'utilizzazione di tutte le condizioni ambientali non solo allo scopo di realizzare in ogni realtà sistemi acquedottistici che ne siano particolarmente aderenti ma anche per eventuale produzione di energia elettrica tutte le volte che esistono carichi idraulici in eccedenza rispetto al fabbisogno. Gran parte degli interventi innovativi che il volume vorrebbe promuovere sono comprovati da esempi effettivamente realizzati dei quali vengono documentati gli ottimi risultati ottenuti in decenni di esercizio. Anche le soluzioni futuribili, avanzate allo scopo di promuoverne l'approfondimento e la sperimentazione per un impiego reale, sono verificate tramite simulazioni svolte con modello matematico. Il risultato finale è un originale, documentato ed alle volte fantasioso racconto di una struttura basilare per la moderna società come è l’acquedotto, racconto che suscita senza dubbio l'interesse degli addetti ai lavori acquedottistici, ma, per le allettanti idee che contiene, anche quello del lettore generico.

0 commenti a "Acquedotti, realtà e futuro"

Solo gli utenti registrati a Bookrepublic possono scrivere recensioni agli ebook.
Effettua il login o registrati!