Un'esigenza permanente

  • Categoria libro:

    Letteratura

  • Anno:

    2012

  • Dimensione del file:

    250,3 KB

  • Protetto con Social DRM
  • Lunghezza:

    180 pagine (edizione cartacea)

  • Lingua:

    ita

  • Isbn:

    9788874701537

epub

€ 5,99
epub
Aggiungi al carrello
Puoi leggere questo ebook sui seguenti device:

Computer

E-Readers

iPhone/iPad

Androids

Kindle

Kobo

Questo ebook è in formato epub
Altri formati disponibili:
pdf € 5,99

Quarta di copertina


A cent’anni dalla nascita, questo libro prova aoffrire un’idea sintetica di Cesare Pavese, rimettendo a fuoco le categorie fondamentali che emergono dai suoi testi. L’ipotesi dell’«esigenza permanente», che utilizza la definizione che Pavese dava di se stesso, permette di comprendere le sue pagine molto meglio rispetto alla diffusa ipotesi del «vizio assurdo», secondo cui egli si autodistrugge per il fatto stesso di cercare «quid sit veritas» e di non rinchiudersi nel breve orizzonte della letteratura o della politica. La tragedia di Pavese non è stata cercare bensì non trovare una risposta adeguata al «mestiere di vivere», alla grande «smania» con cui l’Odisseo dei "Dialoghi con Leucò" insegue imperterrito l’isola del suo destino, senza accontentarsi, come vorrebberogli «individui autosufficienti», di un’isola e diuna menzogna qualsiasi. Per lui l’uomo, «essendo soltanto mistero, attende da noi la percossa e la mano, attende di essere svegliato e tormentato, messo di fronte al suo dolore e al suo mistero». Le poesie, i dialoghi, i romanzi ci inchiodano con «questi occhi, come di chi fissa nel buio», sempre in attesa di una «chiarezza lontana» e pieni, perfino in piena «notte», di un’ansia di risveglio: «sarà mattino e ricomincerà l’inaudita scoperta, l’apertura alle cose».

0 commenti a "Un'esigenza permanente"

Solo gli utenti registrati a Bookrepublic possono scrivere recensioni agli ebook.
Effettua il login o registrati!