Micromega: 5/2017

Ricerca anteprima in corso...
Anteprima non disponibile
  • Categoria libro:

    Attualità e politica

  • Anno:

    2017

  • Dimensione del file:

    1,1 MB

  • Protetto con Social DRM
  • Lingua:

    ita

  • Isbn:

    9788893100267

epub

€ 9,99
epub
Aggiungi al carrello
Puoi leggere questo ebook sui seguenti device:

Computer

E-Readers

iPhone/iPad

Androids

Kindle

Kobo

Trovi questo ebook solo nel formato epub

Quarta di copertina


"Europa e Usa: democrazia a rischio". È l'allarme lanciato da MicroMega che il 27 luglio sarà in edicola con un numero - dedicato alla memoria di Stefano Rodotà - sulla crisi dei sistemi liberali e sulle nefaste conseguenze dell'austerity. Come invertire la rotta?Il direttore Paolo Flores d'Arcais enuncia 11 tesi per salvare l'Europa, centrate sulll'idea che per uscire sia dal disastro neoliberista che dalla xenofobia lepenista sarebbe necessaria una Costituzione egualitaria, impensabile però nell'attuale Ue . lo storico Ernesto Galli della Loggia replica puntando sulla costruzione di un'identita europea in cui un ruolo centrale lo giochi il cristianesimo esull'introduzione dell'elezione diretta per il presidente della Commissione. Intanto le disuguaglianze hanno ormai abbondantemente superato la soglia di guardia, la disoccupazione è a livelli allarmanti, le tutele dei lavoratori sempre più aggredite. Sul futuro dell'Europa, in questo quadro, dialogano l'ex premier e presidente della Commissione Ue Romano Prodi e l'economista Emiliano Brancaccio: è ancora possibile imprimere all'Ue una svolta progressista? Poi c'è il tema della sovranità perduta. Il progetto di integrazione europea vive oggi la sua fase più nera anche perché i suoi stessi trattati hanno disegnato un modello sociale regressivo in cui gli obiettivi di giustizia sociale sono subordinati al pareggio di bilancio e alla stabilità economica. L'economista Vladimiro Giacché ne sottolinea l’incongruenza con la nostra Carta e il giurista Paolo Maddalena, in un altro saggio, invita a tenerci stretti la nostra Costituzione, dove vige l’interesse comune e non il profitto privato. Nel numero c'è spazio per i commenti post elezioni in Francia e nel Regno Unito di 2 grandi firme : Laurent Joffrin traccia un identikit di Macron e si sofferma sulla sostanziale scomparsa del Partito socialista mentre Daniel Finn analizza la débâcle di Theresa May e l'ascesa, del tutto imprevista, del fenomeno Corbyn.Ma la crisi politica lascia aperta la porta anche a esperimenti di democrazia radicale. È quello che è accaduto per esempio in Islanda, dove è stato sperimentato un inedito percorso di riscrittura della Costituzione dal basso, un interessante laboratorio di contaminazione fra democrazia diretta e rappresentativa di cui ci parla la filosofa Hélène Landemore in conversazione con Gloria Origgi. Di grande interesse sono anche gli esperimenti democratici che si stanno portando avanti in alcune città europee, a partire da Barcellona: come ci racconta il sociologo Joan Subirats è dalle città che può ripartire un autentico percorso di giustizia sociale e libertà. ""E' necessario un ritorno dell'utopia"" chiosa in un altro articolo l'europarlamentare Curzio Maltese che pensa ad una sinistra con proposte rivoluzionarie come proibire per legge la povertà, capovolgere le politiche fiscali in senso redistributivo e sancire il bando totale degli armamenti nucleari...

0 commenti a "Micromega: 5/2017"

Solo gli utenti registrati a Bookrepublic possono scrivere recensioni agli ebook.
Effettua il login o registrati!