Scopri la promozione dedicata ai saggi storici
  • Questo libro è in promozione
1947 Elisabeth Åsbrink

1947

Dove comincia il presente? Quando nascono le forze, i conflitti e le idee che governano la nostra epoca? Inseguendo le tracce della famiglia che non ha mai potuto conoscere, Elisabeth Åsbrink ci trasporta in un anno cruciale del ’900, nel momento in cui l’Occidente, reduce dal Secondo conflitto mondiale, è di fronte a una serie di bivi e possibilità ancora aperte, e compie scelte decisive per i nostri giorni. È il 1947 quando scoppia la Guerra fredda, viene istituita la CIA e Kalašnikov inventa l’arma oggi più diffusa al mondo; l’ONU riconosce lo Stato di Israele e il figlio di un orologiaio egiziano lancia il mo­derno jihad. È solo nel ’47 che viene redatta la Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, prima sconosciuti all’umanità quanto il termine «genocidio», coniato da un giurista polacco che ha perso la famiglia nei Lager. E mentre una rete clandestina di organizzazioni internazionali mette in salvo i gerarchi del Reich e rilancia gli ideali fascisti, Primo Levi riesce a pubblicare Se questo è un uomo, un disilluso George Orwell scrive il profetico 1984 e Christian Dior crea il suo controverso New Look. In mezzo a tutto questo, tra le masse di profughi ebrei che attraversano l’Europa in cerca di una nuova vita, c’è il padre dell’autrice, un orfano ungherese di dieci anni, davanti a una scelta che deciderà il suo futuro. In un racconto poetico e documentatissimo, che ci cala nei destini di personaggi d’eccezione e persone comuni, Åsbrink ricompone il puzzle di un anno emblematico per la sua identità personale e per quella collettiva. E scavando nei retroscena degli eventi, fino agli istanti in cui la Storia avrebbe potuto prendere un altro corso, arriva all’origine di quei nodi che non abbiamo ancora sciolto.

  • Formato: epub
€ 4,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Salvate Aldo Moro Francesco Grignetti

Salvate Aldo Moro

“Le lettere di Moro erano un messaggio. Ci dicevano: andate a bussare alla porta dei palestinesi”Furono giorni convulsi, i 55 giorni tra via Fani e via Caetani. Ma tra l’aprile e il maggio 1978, quando tutto sembrava precipitare, con l’aiuto di Arafat e del Maresciallo Tito, i servizi segreti italiani cercarono una trattativa con le Brigate rosse per salvare la vita di Aldo Moro, passando per i palestinesi di George Habbash, la banda Carlos, i tedeschi della Baader-Meinhof. I rapporti tra gruppi terroristici e la galassia internazionale dei movimenti “rivoluzionari” esistevano da lungo tempo, si trattava di riattivare certi contatti. E le cose andarono molto avanti, al punto che il 9 maggio era in programma uno scambio che avrebbe avuto dell’incredibile: alcuni terroristi tedeschi, catturati in Jugoslavia, sarebbero stati liberati e portati in Medio Oriente in cambio della vita dello statista italiano e l’agognato “riconoscimento politico” sarebbe giunto dai Paesi non allineati. All’ultimo tutto saltò. In questo libro vengono finalmente ricostruite le tappe di questa pista internazionale, la storia di una trattativa sommersa e parallela che avrebbe potuto cambiare la storia d’Italia.

