Elezioni presidenziali negli Stati Uniti d'America del 2016


Elezioni presidenziali negli Stati Uniti d'America del 2016: i libri e le voci dei protagonisti e i testi del presidente uscente.

I segreti del successo secondo Donald J. Trump

Successo è prendere in mano il proprio destino. Successo è passione, grinta, determinazione. Donald Trump ha molto da dire sul successo. Ha conosciuto momenti difficili e li ha superati. È l'emblema del "non arrendersi mai", testimone vivente della filosofia del pensiero positivo applicata con il massimo pragmatismo a tutte le situazioni, senza fare sconti a nessuno. È il boss. Una raccolta delle sue idee e dei suoi consigli per chi vuole migliorarsi continuamente. Perché il mare è pieno di squali che cercano di divorarti e il successo П solo per quelli che non mollano. Mai. Parola di Donald Trump.

  • Formato: epub
€ 7,49

Protetto con Adobe DRM

Scelte difficili

«Ciascuno di noi si trova di fronte a scelte difficili, nella propria vita», scrive l'autrice all'inizio del suo personale resoconto degli anni vissuti al centro dei più importanti avvenimenti nel mondo. «Il senso della vita risiede proprio nel compiere simili scelte, e il modo in cui le affrontiamo definisce la nostra identità.» Dopo la sua corsa alle primarie del 2008, Hillary Rodham Clinton si accingeva a riprendere il suo posto di rappresentante dello Stato di New York nel Senato degli Stati Uniti. Con sua grande sorpresa, quello che fino a poco prima era stato il suo rivale, il neoeletto presidente Barack Obama, le offrì invece il ruolo di segretario di Stato. Questo libro è la cronaca di quei quattro storici e straordinari anni e delle scelte difficili con cui Hillary Rodham Clinton e i suoi collaboratori si sono confrontati. Il segretario Clinton e il presidente Obama hanno dovuto decidere come ricomporre alleanze incrinate, portare a conclusione due conflitti e far fronte a una crisi economica globale; insieme, hanno gestito i rapporti con un concorrente sempre più temibile, la Cina, le crescenti minacce dall'Iraq e dalla Corea del Nord, le rivoluzioni in tutto il Medio Oriente. Lungo il percorso hanno affrontato dilemmi tra i più spinosi della politica estera americana di tutti i tempi, in particolare la decisione di mettere in pericolo la vita dei propri soldati nelle zone più a rischio, dall'Afghanistan alla Libia, o nella caccia a Osama Bin Laden. Al termine del suo mandato, il segretario Clinton aveva visitato centododici Paesi, viaggiato per un milione e mezzo di chilometri e acquisito una visione davvero globale delle principali tendenze che andavano delineando il panorama del Ventunesimo secolo, dalla diseguaglianza economica ai mutamenti climatici, alla rivoluzione nei settori di energia, comunicazione e salute. Attingendo alle sue conversazioni con i leader politici e i massimi esperti mondiali, in ""Scelte difficili"" tratteggia la sua idea di ciò che servirebbe agli Stati Uniti per continuare a essere un Paese florido e competitivo in un mondo interdipendente. Si leva in un'accorata difesa dei diritti civili e di una piena partecipazione delle donne, dei giovani e della comunità LGBT alla vita della società. Testimone acuta di decenni di mutamenti sociali, distingue con sicurezza i cambiamenti sostanziali e duraturi dai fenomeni passeggeri e descrive con lucidità i progressi in atto, giorno dopo giorno, in ogni parte del mondo. I resoconti dei colloqui con i più alti rappresentanti della diplomazia mondiale fanno di ""Scelte difficili"" una vera e propria lezione magistrale sulle relazioni internazionali, nonché un'analisi efficace e unica di come impiegare al meglio lo smart power per garantire sicurezza e prosperità in un mondo in rapido mutamento... Un mondo in cui l'America rimane la nazione indispensabile.

