Testi scolastici 2.0

Ricerca anteprima in corso...
Anteprima non disponibile
  • Categoria libro:

    Saggistica, Pedagogia e discipline educative

  • Anno:

    2012

  • Dimensione del file:

    568,2 KB

  • Protetto con Social DRM
  • Lunghezza:

    100 pagine (edizione cartacea)

    9300 parole

  • Lingua:

    ita

  • Isbn:

    9788898001118

epub

€ 0,99
epub
Aggiungi al carrello
Puoi leggere questo ebook sui seguenti device:

Computer

E-Readers

iPhone/iPad

Androids

Kindle

Kobo

Trovi questo ebook solo nel formato epub

Quarta di copertina


La scuola non può ancora dirsi davvero digitale? Quello che è certo è che gli studenti lo sono già: ma non commettete l’errore di sottovalutare gli insegnanti. Se volete farvi un’idea di come poter lavorare da subito insieme ai vostri alunni con i testi digitali e la Rete, questo manuale fa per voi: consigli pratici di didattica e metodo per cominciare subito e includere nel lavoro di ogni giorno nuovi strumenti per studiare e imparare collaborando.«A questo punto direi che si può passare alla fase operativa: come diventare autori del proprio libro di testo o manuale scolastico, coinvolgendo gli studenti nella sua costruzione.»

1 Commento a "Testi scolastici 2.0"

Solo gli utenti registrati a Bookrepublic possono scrivere recensioni agli ebook.
Effettua il login o registrati!

  • @melamela, 27/12/2012 20:52

    5 stelline. Questa volta sono l'autrice del libro che commento, cerco di farlo con la stessa disposizione avuta verso i libri che ho letto e i prossimi che leggerò. E' un testo tecnico, un manuale di didattica con strumenti tecnologici che sto sperimentando nella mia scuola con colleghi "coraggiosi", preparati e pieni di buon senso indirizzato, sia alle famiglie che sborsano tanti soldi per testi che sono poco utilizzati, sia agli studenti che chiedono una didattica più partecipativa che li renda "intraprendenti". Come insegnante sono abituata da sempre ad arrangiarmi nell'uso degli spazi e degli attrezzi, non ho mai trovato condizioni ideali di lavoro, per questo motivo ogni volta invento, metto insieme, integro, sopperisco alla mancanza di ciò che non ho, con quello che invece mi trovo di volta in volta. Penso che questa abitudine alla fantasia mi abbia permesso di costruire una metodologia che tiene conto delle esigenze costruttive del sapere per gli studenti, con strumenti informatici, semplici e gratuiti. Consiglio la lettura ai miei colleghi.