  • Formato: epub
€ 1,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Hitler Segreto Enzo Caniatti

Hitler Segreto

Quando la caduta di Hitler sembrava ormai questione di giorni, in cielo, in mare e in terra apparvero incredibili armi che avrebbero potuto costringere gli Alleati a scendere a patti. Uno straordinario arsenale tuttora avvolto in un alone di mistero, voluto dai vincitori della guerra per evitare che il mondo sapesse fin dove si fosse spinta la genialità bellica tedesca e soprattutto per poterla sfruttare a proprio vantaggio. Russi e americani crearono vere e proprie task force che, agendo in competizione e in assoluta segretezza, si impadronirono dei “cervelli” nazisti più promettenti, per nulla badando ai loro trascorsi, e delle relative invenzioni: dalle bombe intelligenti ai jet rotanti, dall’ala volante e dai raggi perforanti alla bomba disgregatrice, rivelata dagli archivi sovietici desecretati. Fino a progetti ai limiti della fantascienza realizzati dalla famigerata Ahnenerbe: dai dischi volanti alla macchina del tempo. Vicende che Enzo Caniatti, autore di diversi saggi e romanzi sul secondo conflitto mondiale, ha qui rigorosamente raccolto e documentato, con un ricco inserto fotografico.

  • Formato: epub
€ 2,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Viaggio in Inghilterra Tiziana Liuzzi

Viaggio in Inghilterra

Da più di un secolo il nichilismo, l’ospite inquietante del nostro tempo e del nostro cuore, si è accampato lungo le vie della civiltà occidentale e il pensiero del nulla, come nebbia sottile, ha preso a confonderele coscienze creando fantasmi. Ma che cos’è il nichilismo? Il porsi stesso della domanda segna la ricerca di una via d’uscita. In queste pagine, guardando alla cultura inglese – attraverso pagine significative delle operedi Virginia Woolf, Chesterton e Tolkien –, vengono posti i quesiti sul significato dell’essere e della coscienza, sul nichilismo. E, contemporaneamente, si cercano varchi, pertugi che consentano il superamento del non senso, momenti di essere che permettano di scoprire la traccia per l’oltrepassamento del nulla.

  • Formato: epub
€ 3,49

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Un sicario alla corte dei Gonzaga Tiziana Silvestrin

Un sicario alla corte dei Gonzaga

Mantova 1588. Un efferato sicario si muove sicuro all’interno di palazzo Ducale. Agisce nell’ombra e attenta più volte alla vita del duca Vincenzo Gonzaga, ma al suo posto muoiono degli innocenti. Chi può volere la sua morte e perchè? Forse un antico nemico dei Gonzaga deciso a chiudere un conto in sospeso? O qualcuno determinato a far desistere il duca dal prendere parte alla crociata contro i turchi?Intano a Costantinopoli nell’harem del sultano la splendida favorita, con la complicità della giovane Neda, trama contro il sultano stesso.Solo il coraggio e l’acume di Biagio dell’Orso possono arrivare alla verità e trovare il mandante del sicario. Ma l’affascinante capitano di giustizia, in balia di un passato tornato a tormentarlo e oramai stanco dell’arroganza dei potenti e del mondo crudele della corte, è diviso tra il senso del dovere e il desiderio di lasciare l’incarico presso i Gonzaga. Messo a capo della sicurezza del duca, viaggia con lui tra le corti di Venezia, Praga e Vienna, tra alchimisti, maghi e impostori e con il sicario sempre in agguato, mentre la sua relazione con la bella veneziana Rosa è messa a dura prova. E ciò che all’inizio era solo un sospetto diventa un incubo.

  • Formato: epub
€ 2,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Un caffè con Robespierre Adriana Assini

Un caffè con Robespierre

Parigi, 1793. Attraverso il serrato confronto di una coppia, va in scena uno scorcio di Rivoluzione, carico di promesse e di eccessi, di glorie e di spine.Nella città sulla Senna sventola il tricolore della Repubblica, i Caffè brulicano di gente e di idee, e le piazze, teatro di balli e di feste popolari, si trasformano a volte in luoghi di supplizio, dove è Madame la ghigliottina a farla da padrona. E in autunno, mentre cadono le prime foglie, cade anche la testa di Marie-Antoinette, la regina straniera mai amata dai francesi.Un tempo al servizio della fastosa corte di Versailles, l’irrequieta Manon, rinomata modista, e suo marito Bertrand, cuoco raffinato dal tratto elegante, vengono travolti dal nuovo corso della Storia, ritrovandosi sempre più estranei l’una all’altro: lui, ancorato al passato, fedele ai riti e ai dettami dell’Ancien Régime; lei, soggiogata dal fascino del credo giacobino, attratta da quel mondo più libero e più equo predicato da Maximilien de Robespierre, capo carismatico del governo rivoluzionario, che abita nel suo stesso quartiere, a due passi dalla sua casa.Costretto a difficili prove, tra illusioni, speranze e colpi di scena, l’amore tra Manon e Bertrand corre sul filo di una corda, rischiando di finire nella polvere.

