La donna col medaglione

Ricerca anteprima in corso...
Anteprima non disponibile
  • Categoria libro:

    Gialli e thriller

  • Anno:

    2016

  • Dimensione del file:

    320,8 KB

  • Protetto con Adobe DRM
  • Lingua:

    ita

  • Isbn:

    9788869822155

epub

€ 5,99
epub
Aggiungi al carrello
Puoi leggere questo ebook sui seguenti device:

Computer

E-Readers

iPhone/iPad

Androids

Kindle

Kobo

Trovi questo ebook solo nel formato epub

Quarta di copertina


“La donna col medaglione”: indagine siciliana per il commissario Cantagallo che tutti gli anni ‘scende’ in Sicilia con la famiglia per le ferie di settembre. A coinvolgerlo è il suo amico maresciallo Saro Bompensiere, paesano di Capobianco come la moglie di Cantagallo, che è il comandante della Stazione dei Carabinieri di San Rocco Etneo. Il commissario non si tira mai indietro di fronte ai delitti e se glielo chiede Bompensiere, ci si butta a capofitto per fare un favore a un amico, anche se sa già che dovrà sacrificare le sue ferie siciliane. Omicidio a scopo di rapina compiuto dalla mafia locale si suppone in un primo momento, per un uomo ucciso a colpi di pistola in un'auto trovata dentro un boschetto sulla strada per Grammichele. Bompensiere però non ne è convinto e vuol vederci chiaro. Per questo non ha esitato a tirarci dentro il commissario in ferie. Stavolta Cantagallo è alle prese con degli oggetti particolari che devono essere decifrati per essere ben compresi. Questi indizi sono talmente strani che lo incuriosiscono: un misterioso telegramma da tradurre, una guida turistica da leggere con attenzione e tanti altri fatti apparentemente semplici e lineari che poi risulteranno complessi e intricati. La matassa da sbrogliare è riccamente intrecciata per un delitto che in apparenza sembra come tanti altri che accadono in quei posti sperduti in mezzo alla Sicilia. Il commissario Cantagallo avrà a disposizione pochi fatti da analizzare e in un primo momento saranno veramente pochi gli elementi con cui potrà costruire il suo “mosaico criminale”. Inizialmente tutto quello che riesce a scoprire indirizza il poliziotto verso una rapina andata male. Poi viene a conoscenza di altri fatti fondamentali che indirizzano l’indagine su un’altra pista. La compravendita di una masseria di asini ragusani, le dichiarazioni di alcuni direttori di banca e la confidenza di una postelegrafonica s’intrecciano in questo giallo, dove la morte corre sul filo del telegrafo. Tutto sembra semplice, forse anche troppo, ma non è così. Poi accade la svolta. La caparbietà di Cantagallo porta al ritrovamento di un fumoso telegramma in dialetto siciliano. Il misterioso telegramma riapre improvvisamente l’indagine verso una nuova pista investigativa imprevedibile. E soprattutto verso l’insospettabile assassino. Il commissario dovrà valutare bene la pista da seguire perché le sorprese non sono ancora finite. Un fatto inaspettato e fondamentale per l’indagine si sovrappone alle tracce che segue Cantagallo, rischiando di portarlo fuori strada. Un fatto inquietante emergerà dal passato e s’intreccerà con il delitto dell’uomo ucciso. Allora tutto sarà chiaro per il commissario che non avrà molto tempo per incastrare il colpevole. Accadrà un ultimo colpo di scena finale che scombussolerà tutto quello che a Cantagallo sembrava chiaro e limpido fino a quel momento. L’assassino sarà svelato all’ultimo istante e l’insospettabile omicida compierà un errore fatale che lo condannerà. Il colpevole sarà smascherato grazie a un particolare che non è sfuggito a Cantagallo e da un abile stratagemma che sarà messo in atto dallo stesso commissario. Il poliziotto in quest'occasione dovrà sporcarsi le mani e non sarà una cosa facile perché Cantagallo conosce benissimo il proverbio che dice: “Chi vuole il pesce pigliare, il culo in mare si deve bagnare”.

4 commenti a "La donna col medaglione"

Solo gli utenti registrati a Bookrepublic possono scrivere recensioni agli ebook.
Effettua il login o registrati!

