Non avrai il mio shampoo

Ricerca anteprima in corso...
Anteprima non disponibile
epub

€ 2,99
epub
Aggiungi al carrello
Puoi leggere questo ebook sui seguenti device:

Computer

E-Readers

iPhone/iPad

Androids

Kindle

Kobo

Trovi questo ebook solo nel formato epub

Quarta di copertina


Provate a immaginare: una mattina vi svegliate e sentite qualcosa di “peloso” sul cuscino. Pensate sia il gatto, ma non è così. Vi alzate dal letto, vi guardate allo specchio: siete quasi calve. Vi toccate la testa e i pochi capelli che avete ancora vi rimangono in mano come ciuffi d’erba.È quello che accade a Gio in “Non avrai il mio shampoo”, colpita all’improvviso da una forma di alopecia areata.“Noi portatori di testa nuda abbiamo piccole convinzioni: l’alopecia capita alle persone sensibili; non è mai per caso; ti rende, tuo malgrado, migliore. Credo sia vero, ma non per meriti, piuttosto per la fattispecie della malattia stessa: l’alopecia ti lascia sano, non hai dolori, non ti ricoverano da nessuna parte, non devi occuparti di tamponare ferite, di fare riabilitazione. Niente. Non fa altro che portare via la tua immagine, te la strappa di dosso come l’imbianchino la tappezzeria vecchia.”E così, tra pareri medici e parrucche, vacanze al mare, vergogna e moti d’orgoglio, Gio riesce finalmente a guardare in faccia la realtà e a raggiungere il traguardo più difficile, ma anche quello che dà la soddisfazione più grande: accettarsi per come è e volersi ancora più bene.

1 Commento a "Non avrai il mio shampoo"

Solo gli utenti registrati a Bookrepublic possono scrivere recensioni agli ebook.
Effettua il login o registrati!

  • @telenad, 13/07/2015 23:08

    Letto sotto l'ombrellone, eh perché non è che sotto l'ombrellone si leggono solo romanzi d'amore anche se alla fin fine anche questa è una storia d'amore solo che non è un amore verso un ipotetico altro ma verso se stessi. È anche un amore vero in una storia vera, il (magistrale) racconto di un viaggio all'interno e all'esterno di sé e quindi c'è solo una cosa che vorrei dire: grazie per avercelo raccontato questo viaggio perché anche se io non l'ho compiuto (e parrucchiera ed estetista sono un mio grande cruccio) ho imparato qualcosa di me. Consigliatissimo. Il titolo è un cameo e solo leggendo si può apprezzarne la genialità.