  • Formato: epub
€ 1,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Un'altra vita Per Olov Enquist

Un'altra vita

Questa è una storia che comincia nel 1934 in una casa verde in un villaggio nell'estremo Nord della Svezia. È una storia che rimbalza tra Uppsala, Copenaghen, Parigi, Los Angeles, Broadway, Reykjavík e Berlino, e che (non) finisce ai giorni nostri. È la storia di un bambino quasi perfetto, di un ragazzo baciato dal talento e dal successo, di un uomo devastato dall'alcolismo. È la storia di chi suo malgrado si è sempre trovato al centro della Storia, e si è sentito in dovere di osservare. È una storia sulla nascita del terrorismo alle Olimpiadi di Monaco, sul processo alla banda Baader-Meinhof, sulla Mano di Dio di Maradona, sulla caduta del Muro di Berlino vista da piazza Venceslao. E Olof Palme, Rudolf Nurejev, Ingmar Bergman hanno i loro cammei. È una storia che se è cominciata così bene come ha potuto finire così male? È una storia di solitudine e resurrezione, dove si scopre che non sono le domande a essere sbagliate, ma quasi sempre lo sono le risposte, taglienti come ghiaccio, implacabili e fondamentaliste. È una storia sulla vita, l'unica, quella che non viene restituita quando la prima è stata sprecata. È la storia di un intellettuale che non solo ha raccontato la nostra epoca come pochi hanno saputo fare, ma vi ha anche lasciato un segno profondo. È la storia più onesta, lucida e coinvolgente che Per Olov Enquist abbia mai raccontato. È la sua storia.

  • Formato: epub
€ 3,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Ultimo domicilio conosciuto AA.VV.

Ultimo domicilio conosciuto

Un sampietrino rivestito in ottone su cui sono incisi un nome, una data e un luogo di nascita, una data e un luogo di morte.Un tassello della pavimentazione in rilievo, perché il passante ci inciampi con lo sguardo, perché si fermi un istante a leggere quello che vi è scritto sopra prima di passare oltre.Sono oltre 56.000 le vittime del nazismo che l’opera dell’artista Gunter Demnig ha riportato alla memoria. Oltre 56.000 Pietre d’inciampo, incastonate in tutta Europa, lì nei posti dove quelle vittime hanno abitato, dove avevano costruito a poco a poco la loro vita che hanno dovuto lasciare, per la brutalità della guerra, per ordine di quelle leggi razziali nel cui nome sono state commesse le peggiori nefandezze dell’umanità.Tredici autori, in collaborazione con la scuola di scrittura Bottega Finzioni di Bologna, donano una voce a chi da tempo l’ha perduta, a chi se l’è vista soffocare molti anni fa.Tredici opere, ideate sulla base di ricerche e documenti minuziosamente analizzati e studiati, che riportano in vita per il tempo di un racconto la memoria di Claudio e Gilda Sinigaglia, Ida Liuzzi, Iole, Ilma e Beatrice Ravà, Dante Padoa, Ada, Bice e Olga Corinaldi, Gino Benatti, Mario Sguazzini, Giorgio, Benedetto e Lina Melli.Perché il passato non rimanga sepolto nel tempo, ma scorra a fianco del presente e impedisca che gli errori che si porta dietro possano ripetersi di nuovo.Gli autori: Stefano Accorsi, Vanni J. Balestra, Laura Ballestrazzi, Antonio Bria, Silvia Cadonici, Ferdinando Cerrato, Leonardo Foriglio, Mattia Frigeri, Agnese Gorgolini, Antonella Gullotta, Michele Monni, Silvia Pelati, Eugenia Ragnoli, Andrea Settembrini

