Il Barone

  • Categoria libro:

    Gialli e thriller, Letteratura

  • Anno:

    2011

  • Dimensione del file:

    455,0 KB

  • Protezione DRM FREE
  • Lingua:

    ita

  • Isbn:

    9788897513452

epub

€ 4,99
epub
Aggiungi al carrello
Puoi leggere questo ebook sui seguenti device:

Computer

E-Readers

iPhone/iPad

Androids

Kindle

Kobo

Trovi questo ebook solo nel formato epub

Quarta di copertina


Un intrigo internazionale di mafia e droga Il Barone, detto il “grosso”, da anni ricercato dalla polizia ellenica, quando pareva prossimo a cadere in qualche trappola, inspiegabilmente ne sgusciava via come un’anguilla. Un malavitoso senza scrupoli si muove tra la Grecia e l’Italia, tra omicidi, ricatti e un incontrollabile fiume di droga. Dopo l’alleanza con un capo mafia il suo potere dilaga. Una squadra di investigatori italiani inizia a lavorare con gli agenti greci, scoprendo gli intrighi e gli omicidi. Riusciranno però a fermare il Barone?

1 Commento a "Il Barone"

Solo gli utenti registrati a Bookrepublic possono scrivere recensioni agli ebook.
Effettua il login o registrati!

  • @Luisa66, 11/01/2012 17:06

    Un thriller poliziesco, dove lo scrittore Giacovazzi, oltre alla figura del Barone che occupa meritatamente il ruolo centrale di protagonista, ci fa scoprire, pagina dopo pagina,altri personaggi che non vanno affatto considerati di “contorno”; essi formano un “ cast” che integra pienamente l’intero racconto. Mi ha particolarmente colpito la figura di Alfio, l’uomo che ha dedicato la sua vita al fedele servizio del Cordaro.E’ una semplice comparsa o un protagonista importante? E’ stato necessario mettermi nei suoi panni o, per essere più precisi, nella sua mente di malavitoso incallito ma guidato sempre da un senso di “ bontà ”per arrivare a cogliere l’essenza della sua figura. Se si pensa, infatti, a quanti delitti, ha commesso non si può dire che sia un “buono”.Se si considera il suo stato d’animo quando prova pena nel veder soffrire le sue vittime, colpite a morte dalla pistola maldestramente usata e che tardano a morire, si può arrivare a giustificarlo. Quando infine Alfio decide di usare il coltello, arma micidiale nelle sue abili mani e uccide le sue vittime per così dire “umanamente”, senza cioè vederle soffrire, non resta ombra di dubbio: si scopre un altro vero protagonista ! Nikos, il tenente Trentin, l’affascinante Vicky, … cercate di scoprire questi personaggi, immaginate quale potrebbe essere la prossima mossa di ciascuno di essi e come in un film lasciatevi trasportare, salvo poi costatare che molte volte la realtà supera la fantasia.