Feltrinelli Editore

Feltrinelli Editore
Feltrinelli Editore

L'editore


Feltrinelli Editore


Il 18 giugno 1955 Giangiacomo Feltrinelli, tre redattori e la segretaria festeggiano in un caffè di Milano la pubblicazione dei primi due libri della casa editrice: l'Autobiografia di Nehru e Il flagello della svastica di Lord Russell di Liverpool. Giangiacomo Feltrinelli, che nel 1954 ha fondato la Biblioteca, vuole creare attraverso la casa editrice uno strumento di diffusione delle idee, accessibile a vasti settori popolari. Nel 1957, la casa editrice si fa conoscere in tutto il mondo grazie a un romanzo, Il Dottor Živago di Boris Pasternàk, il primo bestseller internazionale uscito dall’Italia nella storia dell’editoria. Il successo del Dottor Živago è rafforzato l'anno successivo (1958) con la pubblicazione del Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Alla casa editrice Feltrinelli spetta il merito di aver fatto conoscere in Italia gli autori e le opere più significative della scena editoriale internazionale. Oltre ad autori di chiara fama come Richard Ford, Amos Oz, Daniel Pennac, Jonathan Coe, Ryszard Kapuscinski, Jürgen Habermas, Michel Foucault, Pierre Bourdieu, Hannah Arendt, Howard Gardner, Kurt Vonnegut, Péter Esterházy, Isabel Allende, James Graham Ballard, Feltrinelli è anche l’editore dei premi Nobel Nadine Gordimer, Imre Kértesz, José Saramago, Doris Lessing, Muhammad Yunus, Herta Mueller, ecc.

Tu, mio

C’è un’estate brusca nell’età giovane in cui s’impara il mondo di corsa. In un’isola del Tirreno, in mezzo agli anni cinquanta del secolo, un pescatore che ha conosciuto la guerra e una giovane donna dal nome difficile, senza intenzione, trasmettono a un ragazzo la febbre del rispondere.

  • Formato: epub
€ 4,99

Protetto con Adobe DRM

La Cina in dieci parole

“La società cinese di oggi è grottesca: bellezza e oscenità, progresso e arretratezza coesistono” Un illuminante e coraggioso vademecum del pianeta Cina, articolato in dieci parole chiave – alcune storiche come “popolo” e “rivoluzione”, altre più recenti come “taroccato” e “intortare” –, in cui Yu Hua tocca i punti nevralgici di una società malata e svela cosa si nasconde dietro i numeri trionfali di uno sviluppo tanto rapido quanto sbilanciato. La Cina in dieci parole non è un’invettiva che strizza l’occhio al lettore, ma un canto appassionato delle sofferenze di un popolo, della meschinità degli esseri umani e della loro grandezza. È coraggioso perché racconta lo svuotamento di senso della parola “popolo” del dopo Tian’anmen, l’insospettabile fallimento delle Olimpiadi di Pechino, la tragedia di orde di venditori abusivi, l’orrore delle demolizioni forzate e un paese dove non esistono più leader. Ma soprattutto, Yu Hua ama raccontare storie, tenere, comiche, esilaranti, terribili, commoventi: migliaia di bambini nelle campagne remote che ignorano il gioco del calcio, Obama che campeggia sorridente sui cartelloni pubblicitari di un’imitazione del BlackBerry, gente che si accalca per strada per stringere la mano a “una sosia” di Mao… La Cina raccontata in dieci parole da uno dei più grandi scrittori cinesi: dieci paia di occhi con cui osservare il paese, dieci prospettive diverse in cui si intrecciano grandi e piccole storie che rivelano il cuore nascosto dell’universo cinese.