  • Formato: epub
€ 2,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Teresa Filangieri. Una duchessa contro un mondo di uomini Carla Marcone

Teresa Filangieri. Una duchessa contro un mondo di uomini

All’indomani dell’Unità d’Italia, in una Napoli preda della miseria, dove i bambini poveri sono abbandonati al proprio destino e le orfane spesso diventano spose raccattate, puttane o suore senza vocazione, una duchessa attraversa i vicoli lerci, bussa alle porte dei bassi, interroga la gente, il popolo, per capire, per aiutare e non per sedurre con promesse irrealizzabili.In questa Napoli lazzara di Michele ’o Belzebù, dove l’azzurro degli occhi di Raffaele si sporca col nero della superstizione della schiena ingobbita del buon Alfonso, Teresa Filangieri concepisce un progetto ambizioso: far costruire il primo ospedale pediatrico per malattie infettive. Per riuscirci deve scontrarsi con il mondo degli uomini, quegli stessi,padri e mariti, a cui le donne ancora appartengono di diritto. Sfida le convenzioni, sottomette l’orgoglio, raccoglie dalla strada gli scugnizzi, ferite purulente che bisogna cominciare a disinfettare.Carla Marcone mette in scena una Napoli in cui la storia viaggia per conto proprio, separata nei tempi e nei modi dal resto d’Italia, dove vivere è una ricompensa e morire spesso è un privilegio, e ridona luce a una donna dai natali illustri, animata dalla passione civile, dall’amore verso i più deboli, ma troppo in fretta dimenticata dalla Storia.""L’uomo nobile non si perde mai d’animo e vince il timore”. Quelle parole le erano bastate a porle nell’anima l’ebbrezza che emerge dal pericolo e ne trae una forza più grande. Non si sarebbe arresa mai!"

  • Formato: epub
€ 1,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Tanto tu torni sempre Mauro Colombo, Giovanna Caldara

Tanto tu torni sempre

Quando fu deportata Ines Figini aveva meno di 22 anni. Non era ebrea, partigiana o antifascista, ma si era schierata a favore di alcuni compagni di lavoro durante uno sciopero. Così finì nei lager di Mauthausen, Auschwitz-Birkenau e Ravensbrück e infine in un ospedale militare, dove trascorse un anno e mezzo. Ha atteso più di cinquant'anni prima di parlare in pubblico della sua vicenda: ora la racconta in questo libro. È la storia di una famiglia ma è anche una storia di fabbriche; e di una città - Como - punto strategico per le forze nazifasciste. Di treni che partivano per mete ignote e di luoghi in cui l'umanità si divideva tra vittime e carnefici, fino a negare se stessa. È la storia di una persona a cui il lager non ha rubato l'anima e che ha ripreso a vivere. Che ogni anno torna là dove era stata reclusa. Che ricorda. E che, nonostante tutto, ha perdonato.

  • Formato: epub
€ 1,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Santi sociali tra Ottocento e Novecento Paola Bergamini

Santi sociali tra Ottocento e Novecento

Tra Ottocento e Novecento don Bosco, donOrione, madre Cabrini, don Gnocchi e le altrefigure presentate in questo libro, in situazionisociali difficili, usando gli strumentiche la realtà forniva, hanno generatoun’umanità nuova, hanno creato opere. Che sono tutt’oggi un esempio per tutti. È affascinante ripercorrere la loro vita, leggere i loro scritti. Sono uomini e donne come noi che nella testimonianza viva del cristianesimo, dentro l’alveo della Chiesa, hanno risposto ai bisogni di chi gli stava accanto. Operando un cambiamento nel contesto in cui vivevano.

  • Formato: epub
€ 3,49

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Salvate Aldo Moro Francesco Grignetti

Salvate Aldo Moro

“Le lettere di Moro erano un messaggio. Ci dicevano: andate a bussare alla porta dei palestinesi”Furono giorni convulsi, i 55 giorni tra via Fani e via Caetani. Ma tra l’aprile e il maggio 1978, quando tutto sembrava precipitare, con l’aiuto di Arafat e del Maresciallo Tito, i servizi segreti italiani cercarono una trattativa con le Brigate rosse per salvare la vita di Aldo Moro, passando per i palestinesi di George Habbash, la banda Carlos, i tedeschi della Baader-Meinhof. I rapporti tra gruppi terroristici e la galassia internazionale dei movimenti “rivoluzionari” esistevano da lungo tempo, si trattava di riattivare certi contatti. E le cose andarono molto avanti, al punto che il 9 maggio era in programma uno scambio che avrebbe avuto dell’incredibile: alcuni terroristi tedeschi, catturati in Jugoslavia, sarebbero stati liberati e portati in Medio Oriente in cambio della vita dello statista italiano e l’agognato “riconoscimento politico” sarebbe giunto dai Paesi non allineati. All’ultimo tutto saltò. In questo libro vengono finalmente ricostruite le tappe di questa pista internazionale, la storia di una trattativa sommersa e parallela che avrebbe potuto cambiare la storia d’Italia.

  • Formato: epub
€ 1,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Quando l'Unità era un grande giornale Ibio Paolucci

Quando l'Unità era un grande giornale

C’è stato un lungo periodo, più di mezzo secolo, in cui l’Unità era un grande giornale. Prima come organo del maggiore partito comunista dell’occidente. Poi, più recentemente e per pochi anni, come quotidiano di opinione coraggioso, sostenuto con qualche imbarazzo dagli eredi politici di quello stesso partito.Ibio Paolucci ne racconta la storia dagli anni Cinquanta, quelli della guerra fredda, fino alla fine del Novecento. Lo fa attraverso le sue testimonianze, i suoi racconti, i grandi protagonisti del passato, gli articoli scritti su questioni cruciali nei momenti cruciali. Ne esce l’eco ancora viva di un’epopea fatta di asprezze e di speranze, di una lotta politica nutrita di ideologie, interessi di classe e grandi orizzonti culturali. E anche l’eco di una drammatica difesa delle istituzioni, nella quale l’autore svolse, facendo il suo mestiere di giornalista, un ruolo di rilievo, senza alcuna ambiguità di fronte all’offensiva del terrorismo.È un libro importante per ricordare, per sapere. E per capire una storia che appare lontana ma che è profondamente radicata nella vicenda repubblicana.

  • Formato: epub
€ 1,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Pura razza bastarda Paolo Grugni

Pura razza bastarda

Entra Matrano. Tozzo come un torello. Fronte bassa, occhi ravvicinati.Sguardo duro, ostile. Uno che per colazione mangia pane e veleno.Pura razza bastarda.Milano, 1965: una città tranquilla, che pensa all’esordio di Pavarotti alla Scala. Una città abituata alla ligera, impreparata all’arrivo della malavita pesante dal Sud o di bande criminali come quella di Cavallero. Il destino di Sergio Malfatti, poliziotto ed ex partigiano delle Brigate Garibaldi, si legherà sempre più indissolubilmente alla storia d’Italia. Bombe, stragi, terrorismo nero e rosso, golpe, Gladio, P2, servizi deviati e paralleli, corruzione, a cui fa da collante la storia della mafia, la cui evoluzione criminale verrà vista per la prima volta da Nord. Pura razza bastarda è solo l’inizio di un lungo viaggio, appassionante quanto sconvolgente, che ci porterà fino agli anni Novanta, durante il quale la storia d’Italia verrà ricostruita nei suoi tragici passaggi. Senza sconti.

  • Formato: epub
€ 2,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Polonia. Usi, costumi e tradizioni Roberto M. Polce

Polonia. Usi, costumi e tradizioni

Una piccola, grande guida, puntuale ma leggera, che si legge d'un fiato quasi fosse un racconto, perfetta per farsi un'idea "vera" del paese degli ulani e di Chopin, magari prima di un viaggio. Una guida che ci accompagna non tra musei, chiese e monumenti, ma nella mentalità, nelle abitudini e negli atteggiamenti di un popolo "lontano", eppure negli ultimi anni a noi sempre più vicino. Fra aneddoti ed esempi del tipico umorismo polacco, con tono lieve e giocoso, il libro aiuta a districarsi fra i costumi, la storia, la cultura e la realtà di ogni giorno, suggerendo come comportarsi in una cena privata o a una riunione d'affari, quali piatti compaiono in tavola e quali argomenti è meglio non toccare in un incontro conviviale e, non ultimo, come bere la celebre vodka polacca, ritenuta una delle migliori del mondo. Una guida che aiuta a fugare gli ultimi pregiudizi e luoghi comuni che ancora gravano sulla Polonia e mostra agli italiani un luogo che nulla più ha da spartire con il quadro grigio dei film di Wajda degli anni Ottanta, ma è oggi abitato da giovani dinamici e intraprendenti, allegri e pieni di voglia di vivere.

  • Formato: epub
€ 2,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
PANNELLA Mauro Suttora

PANNELLA

Antiproibizionista. Anticlericale. Antimilitarista. L’uomo del divorzio e della liceità di aborto, degli scioperi della fame e della sete. L’eroe dei detenuti e dei premi Nobel, dei diritti civili e dei referendum. Una vita contro: il nucleare, la partitocrazia, il finanziamento pubblico. Una vita ad arrivare tanto prima sui problemi da essere irriso: dalla questione della responsabilità civile dei magistrati all’era di internet. Da solo, nel bene e nel male, incarnò ogni anima del Partito Radicale. Quella che portò in Parlamento Toni Negri e Cicciolina. L’unico a difendere Enzo Tortora mentre tutti lo linciavano. Gigante ma nonviolento, travestito da clown e Babbo Natale per raccogliere fondi. Incorruttibile e difensore dei corrotti. In una monumentale biografia, la più completa mai scritta, Mauro Suttora racconta luci e ombre di Marco Pannella, il leader che, con un pugno di apostoli al seguito, ha cambiato la storia d’Italia.

  • Formato: epub
€ 3,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Ordine compagni! Luca Pollini

Ordine compagni!

«Ordine compagni!» è la frase che risuona tra i cordoni di manifestanti incaricati di salvaguardare la compattezza e la sicurezza del corteo. È il Sessantotto, si aprono gli anni delle rivolte e delle stragi; quelli passati alla storia come "anni di piombo", solcati dalla paura e dalla voglia di cambiare il mondo, dal desiderio di riscatto e dalla lotta politica.Il Servizio d'ordine si identifica quindi come il braccio armato che coordina e protegge studenti e operai scesi in piazza, i rivoluzionari, i ribelli, i sognatori. Milita in prima fila, diffonde e produce controinformazione, all'occorrenza si scontra con fascisti e polizia nel nome della giustizia e del progresso.Luca Pollini ha intervistato i protagonisti di quegli anni, ha raccolto l'amarezza e l'orgoglio delle loro parole, ha rivissuto con loro l'atmosfera magica e cupa che si respirava allora, ripercorrendo sulle note delle canzoni che ne hanno scandito il tempo gli avvenimenti e i momenti salienti di un'epoca che ha segnato la Storia del nostro paese.

