Anime nere

Ricerca anteprima in corso...
Anteprima non disponibile
epub

Non disponibile

Puoi leggere questo ebook sui seguenti device:

Computer

E-Readers

iPhone/iPad

Androids

Kindle

Kobo

Trovi questo ebook solo nel formato epub

Quarta di copertina


Metà anni '50, entroterra riminese. La seconda guerra mondiale è ancora una ferita aperta. Per la storia ufficiale, quella studiata sui banchi di scuola, l'Italia si è appena rimessa in piedi. Ma c'è chi la storia la immagina diversa e la riscrive. Metà anni '50, entroterra riminese. Il Terzo Reich ha conquistato tutta l'Europa grazie a terribili armi segrete come i Golem e le Valchirie, ma ha anche disseminato il vecchio continente di zombie a causa dell'errato utilizzo di un potente composto chimico. Gruppi paramilitari si aggirano in una Italia devastata cercando di sopravvivere come possono. Anche il gruppo di Romano, ex ufficiale fascista, cerca di cavarsela alla meglio: Jean, pilota francese, i fratelli Moragna , alpino uno, partigiano l'altro, il Pelloni che non perde la gigioneria nemmeno in tempi così tragici, un prete inselvatichito, Elena e Sara, che son più toste degli uomini. Cercano di vendere cara la pelletra pericolosi manipoli di tedeschi e ancor più pericolosi e folli personaggi, come l'ammaestratore di zombie o lo scienziato delirante che avrebbe i mezzi per salvare l'umanità. Riusciranno a sopravvivere? Sono loro i predestinati che potrebbero risollevare le sorti del mondo ed evitare l'Armageddon?

1 Commento a "Anime nere"

Solo gli utenti registrati a Bookrepublic possono scrivere recensioni agli ebook.
Effettua il login o registrati!

  • @stanza89, 10/02/2014 12:57

    Siamo catapultati nella metà degli anni '50, in terra romagnola. Ma qualcosa non quadra. La guerra è ancora in corso e regna la desolazione. Senza troppa fatica si entra a far parte della realtà inventata di questo libro. I tedeschi continuano a essere cattivi (ma lo sono di più). I "morti"  continuano a vivere e necessitano di essere fisicamente macellati per trovare la vera morte. I partigiani coraggiosamente cercano di sopravvivere agli attacchi dei tedeschi e fanno "strage" dei morti.  Tutto questo lo vediamo attraverso gli occhi di Romano,ex ufficiale fascista, e dei suoi fedeli e pittoreschi compagni : i fratelli Moragna, un pilota francese, un prete-guerriero, il Pelloni e le immancabili donzelle del gruppo, Sara e Elena. Il gruppo si troverà ad affrontare i più impensabili e strani nemici che mente umana possa concepire, creati dai tedeschi.  Eppure in un contesto di guerra,morti e distruzione il lettore si troverà a sorridere e ridere di gusto per le sfaccettature e i modi di fare di certi personaggi. E soprattutto si troverà coinvolto e curioso di sapere cosa accadrà agli strani personaggi di questa storia. L'ambientazione romagnola e l'utilizzo di parole in dialetto rendono ancora più surreale questa vicenda,poiché accadono cose molto lontane dalla realtà in luoghi in essa ben identificabili.  Divertente, surreale e avvincente in modo del tutto inaspettato.