  • Formato: epub
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

Il meglio deve ancora avvenire

Sono passati cinque anni da quando, nel gennaio del 2008, Barack Obama cominciò la sua battaglia per la conquista della Casa Bianca. La sua sfida di un rilancio del primato americano, basato su una nuova piattaforma ideale e politica – allargamento dei diritti e redistribuzione delle opportunità, in politica interna; ricerca di una nuova strategia in politica estera –, si presentava come una svolta radicale rispetto all’eredità della precedente amministrazione Bush. La battaglia elettorale, prima per le primarie democratiche, poi per le presidenziali del novembre 2008, si era conclusa con un trionfo che aveva sancito anche un cambio di stile, un’innovazione radicale nella comunicazione politica, la nascita di grandi aspettative di cambiamento. Il passaggio dalle promesse alla realtà (verrebbe da dire dalla poesia alla prosa), in questi quattro anni di primo mandato, fino alla non scontata rielezione, ha rappresentato di certo una vicenda più difficile e controversa, segnata dai venti di una profonda crisi economica globale, dalle difficoltà del cambiamento interno, e dai ripiegamenti che ne sono seguiti. Eppure, proprio nell’impatto con la difficile realtà del governo, la prospettiva politica di Obama presidente risulta non meno importante di quella dell’outsider innovatore. Questo libro raccoglie i discorsi più significativi del primo mandato, per arrivare al discorso di insediamento del secondo mandato nel gennaio 2013. Vi si troveranno l’annuncio della morte di Osama bin Laden, l’appassionata difesa di una riforma sanitaria solo parzialmente riuscita, la rivendicazione del salvataggio della Chrysler grazie a un forte finanziamento pubblico, la lettura del fenomeno della «primavera araba» e le difficili scelte sullo scacchiere medio-orientale, fino al raggiungimento dell’accordo fiscale. In un mondo che esalta troppo spesso le virtù taumaturgiche della leadership personale, la figura di Obama presidente si presenta con una sua peculiarità forte, con uno spessore che ne rende il ritratto forse meno oleografico, ma di certo sempre più centrale nello scenario della politica mondiale.

  • Formato: pdf
€ 10,99

Protetto con Adobe DRM

Obama il grande

Da uno dei massimi esperti in Italia di storia americana un libro controcorrente su Barack Obama, il «grande presidente» che ha rinnovato la politica estera degli Stati Uniti e ha affrontato le diseguaglianze tra ricchi e poveri. Mentre Obama si appresta a lasciare la Casa Bianca, Massimo Teodori traccia un primo bilancio del suo operato, rispondendo ad alcuni interrogativi: ha portato l'America alla decadenza o ha rinnovato il Paese più ricco e potente del mondo? Ha combattuto il terrorismo o ha favorito, con l'isolazionismo, l'avanzata dell'Isis? Ha affrontato il razzismo o non è riuscito a ridurre le tensioni che agitano la società americana? È stato dalla parte dei ricchi di Wall Street o del ceto medio di Main Street? In breve: la sua presidenza è stata un successo o un fallimento? La seconda parte del volume contiene una guida indispensabile per tutti coloro che vogliono comprendere la macchina della democrazia statunitense e farsi un'idea di come si svolgeranno le presidenziali del 2016, dalle primarie alle convenzioni nazionali, fino all'elezione popolare dell'8 novembre.

  • Formato: epub
€ 7,99

Protetto con Adobe DRM

Limes - Texas, l’America futura

Questo numero di Limes si addentra in un pezzo d’America poco conosciuto, eppure strategico sotto molteplici profili: demografico, economico, tecnologico, militare, geografico, politico, sociale. Un luogo in cui si misurerà nei prossimi anni l’impatto dell’immigrazione ispanica sul sostrato anglo-germanico della nazione statunitense.L’ampia prima parte – La Stella solitaria – ripercorre le tappe storiche della formazione dello Stato texano e della sua travagliata inclusione nella Federazione.La seconda parte – Made in Texas – getta luce sulla specificità culturale e sociale del Texas, al contempo eccezione e parte integrante del più ampio contesto statunitense.La terza parte – Rio Grande / Rio Bravo – analizza la cruciale dimensione frontaliera, quasi binazionale del Texas, specie delle aree prossime al confine con il Messico.Nella sezione extra Limes in più, gli articoli di John Hulsman (“Europa, attenta a Clinton!”), del viceministro degli Esteri Mario Giro (“Capire Ventotene”) e di Daniele Santoro (“La grande svolta di Erdoğan”). In appendice, la rubrica La storia in carte curata da Edoardo Boria.

  • Formato: epub
€ 9,99

Protetto con Social DRM

Pensa in grande e manda tutti al diavolo

Donald Trump è un personaggio carismatico e imprevedibile che ha costruito un impero economico, più volte è caduto e si è risollevato e non cessa di combattere la sua battaglia nel business, senza esclusione di colpi. Proveniente da una famiglia media, ha cominciato come immobiliarista a New York ed è diventato l'incarnazione del lottatore di successo, consacrato come star anche in TV in un reality show in cui i partecipanti si contendono la possibilità di lavorare per lui. Oggi Donald Trump è uno degli uomini più ricchi del mondo, a capo di un gruppo internazionale che va dagli hotel di lusso ai campi da golf, dall'abbigliamento ai grandi mezzi di comunicazione. Ma qual è il segreto del suo successo? Pensare in grande, credendo in se stessi, nei propri sogni, nelle proprie decisioni senza paure né limiti e… al diavolo critici e oppositori! In questo volume franco, Trump racconta la sua vita con la grinta (e la cattiveria) che lo contraddistingue e illustra ai lettori la sua formula per il potere e la ricchezza: cogliere il momento giusto vendicarsi, quando farlo e perché è così bello non perdere mai di vista l'obiettivo lavorare con passione vincere la paura creare la propria fortuna concludere i contratti giusti, non solo negli affari ma anche nel… matrimonio.

  • Formato: epub
€ 8,99

Protetto con Adobe DRM

Hillary

La parabola personale di Hillary, da quarant'anni insediata ai vertici e nel ventre del potere americano, ripercorre la vicenda di questa grande nazione.

Le conclusioni sono ancora tutte da scrivere.

«Sono molto orgogliosa di essere stata una Goldwater girl, avevo idee radicate nel conservatorismo. Io non sono nata democratica.» È da questo paradosso, solo apparente, che Gennaro Sangiuliano prende le mosse per ricostruire il lungo cammino politico e sentimentale di Hillary Rodham Clinton, ex First Lady, ex Segretario di Stato durante l'amministrazione Obama ma, soprattutto, prima candidata donna alla presidenza degli Stati Uniti d'America.

Nata nel 1947 a Park Ridge, sobborgo di Chigago, Hillary cresce con la passione politica che respira in famiglia – il padre è un convinto anticomunista – e quel Goldwater per il quale parteggia non è altro che il candidato repubblicano nella campagna presidenziale del 1964. Dopo la febbrile stagione del '68 e della contestazione studentesca – sono gli anni della guerra in Vietnam e delle battaglie per i diritti civili – Hillary matura una diversa coscienza politica e a Yale, dove si è iscritta per diventare avvocato, fa un incontro che le cambia la vita. Conosce un giovane brillante e carismatico dell'Arkansas («pareva un vichingo, con i capelli lunghi e la barba incolta…»), si chiama Bill e se ne innamora subito. Nasce una coppia, anzi, un vero e proprio sodalizio. Insieme si completano a vicenda: lui geniale, estroverso ma disordinato e incostante; lei diligente, perfezionista, ma capace di suscitare grandi antipatie. Entrambi puntano a una prestigiosa carriera politica e alla conquista del potere. E ci riescono. Hillary entra nello staff legale della commissione Giustizia della Camera che si occupa dell'impeachment di Nixon dopo lo scandalo Watergate; Bill diventa prima attorney general e poi governatore democratico dello Stato dell'Arkansas. E quello sarebbe stato solo l'inizio…

Nel descriverci, in pagine appassionanti e documentate, sconfitte e vittorie di una donna ambiziosa e determinata, che ha saputo tenere insieme vita privata e profilo pubblico superando ogni tipo di sfida – a cominciare dagli scandali sessuali del marito –, Sangiuliano ci svela segreti e retroscena della «dinastia Clinton», finendo per raccontarci anche un pezzo di America, i suoi slanci ideali e le sue contraddizioni.

  • Formato: epub
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

Di voi io canto

Il messaggio d’affetto scritto dal presidente degli Stati Uniti alle sue bambine Sasha e Malia: una galleria di grandi esempi dal mondo dell’arte, della politica, dello sport, della scienza, per incoraggiare tutti i bambini del mondo a scegliersi modelli alti, ma anche semplicemente l’atto d’amore di un papà che riconosce e incoraggia le inclinazioni delle sue figlie. Ebook ottimizzato per Tablet, Mac e PC

  • Formato: epub
€ 9,99

Protetto con Adobe DRM

Hillary Clinton: Le mie confessioni

La vita e le idee della prima candidata donna alla Casa Bianca per le Presidenziali del 2016. Chi è precisamente Hillary Clinton? Da quando ha annunciato la sua candidatura alla Casa Bianca, nel mese di Aprile 2015, e dunque potrebbe molto probabilmente diventare la prima donna che sia mai stata eletta presidente degli Stati Uniti d’America, la domanda è quanto mai rilevante. La Clinton chiede aiuto alla sua psichiatra per riuscire ad affrontare l’ultimo tradimento del marito. La Dottoressa Darcy Dale la incoraggia ad aprirsi e a raccontare il suo passato. Le sessantanove sedute qui romanzate, sulla base però di una scrupolosa ricerca dell’autrice, riveleranno molti aspetti della vita della ex First Lady, Senatrice degli Stati Uniti ed ex Segretario di Stato. Il libro offre uno sguardo attento e scrupoloso su Hillary tanto da risultare più interessante di una mera biografia o autobiografia, perché l’autrice è incredibilmente abile nel ritrarla e nel rendercela umana. La Clinton nel corso dei colloqui mostra i suoi veri sentimenti e piange, raccontando che nella sua vita ha avuto molti momenti difficili che l’hanno fatta soffrire. Hillary si rivela essere però anche una donna divertente, un po’ sarcastica, e molto intelligente.

  • Formato: epub

Protetto con Social DRM

Obama contro Obama

Ce la farà Obama a ottenere il nuovo mandato, o il crash finanziario e “la recessione più grave dal dopoguerra” hanno fatalmente segnato la sua presidenza, accolta all’inizio con una straordinaria ondata di entusiasmo e aspettativa globale? La macchina della campagna elettorale americana è di nuovo in moto, e da qui al prossimo novembre il mondo intero starà a guardare quello che accade negli USA. Con grande lucidità e senza partito preso, l’autore evidenzia le incertezze, i tentennamenti, i cambiamenti di rotta, le mezze verità di un presidente che, dalle promesse elettorali del 2008, sigillate dalle parole chiave “change” e “hope”, al motto “America is back” di questa nuova campagna, ha attraversato almeno quattro fasi diverse. Margiocco fa apparire chiaramente le ambiguità e le contraddizioni che hanno segnato il rapporto di Obama con le banche e con Wall Street. Soprattutto, l’autore si mette a fare i conti in tasca all’America, riportando accuratamente indici, dati e numeri, cercando di far emergere la reale entità di una crisi di cui ancora non si intravede la fine. Oggi, Obama gioca una partita decisiva per il suo futuro di Presidente e per quello della Nazione. Un secondo mandato potrebbe essere la chance per dare spazio ad un nuovo Obama, finalmente in grado di prendere le misure coraggiose di cui l’America ha bisogno?

  • Formato: epub
€ 0,99

Protetto con Social DRM

Obama dietro la maschera

Barack Obama è il frontman di un colpo di stato postmoderno da parte delle agenzie di intelligence americane. Cresciuto nell’orbita della Ford Foundation, ha come suo guru e controller Zbigniew Brzezinski, già Consigliere per la sicurezza nazionale durante il catastrofico mandato presidenziale di Jimmy Carter e fautore di una prova di forza con la Russia e la Cina di gran lunga più pericolosa per gli Stati Uniti che l’avventura di Bush-Cheney in Iraq. Brzezinski, uno dei fondatori dell’inquietante Commissione Trilaterale, reclutò Obama alla Columbia University e oggi, tramite il suo pupillo, internamente proclama l’austerità e il sacrificio per le famiglie dei lavoratori americani per salvare dal fallimento i finanzieri di Wall Street, mentre a livello internazionale lavora per portare allo scontro le Potenze avversarie con tutti i mezzi possibili. Il tutto per riaffermare il primato degli Stati Uniti nel Mondo e bloccare sul nascere il multilateratismo. L’analisi qui riportata offusca parecchio la maschera progressista e pacifista che l’Obama della prima ora ha indossato nella sua lunga performance pre-elettorale e mette in luce tutte le contraddizioni di una Presidenza molto più reazionaria di quello che l'attuale politica americana può apparire a prima vista.

  • Formato: epub

Protetto con Social DRM

Limes - Russia-America, la pace impossibile

Questo numero di Limes è dedicato al confronto tra Stati Uniti e Russia.Negli ultimi anni la rinnovata volontà di potenza russa ha restituito attualità a una Nato orfana dell’Urss e obbligato un’America in fase isolazionista a fare i conti, suo malgrado, con il revanscismo di Mosca. Dalla guerra in Georgia del 2008 all’annessione della Crimea, passando per la Siria, i teatri di scontro si moltiplicano, alimentando la fobia dell’Europa orientale e mettendo a nudo le fratture dell’Occidente.La prima parte – Che guerra è? – analizza la dimensione prettamente militare della crescente tensione Est-Ovest, dando conto delle dottrine strategiche russa e statunitense. Si segnalano qui, tra gli altri, i contributi di Germano Dottori (“Guerra fredda 2.0: esiste una minaccia russa alla sicurezza europea?”), Carlo Jean (“Scenari (improbabili) di guerra ‘calda’”) e Guillaume Lasconjarias (“La guerra ibrida che non verrà”).L’ampia seconda parte – Americani ed europei di fronte alla Russia – evidenzia le divisioni transatlantiche e intraeuropee, prendendo in esame le molteplici posture nazionali e gli interessi, spesso divergenti, che le sostanziano. Segnaliamo qui in particolare gli articoli di Dario Fabbri (“Il prossimo presidente americano non farà pace con la Russia”), Vladislav Zubok (“Russia e Occidente, la strada della discordia”), Hugo Meijer (“La seconda giovinezza della Nato”) e Hans Kundnani (“Fra Germania e Russia torna di moda lo schroederismo”).La terza e ultima parte - Mosca tra Siria, Turchia e Iran - si sofferma sulle direttrici della nuova politica estera russa. In questa sede si evidenziano in particolare i saggi di Fabrice Balanche (“Putin sta vincendo la partita siriana”), Daniele Santoro (“Perché la Turchia ha bisogno della Russia”) e Roberto Toscano (“Perché Mosca e Teheran non sono veri alleati”).

  • Formato: epub
€ 9,99

Protetto con Social DRM

La febbre di Trump

Costruttore, finanziatore di partiti, artista del negoziato, signore di casinò e concorsi di bellezza, intrattenitore, politico per esigenze di business più che per indole, pater familias di una genia mondana: Donald Trump è un personaggio dai mille volti, da quarant’anni alla ribalta. Il passaggio da celebrità d’avanspettacolo alla più ampia scena politica mondiale impone oggi di fermarsi per comprenderne la natura profonda. Mattia Ferraresi, corrispondente per «Il Foglio» dagli Stati Uniti, fornisce in questo libro alcune coordinate: gli inizi da figlio scapestrato di un clan di palazzinari, la conquista di Manhattan, il bisogno di legittimazione; l’emergere della visione politica: nazionalista in un mondo cosmopolita, populista che accarezza il sogno di un ritorno a un conservatorismo leggendario. Infine il ruolo di candidato-tuttofare: autore, regista e spin doctor di se stesso, multiforme animale da palcoscenico che parla una lingua ipersemplificata, a misura di tweet. «Rintracciare le origini della forma mentis nostalgica e della vaghezza politica di Trump – scrive Ferraresi – permette di capire che non è un fenomeno avulso dal contesto: la sua figura, il suo credo contraddittorio, il linguaggio hanno una loro dimensione nella storia della democrazia americana che va rinvenuta nel passato e messa a confronto con le incertezze dell’oggi. Trump parla a un’America ferita, un paese che soffre di patologie non riconducibili a meri fattori economici».

  • Formato: epub
€ 7,99

Protetto con Adobe DRM

Hillary

Duecentoquarant'anni sono dovuti trascorrere, dalla fondazione degli Stati Uniti d'America, prima di vedere una donna candidata alla presidenza. Basterebbe dunque la nomination del Partito democratico a fare entrare Hillary Rodham Clinton nella Storia, anche se fin dai suoi primi passi sulla scena pubblica, come First Lady del governatore dell'Arkansas, si è subito capito che si trattava di un vero animale politico. Avvocato di successo e poi prima socia donna di uno dei più importanti studi legali americani, Hillary non si è neppure accontentata del ruolo di Prima Signora a fianco del 42mo presidente Bill Clinton. Del resto la vita di HRC è un succedersi di primati: quando viene eletta senatrice dello Stato di New York, l'America doveva ancora vedere la moglie di un presidente ricoprire una carica elettiva. Poi Obama l'ha voluta accanto a sé come segretario di Stato, ma Hillary comunque ancora una volta non si è fermata: per la seconda volta si è lanciata alla conquista della Casa Bianca. Dopo che tutto è stato detto e scritto di lei, ecco la testimonianza diretta di Silvana Giacobini, che l'ha incontrata e intervistata più volte, in una condizione di privilegio, senza intermediari. Dialoghi informali, come tra due amiche, in cui ai temi politici e pubblici si alternano i discorsi di due donne, mogli e madri. Dopo i toni aspri ed esasperati della campagna elettorale contro l'aggressivo Trump, l'icona del "giornalismo gentile" italiano ci restituisce finalmente un'immagine più intima e vera: Hillary Clinton come non l'avete mai vista. Da molto vicino.

  • Formato: epub

Protetto con Adobe DRM

I top 100 di Hillary Clinton. I migliori tweet selezionati e tradotti per voi

Hillary Clinton è un politico di lungo corso: first lady, senatrice di New York e segretario di Stato. Conosce bene la potenza dei social media. La lezione del 2008 è servita. Eppure, oggi Hillary è stata sfidata su questo terreno oltre ogni ragionevole misura da Donald Trump, che ha fatto di Twitter la sua testa d’ariete. Questa volta, Hillary non si è sottratta alla sfida. Ma l’uso di Twitter all’interno del suo marketing mix è diverso da Trump. Twitter non è certo il tam tam che dà il ritmo alla battaglia, ma ha il ruolo di affiancare i mezzi più tradizionali per raggiungere certi gruppi demografici. Pure lo stile è molto diverso da Trump: Hillary cerca di parlare alla componente razionale degli elettori. Nelle pagine che seguono, Veronica Vinattieri ha individuato, tradotto e adattato per il pubblico italiano i 106 tweet più popolari sui principali temi del programma di Hillary. Forse questi brevissimi testi, da leggere in meno di un’ora, potranno contribuire a capire la possibile prima donna presidente. Pour activer la compatibilité avec le lecteur d'écran, appuyez sur raccourci ⌘+Option+Z. Pour connaître les raccourcis clavier, appuyez sur raccourci ⌘barre oblique.

