Chiarelettere

Chiarelettere
Chiarelettere

L'Editore


Chiarelettere


Chiarelettere nasce nel maggio del 2007 come editore multimediale indipendente (libri, dvd, blog) con l’intento di creare uno spazio di informazione e di approfondimento libero, distante dall’influenza di partiti, associazioni, gruppi economici e religiosi. Per questo, fin dall’inizio, ha avuto l’appoggio di tanti autori che lavorano in modo autonomo e che si sono identificati nel progetto di Chiarelettere: siano essi magistrati, giornalisti, professori, vignettisti, reporter, musicisti. Ampi sono stati i riconoscimenti all’estero dell’attività di Chiarelettere con articoli apparsi su «Le Monde», «Financial Times», «LivresHebdo». Fin dall’inizio la presenza di Chiarelettere sul web è stata forte e ha contribuito all’affermazione del marchio. Il blog Voglio scendere di Corrias, Gomez e Travaglio è stato seguito da decine di migliaia di lettori al giorno. Ora il blog è stato sostituito da Cado in piedi, un nuovo social network, un organo di informazione e approfondimento aperto al libero contributo di tutti gli autori della casa editrice e a chi vuole collaborare. Unico requisito: la competenza. Anche il sito di Chiarelettere è stato completamente rinnovato e rilanciato. Nel 2009 Chiarelettere è entrata nell’azionariato del giornale «il Fatto Quotidiano».

Come è profondo il mare

Quanta plastica può tollerare il nostro organismo? Quanto mercurio c'è nel pesce che mangiamo? L'Adriatico è una discarica di tritolo? Perché meduse e alghe aliene invadono i nostri mari? A queste domande pochi sanno rispondere, non vi è coscienza di quanto oggi accade nel mare, come e perché il Mediterraneo e gli oceani stiano mutando rapidamente sotto i nostri occhi inconsapevoli. Da qui nascono tre reportage che Carnimeo ha scritto navigando oltre le rotte convenzionali nel mare di plastica, nel mare di mercurio e nel mare di tritolo: un'immensa discarica, fotografia e conseguenza del modo in cui abbiamo scelto di vivere. C'è però chi non ci sta a lasciare questa pesante eredità alle generazioni future. Un libro che è denuncia e racconto insieme.

  • Formato: epub
€ 5,99

Protetto con Adobe DRM

I diari di Falcone

Dalle agende elettroniche di Giovanni Falcone, nuovi inquietanti misteri sulla strage di Capaci.

Negli ultimi sei mesi il giudice annotò tutti i suoi impegni su due databank.
Ma troppe cose non tornano.

Con un’intervista inedita all’avvocato Salvatore Petronio che difese Salvatore Biondino, l’uomo considerato il trait d’union tra Riina e il commando.

Le agende di Giovanni Falcone entrarono e uscirono velocemente nella vicenda della strage di Capaci. A distanza di molti anni, dopo processi, depistaggi, falsi testimoni, morti sospette, e diversi interrogativi irrisolti, questo libro recupera materiali rivelatori che sono stati trascurati nelle inchieste della magistratura e che invece aiutano a capire che cosa è successo quel 23 maggio 1992. E perché.
Le agende personali fanno paura: quella di Borsellino è scomparsa e quelle di Falcone, esaminate dai periti Gioacchino Genchi e Luciano Petrini (morto troppo presto), nonostante strane interruzioni, pongono domande decisive: sugli incontri del giudice con funzionari russi per indagare sui finanziamenti clandestini del Pcus; su come sia stato possibile che la mafi a sapesse il giorno e la data del suo viaggio a Palermo; sul suo misterioso viaggio a Washington; su dove sia stato tra il 28 aprile e il primo maggio prima dell’attentato; e molte altre ancora.
In questa meticolosa inchiesta, l’autore mette in relazione fatti, testimonianze, appunti personali, e traccia un quadro inedito che apre nuovi scenari sulla morte del giudice, dimostrando come essa vada inserita all’interno di una più generale strategia di destabilizzazione che ha interessato il nostro paese alla fine della Prima repubblica.