  • Formato: epub
€ 6,99

Protetto con Adobe DRM

Appia

Paolo Rumiz ha percorso a piedi, con un manipolo di amici, la prima grande via europea, l’Appia, e ce ne riconsegna l’itinerario perduto, da Roma fino a Brindisi. Lo ha fatto spesso cavando dal silenzio della Storia segmenti cancellati, e ora ci chiama come un pifferaio magico a seguirlo con le gambe e l’immaginazione lungo la via del nostro giubileo, la nostra Santiago di Compostela, della quale viene restituito l’itinerario dopo un secolare abbandono. Da Orazio ad Antonio Cederna (appassionato difensore dell’Appia dalle speculazioni edilizie), da Spartaco a Federico ii, prende corpo una galleria di personaggi memorabili e, mentre si costeggiano agrumeti e mandorleti, si incontrano le tracce di arabi e normanni. Intanto le donne vestite di nero, i muretti a secco, la musicalità della lingua anticipano l’ingresso nell’Oriente. Per conquistarsi le meraviglie di un’Italia autentica e segreta è necessario però sobbarcarsi anche del lavoro sporco – svincoli da aggirare, guardrail, sentieri invasi dai canneti, cementificazioni, talvolta montagne intere svendute alle multinazionali dell’acqua e del vento – e affrontare la verità dei luoghi pestando la terra col “piede libero”. “È nei villaggi più remoti,” ha scritto il “New York Times” dell’opera di Paolo Rumiz, “tra i laghi e i boschi, in mezzo alla gente comune, che la vera vita delle nazioni rivela la sua trama di colori.” Al racconto fanno da contrappunto le mappe disegnate da Riccardo Carnovalini, che ha trovato il percorso sulle carte, nelle foto aeree e sul terreno, e che ha descritto l’itinerario nel libro: un contributo prezioso e uno strumento utilissimo – considerata l’assenza di segnaletica – per chi volesse seguire le orme di questa marcia d’avanscoperta.

  • Formato: epub
€ 6,99

Protetto con Adobe DRM

La mia Africa

Vissuta fino al '31 in una fattoria dentro una piantagione di caffè sugli altipiani del Ngong, Karen Blixen ha descritto con una limpidezza senza pari il suo rapporto d'amore con un continente. Sovranamente digiuna di politica, ci ha dato il ritratto forse più bello dell'Africa, della sua natura, dei suoi colori, dei suoi abitanti. I Kikuyu che nulla più può stupire, i fieri e appassionati Somali del deserto, i Masai che guardano, dalla loro riserva di prigionieri in cui sono condannati a estinguersi, l'avanzata di una civiltà "che nel profondo del loro cuore odiano più di qualsiasi cosa al mondo". Uomini, alberi, animali si compongono nelle pagine della Blixen in arabeschi non evasivi, in una fitta trama di descrizioni e sensazioni che, oltre il loro valore documentario, rimandano alla saggezza favolosa di questa grande scrittrice, influenzando in modo determinante i contenuti della sua arte : "I bianchi cercano in tutti i modi di proteggersi dall'ignoto e dagli assalti del fato; l'indigeno, invece, considera il destino un amico, perché è nelle sue mani da sempre; per lui, in un certo senso, è la sua casa, l'oscurità familiare della capanna, il solco profondo delle sue radici".

  • Formato: epub
€ 6,99

Protetto con Adobe DRM

Reinventare la copertina

  • Formato: pdf
€ 0,00

Protezione DRM FREE

€ 0,99

Protetto con Adobe DRM

€ 0,99

Protetto con Adobe DRM

Estate 1969

  • Formato: pdf
€ 0,99

Protetto con Adobe DRM

€ 0,99

Protetto con Adobe DRM

No alla guerra!

  • Formato: pdf
€ 0,99

Protetto con Adobe DRM

€ 0,99

Protetto con Adobe DRM

Dono

  • Formato: pdf
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

Pompei, Italia

  • Formato: pdf
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

Tao Te Ching

  • Formato: epub
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

€ 12,99

Protetto con Adobe DRM

€ 4,99

Protetto con Adobe DRM

Occupy Wall Street

  • Formato: pdf
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

I migliori di noi

  • Formato: pdf
€ 11,99

Protetto con Adobe DRM

  • Novità Bookrepublic
Psiche e techne Umberto Galimberti

Psiche e techne

  • Formato: epub
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

  • Novità Bookrepublic
Android 9 Massimo Carli

Android 9

  • Formato: epub
€ 34,99

Protetto con Social DRM

  • Novità Bookrepublic
Alcesti Euripide

Alcesti

  • Formato: epub
€ 2,99

Protetto con Adobe DRM

  • Novità Bookrepublic
L'importanza di far l'onesto Oscar Wilde

L'importanza di far l'onesto

  • Formato: epub
€ 2,99

Protetto con Adobe DRM

  • Novità Bookrepublic
Nuvole nere Pasquale  Ruju, Andrea  Cavaletto

Nuvole nere

  • Formato: epub
€ 7,99

Protetto con Adobe DRM

  • Novità Bookrepublic
Uomini, tecniche, economie Carlo M. Cipolla

Uomini, tecniche, economie

  • Formato: epub
€ 6,99

Protetto con Adobe DRM