  • @annacalderini, 08/05/2016 18:43

    Cantagallo indaga in Sicilia "LA VENDETTA" Brava Giulia!!! :) Mi fa piacere che anche tu sia d'accordo con me. Cantagallo mi piace soprattutto perché è un commissario toscano simpatico e caparbio che indaga in Toscana, anche se in questo giallo indaga in Siclia ma poco importa. Anche a me piace molto il tipo di poliziotto che il Marazzoli ha descritto nei suoi gialli, un vero gentleman in formato toscano! In questo nuovo giallo si respirano i profumi dei luoghi siciliani dove il poliziotto si trova comunque a suo agio e dove risolverà il caso maledettamente intrigato di uomo ucciso forse per motivi di mafia. Un giallo bello e interessante, da leggere in un fiato!
  • @giuliettabix, 08/05/2016 18:36

    Cantagallo risolve un'indagine siciliana "IL RITORNO" Brava Anna! Anche io sono del tuo stesso identico parere. Quello di Marazzoli è un gran bel giallo, costruito bene, scritto in maniera scorrevole e con un pizzico di umorismo che non gusta mai. Concordo anche sul commissario che deve essere un gran bell'uomo ma non bello bello esteticamente, piuttosto semmai deve essere un bel tipo nel senso di uomo attraente e galante. Un po' come gli uomini che piacciono tanto a me. Bravo il Marazzoli a descriverlo in questo modo afffascinante. Non deve essere male nemmeno quel maresciallo Bompensiere e anche in gamba. Comunque sono d'accordo con Anna su tutta la linea: bel giallo, bella storia e bei personaggi che abbandoni con tristezza alla fine della lettura del libro. Un giallo da leggere assolutamente!
  • @annacalderini, 08/05/2016 18:27

    Cantagallo indaga in Sicilia Il nuovo giallo di Marazzoli mi ha sorpreso per il suo grande calore umano e la sua suspense particolare. Come al solito il giallo mi è piaciuto molto e devo dire che più leggo i gialli di questo poliziotto e più mi piace. Anche in questa indagine mi ha appassionato subito fin dalle prime pagine. La vera suspense dei gialli di Marazzoli sta nell’effetto sorpresa. Anche in questo giallo tutto sembra andare da una parte e invece all'ultimo momento tutto cambia e il lettore non sa più dove si andrà a finire. Molto bello il finale con il colpo di scena. Anche questo è un giallo particolare che ti prende e non ti lascia più. Il commissario è aiutato nell'indagine da un maresciallo dei Carabinieri siciliano molto simpatico che si darà da fare per risolvere questo misterioso delitto. Ho conosciuto tanti personaggi siciliani simpatici e divertenti che non hanno niente da invidiare a quelli conosciuti nel paese di Collitondi. Veramente un giallo fatto bene che ci fa conoscere una Sicilia un po' diversa da quella raccontata da altri giallisti di genere. Anche questo lo consiglio a tutte le donne come me che vogliono leggere dei gialli simpatici e fatti veramente bene. Ma quanto è bravo questo Cantagallo e deve essere anche un bell'uomo. Un giallo da non perdere!
  • @giuliettabix, 08/05/2016 18:07

    Cantagallo risolve un'indagine siciliana Anche in questo giallo Marazzoli ci tiene col fiato sospeso fino all'ultima pagina. Il suo commissario va in ferie in Sicilia e deve risolvere un delitto ingarbugliato. Il mio commissario toscano preferito non perde il suo smalto lasciando la Toscana, anzi trova un valido aiuto nel maresciallo Bompensiere, un carabiniere tutto d'un pezzo molto simpatico anche lui. Anche in questo giallo mi è piaciuto tantissimo il modo in cui Marazzoli ha delineato il commissario nell'atmosfera siciliana che ha creato all’interno del romanzo. Oltre ad essere indubbiamente un giallo questo romanzo è anche altro, perché nel suo piccolo racconta tante piccole scene di vita quotidiana del commissario. Anche in questa indagine ho apprezzato tantissimo la sottile ironia che caratterizza tutto il romanzo. I motivi per cui ho apprezzato il giallo di Marazzoli sono molteplici e come sempre mi è piaciuta molto l’introduzione delle ricette all’interno della storia. Un giallo bello, coinvolgente e assolutamente da leggere.