  

  • Formato: epub
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

Intrigo internazionale

CI SONO VERITÀ CHE NON HO MAI POTUTO DIRE... AVREBBERO POTUTO AVERE EFFETTI DESTABILIZZANTI SUGLI EQUILIBRI INTERNI E INTERNAZIONALI.

Rosario Priore, giudice istruttore per il caso Moro, Ustica, il tentato omicidio di Giovanni Paolo II e altri casi di eversione rossa e nera



L’indicibile della storia italiana. La domanda di fondo è: perché l’Italia dal 1969 è stata funestata dal terrorismo e dalla violenza politica con centinaia di morti e migliaia di feriti? Perché solo nel nostro paese? Tutte le inchieste giudiziarie hanno dato finora molta importanza al ruolo dei servizi segreti deviati, della P2, della Cia. Risultato: nessuna verità giudiziaria, nessuna verità storica. Rosario Priore, il magistrato che si è occupato di eversione nera e rossa, di Autonomia operaia, del caso Moro, di Ustica, dell’attentato a Giovanni Paolo II, qui prova a rispondere cambiando completamente scenario. E strumenti di analisi. Grazie ad anni di ricerche, testimonianze, prove, carte private, incontri con ex terroristi, agenti segreti e uomini politici anche stranieri, Priore ricostruisce uno scenario internazionale inedito per spiegare il terrorismo e la strategia della tensione in Italia, testimoniando la verità che finora nessuno ha potuto certificare attraverso le sentenze. Colpita la manovalanza (e non sempre), la giustizia si è infatti dovuta fermare senza arrivare a scoprire il livello più alto dei responsabili. Siamo stati in guerra, senza saperlo. L’egemonia del Mediterraneo, il controllo delle fonti energetiche ci hanno messo in rotta di collisione con l’asse franco-inglese che non ha mai sopportato il nostro rapporto privilegiato con la Libia. Ecco chi era il terzo giocatore dopo Urss e Stati Uniti. Non stupisce allora che gli inglesi fossero favorevoli a un colpo di stato in Italia nel 1976 per fermare il Pci e controllare il paese. Dall’altra parte la Cecoslovacchia, la Germania comunista e la Stasi avevano buon gioco ad alimentare il terrorismo. Ustica, Piazza Fontana, il caso Moro, la strage di Bologna vanno collocati in questo contesto internazionale: cadono così molte facili convinzioni e vecchie ricostruzioni, giornalistiche e persino giudiziarie, mostrano tutta la loro inconsistenza. L’intrigo italiano è in realtà internazionale.

  • Formato: epub
€ 4,99

Protetto con Adobe DRM

  • Novità Bookrepublic
Manifesto contro il potere distruttivo Salvatore Giannella, Maria Rita Parsi
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

  • Novità Bookrepublic
Manifesto contro il potere distruttivo Salvatore Giannella, Maria Rita Parsi
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

  • Novità Bookrepublic
DepiStato Sandra Rizza, Giuseppe Lo Bianco

DepiStato

  • Formato: pdf
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

  • Novità Bookrepublic
DepiStato Sandra Rizza, Giuseppe Lo Bianco

DepiStato

  • Formato: epub
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

L'affaire Soros

  • Formato: epub
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

L'affaire Soros

  • Formato: pdf
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

Sillabario dell'amor crudele

  • Formato: epub
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

Addio Cosa nostra

  • Formato: pdf
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

Addio Cosa nostra

  • Formato: epub
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

Fermate il capitano Ultimo!

  • Formato: pdf
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

Fermate il capitano Ultimo!

  • Formato: epub
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

I demoni di Salvini

  • Formato: pdf
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

I demoni di Salvini

  • Formato: epub
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

Non sono il mio tumore

  • Formato: epub
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

Me ne frego

  • Formato: pdf
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

Prosperità

  • Formato: pdf
€ 6,99

Protetto con Adobe DRM

Prosperità

  • Formato: epub
€ 6,99

Protetto con Adobe DRM

Non sono il mio tumore

  • Formato: pdf
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

Me ne frego

  • Formato: epub
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

Il genio infelice

  • Formato: epub
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM