I Corsivi del Corriere della Sera


I Corsivi sono un ponte verso il futuro dei libri. Sono testi inediti di narrativa e saggistica proposti da Corriere della Sera solo in versione digitale. Racconti, testimonianze, approfondimenti d’informazione e cultura, articoli lunghi, opinioni e interventi sui temi più vari dalle migliori firme e dalle voci emergenti più interessanti. Una risorsa preziosa per orientarsi in un mondo in rapido mutamento. Una fonte di informazione e cultura per affrontare tempi nuovi e affascinanti.

Come salvare capra e cavoli

Zio esigente, cugina vegetariana, suoceri bellicosi, orda di bambini… Prima o poi i visitatori difficili vi piombano in casa per cena, soprattutto nelle lunghe serate della stagione fredda. E chi sta in cucina si trova invariabilmente a dover salvare capre e cavoli, ovvero uscire dall’emergenza mondana con autostima e reputazione intatte, senza rovinarsi la giornata (o il budget mensile). Ma salvare capre e cavoli si può? Ebbene sì, e con eleganza da vero gourmet. Occorrono pochi ma fondamentali ingredienti: spirito di osservazione, improvvisazione, pazienza e questo piccolo manuale di cucina che vi sarà di supporto per le calamità immediatamente catalogabili. Dalla verve culinaria e narrativa di Cristina Scateni, il racconto di dieci casi di ospiti ostici – ahinoi comuni nella vita quotidiana – corredato dalle istruzioni, facili e complete, per dieci ricette risolutive

  • Formato: epub
€ 1,99

Protetto con Social DRM

Il furgoncino giallo

Il furgoncino giallo è quello di Paolo Bressan, gran bevitore e grande bestemmiatore, a cui stasera tocca riportare a casa prima del coprifuoco Anita, la fidanzatina del nipote Zoran, campione di freccette e di italiano dell'Ottocento. Già, perché lei ha detto ai suoi che passerà la vigilia di Natale con le amiche in pizzeria. E invece, di soppiatto, scivolerà in una insolita serata natalizia "da Gustino". La stessa osteria dove la portava suo nonno Cosimo, prima che una brutta ernia lo costringesse in casa. La stessa osteria dove ha conosciuto il suo bislacco amore, Zoran, piombato qui come una "eredità" non voluta, dato che sul letto di morte l'amata nonna lo ha affidato al suo bisbetico, violento e opportunista "zio Paolo Bressan". In questo breve, tenero "flusso di coscienza", Anita racconta i turbamenti di una quindicenne facile al rossore e ai sogni e la sicurezza di un piccolo mondo di affetti e tradizioni: burberi e strani, sicuramente inclini ad alzare il gomito, ma vivi, e reali, e suoi. Questa sarà una sera speciale: Anita se lo sente nelle ossa.

  • Formato: epub
€ 1,99

Protetto con Social DRM

Il bibliomane

Théodore è un uomo divorato dalla passione per i libri: ha smesso di parlare, di ridere e di mangiare. Ha rinunciato alla vita mondana e perso interesse per le donne. Durante una passeggiata con un amico per le via di Parigi nei luoghi sacri del libro, tra case editrici e negozi antiquari, scopre malauguratamente l’esistenza di un’altra edizione, più pregiata, del suo «Virgilio del 1676». Iniziano così i deliri bibliografici e le allucinazioni del protagonista, tra rarità in folio e rilegature in marocchino, raccontati con gusto e partecipazione dall’autore. Théodore si ammala della più grave febbre bibliomane e in poco tempo ne morirà. Un racconto non privo di morale – quando l’amore per la forma distrugge la passione dei contenuti, non può esserci lieto fine – ma lieve e ironico, che con ricercatezza e gusto dell’iperbole sa parlare al feticista nascosto in ogni vero lettore.

  • Formato: epub
€ 1,99

Protetto con Social DRM