Aloha! Tiki che passione

Ricerca anteprima in corso...
Anteprima non disponibile
pdf

€ 9,99
pdf
Aggiungi al carrello
Puoi leggere questo ebook sui seguenti device:

Computer

E-Readers

iPhone/iPad

Androids

Kindle

Kobo

Trovi questo ebook solo nel formato pdf

Quarta di copertina


Tiki Drinks o Boat drinks Da un’attenta ricerca, per soddisfare l’interesse e la curiosità manifestata per questo genere di drink, ho estrapolato le notizie riguardanti i tiki drinks, che spero siano soddisfacenti per comprendere questa categoria di bevande miscelate, ritornate in auge anche nel nostro continente. Negli anni cinquanta gli Stati Uniti vennero attraversati da quello che può essere considerato uno degli ultimi esotismi del mondo moderno: la mania per tutto ciò che riguardava la Polinesia, in una sola parola: il Tiki. Questa bizzarra passione, che si diffuse a tal punto da estendere la propria influenza ad abbigliamento, musica e balli, cucina e cocktail, arredamento e persino architettura. Anche gli esercizi commerciali si adeguarono presto alla moda imperante, così se lo Sheraton costruì un hotel completamente in stile, in un batter d’occhio si “polinesizzarono” anche numerose sale da bowling e bar. I tiki bar originali fiorirono per circa 30 anni, ma ben dopo qualche decennio divennero fuori moda. Nel 1990, la cultura Tiki è stata ripresa da una nuova generazione di fan e nuovi tiki bar sono stati aperti in tutto il mondo. Spesso sembrano ispirati a “Trader Vic!” e “Don the Beachcomber”. L’ormai famoso “Don the Beachcomber” si trasferì poi alle Hawaii e aprì il “Waikiki Beach”. Anche questo bar fu progettato per evocare il Sud Pacifico, con palme, maschere tiki sulle pareti e sviluppò un menu di cocktail per celebrare i diversi rum esotici assaggiati nel corso degli anni in elaborate ricette segrete, tra cui il popolare Sumatra Kula e lo Zombie cocktail. Donn Beach chiamò anche i suoi cocktail Rhum Rapsodie. Nel suo nuovo bar Bergeron ha creato bevande a base di rum nello stesso modo e con lo stesso prestigio di Beach: il cocktail tiki, quintessenza del Mai Tai, è stato inventato dall’ originale Trader Vic nel 1944. Tra Donn Beach e Trader Vic scoppiò una faida che si protrasse per un lungo periodo, perché entrambi sostenevano di aver inventato il mai tai. I due divennero rivali come i pionieri della cultura tiki. Ed i loro bar divennero catene e continuano ancora oggi a funzionare in tutto il mondo. I Cocktail Tiki sono solo una parte della cultura tiki che si basa su una concezione romantica delle primitive culture polinesiane che continua ancora oggi, anche se ha acquisito sfumature più underground rispetto al suo periodo di massimo splendore, tra gli anni ‘40 e gli anni ‘50. I Tiki party rimangono un tema popolare per molti e le bevande tiki sono le più conosciute e consumate in queste occasioni.

0 commenti a "Aloha! Tiki che passione"

Solo gli utenti registrati a Bookrepublic possono scrivere recensioni agli ebook.
Effettua il login o registrati!