Allegoria e teatro tra Cinque e Settecento: da principio compositivo a strumento esegetico

pdf

€ 13,99
pdf
Aggiungi al carrello
Puoi leggere questo ebook sui seguenti device:

Computer

E-Readers

iPhone/iPad

Androids

Kindle

Kobo

Trovi questo ebook solo nel formato pdf

Quarta di copertina


Sin dalle origini della nostra tradizione
romanza il fascino dell’allegoria promana
dal suo essere un oggetto di riflessione
problematico e sfuggente nel suo carattere
di alieniloquium che rinvia ad un’alterità:
un tropus che «aliud enim sonat,
aliud intelligitur», capace di collegare il
«visibile» con l’«invisibile», il profano con
il sacro, l’immanente con il trascendente.
La sua connaturata ambivalenza, che
nei secoli la raffina sia come strumento
concettuale dell’interpretazione sia come
modalità poetica ed estetica dell’espressione,
fa dell’allegoria una categoria cardine,
di assoluto rilievo per la conoscenza
delle strutture culturali e delle forme
rappresentative che contraddistinsero
la mentalità e la sensibilità delle diverse
epoche storiche.
Il volume, che comprende saggi volti ad
affrontare la questione da angolazioni critiche
e metodologiche differenti, intende
raccogliere la sfida ambiziosa di una perlustrazione
sistematica sulla presenza e i
caratteri della fenomenologia allegorica
nel teatro della prima modernità. Nella
drammaturgia italiana ed europea tra
Cinque e Settecento emerge, infatti, con
evidenza una dimensione allegorica che
permette agli autori, da una parte, di veicolare
messaggi etici, teologici e politici
– e al fondo di giustificare la ‘moralità’ del
teatro – , dall’altra di sfidare l’intelligenza
dell’interprete in un raffinato esercizio
critico volto a riscoprire i significati reconditi
dei testi. I contributi, qui raccolti,
tracciano molteplici percorsi, dall’analisi
delle strategie compositive attraverso
le quali si attua il travestimento allegorico
nei diversi generi della ‘rappresentazione’
– dal dramma pastorale al balletto, dalla
tragedia al dramma per musica –, all’esame
dell’affioramento di linguaggi e codici
esoterici complessi, sino allo studio della
rifunzionalizzazione in chiave allegorica
di personaggi mitologici.

0 commenti a "Allegoria e teatro tra Cinque e Settecento: da principio compositivo a strumento esegetico"

Solo gli utenti registrati a Bookrepublic possono scrivere recensioni agli ebook.
Effettua il login o registrati!