  • Formato: epub
€ 0,00

Protezione DRM FREE

I top 100 di Donald Trump. I migliori tweet selezionati e tradotti per voi

Forse nessun candidato alla presidenza degli Stati Uniti ha compreso l’importanza dei social media come Donald Trump. E nessuno prima di lui ha fatto di Twitter il più importante strumento di comunicazione con gli elettori e l’opinione pubblica. Trump ha postato quasi 50mila tweet e, alla vigila della Convention repubblicana, ha quasi 10 milioni di followers, tutti solerti nel retweet. Segue appena 40 persone, a riprova che nessuno può influenzare la sua idea di far tornare l’America grande. Nelle pagine che seguono, Veronica Vinattieri ha individuato, tradotto e adattato per il pubblico italiano i 106 tweet più popolari, quelli cioè che hanno ricevuto il maggior numero di “Mi piace” e di “Retweet”, sui principali temi legati alla personalità di Trump e al suo programma presidenziale. Forse questi brevissimi testi, che tutti insieme si possono leggere in meno di un’ora, sono la chiave per capire quello straordinario fenomeno politico e sociale che è stato definito il trumpismo che non è né un qualcosa di passeggero né tantomeno di clawnesco.

  • Formato: epub
€ 0,00

Protezione DRM FREE

L'audacia della speranza

Qualche anno fa, con il discorso introduttivo alla convention del Partito democratico, entusiasmò il pubblico ricordando quell'ottimismo nel futuro da lui definito "audacia della speranza", che ha sempre guidato il popolo americano. Barack Obama, protagonista di una campagna elettorale appassionante e ormai al centro dell'attenzione di tutto il mondo, si racconta: essere nato da una madre del Kansas e un padre keniano e aver vissuto la sua giovinezza tra Hawaii e Indonesia lo rendono capace di cogliere i difetti del mondo globalizzato e di interpretarne le opportunità. La sua strategia prevede un ritorno allo spirito democratico e ai valori base della Costituzione. E il coraggio di offrire un nuovo sogno ai cittadini statunitensi e a tutti i popoli del mondo.

  • Formato: epub
€ 5,99

Protetto con Adobe DRM

Il mondo di Obama

Gli otto anni della presidenza Obama sono stati – per gli Stati Uniti e per il mondo – un periodo di grandi cambiamenti. Quale eredità lascia Barack Obama al suo successore, in particolare per quanto riguarda la politica estera? Molte sono le questioni aperte, a partire dai negoziati con l'Iran e tutto il complicato scacchiere mediorientale, con la minaccia costante dello Stato Islamico.

I contributi raccolti nel presente volume si propongono di fotografare questa situazione in divenire e di identificare – in una serie di aree critiche, dalla Russia all'Europa, all'Asia – l'impatto che hanno avuto le scelte dell'amministrazione per comprendere i possibili sviluppi futuri. Più che fornire risposte, il volume vuole, quindi, sollevare domande, mettendo in evidenza da una parte le criticità nascoste nei «successi» del Presidente, dall'altra la coerenza di decisioni apparentemente contraddittorie. Con la consapevolezza che i margini d'azione della «nazione indispensabile» possono essere ampi ma non sono certamente illimitati. Fattori interni ed esterni hanno infatti modificato profondamente la posizione degli Stati Uniti nel mondo, intaccando la loro «eccezionalità» e mettendo in discussione il mito dell'«iperpotenza». Se e quanto questi cambiamenti si dimostreranno duraturi è ancora da verificare. Rimane il fatto che il suo successore difficilmente potrà prescindere dai cambiamenti che sono intervenuti negli otto anni della presidenza Obama.

  • Formato: epub
€ 6,99

Protetto con Adobe DRM

Limes - U.S. Confidential

A thorough investigation of America’s politics and society, as seen from the inside. By giving voice to experts and protagonists from U.S. academia and institutions, Limes wants to lay bare the obscure mechanisms of a hyper-represented, though little understood, country.Limes is now the leading Italian publication in its area of studies. We have a vast network of correspondents all over the world, from America to Africa, from Europe to Asia and Australia. Limes is also organizing international seminars and workshops, from China to Turkey, from America to Switzerland.

  • Formato: epub
€ 9,99

Protetto con Social DRM