  • Formato: epub
€ 2,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Nero rosso di donna Emma Fenu

Nero rosso di donna

Maria Maddalena è senza dubbio una figura storica ma, da due millenni, ci sfugge una sua identificazione precisa: la circonda un alone di mistero, di proibito e di ambiguo, che le conferisce un fascino inquietante e irresistibile. La Santa è un enigma arcaico e, al contempo, sempre nuovo. Il saggio è incentrato sull'analisi, nel lasso temporale che intercorre fra Medioevo e Rinascimento, del nascere e dello svilupparsi del mito di Maria Maddalena, del diffondersi capillare della sua devozione e del conseguente riflesso sulle arti figurative. L'autrice si sofferma sugli attributi iconografici, la lunga chioma e la veste rossa in primis, che caratterizzano la figura della Santa: espressione delle paure inconsce degli uomini, impegnati nel tentativo di risolvere l'enigma del femminile attraverso il ricorso a stereotipi sessisti. Ogni epoca ha una sua lettura interpretativa di Maria Maddalena, ossia della Donna-Dea.

  • Formato: epub
€ 2,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Max Havelaar Multatuli

Max Havelaar

"Faccio il sensale nel ramo del caffè, e abito in Lauriergracht n. 37". Con questo prosaico quanto memorabile incipit si apre il più grande classico della letteratura nederlandese, pubblicato nel 1860 esplodendo come una duplice bomba: come capolavoro letterario e come atto di accusa sociale. "Il libro che ha ucciso il colonialismo", sarà definito, e resta un'opera di sconvolgente modernità sia per la raffinata struttura narrativa, sia per la forza della denuncia dei misfatti di cui è costellata la storia dell'imperialismo occidentale. Chi parla è Batavus Droogstoppel, l'irresistibile affarista che incarna, col suo assoluto perbenismo, il reale cinismo e l'ipocrisia di un'Olanda troppo intenta a fare soldi per chiedersi da dove venga il suo benessere. Colpito dall'interesse di un fascio di manoscritti che si è trovato suo malgrado tra le mani, il buon sensale intende trarne un utile trattatello sulle aste del caffè nelle Indie Olandesi, ma è tutt'altro materiale che ne vedrà estrapolato, affidando la stesura al giovane Stern, romantico figlio di un ambito cliente tedesco, di ben diversa sensibilità. È la ricostruzione della vita di Max Havelaar, coraggioso e idealista funzionario a Giava, che si illude di riuscire a combattere i soprusi dei potenti locali e la connivenza dell'amministrazione coloniale e di rendere giustizia ai contadini vessati da entrambi.

  • Formato: epub
€ 3,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Mafia a Milano Franco Stefanoni, Giampiero Rossi, Mario Portanova

Mafia a Milano

La mafia non esiste, dicono i governanti padani, come i loro colleghi del sud nel secolo scorso. Con poche eccezioni, anche le associazioni imprenditoriali e professionali non la vedono. Chi nega, chi minimizza, chi ostenta stupore di fronte alle indagini che svelano densi intrecci tra criminalità, mondo degli affari e amministratori pubblici. Eppure a Milano e in Lombardia la mafia c'è, ben radicata da oltre mezzo secolo: i pionieri della 'ndrangheta e di Cosa nostra arrivarono negli anni Cinquanta; seguirono gli uomini della camorra e della Sacra corona unita. Da allora ne hanno fatta di strada.Mafia a Milano racconta, per la prima volta in modo organico e completo, una storia di successo, di arricchimento, di emancipazione. La stagione dei sequestri di persona, la finanza nera di Sindona e Calvi, l'arresto di Liggio, i colletti bianchi del narcotraffico che facevano riferimento allo "stalliere" di Berlusconi e Dell'Utri, i quartieri di periferia controllati e militarizzati. Fino ai grandi processi degli anni Novanta, conclusi con la condanna di centinaia di boss e soldati ormai naturalizzati nel cuore del nord.Nel nuovo millennio, le cosche dettano legge nei cantieri, accumulano enormi patrimoni immobiliari, guidano holding familiari. Complice il silenzio che li circonda, i clan trapiantati a Milano e dintorni si sono riorganizzati e rafforzati. Per dare l'assalto all'economia e alla politica.

  • Formato: epub
€ 1,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
L'ultimo dribbling del Balilla Mauro Colombo

L'ultimo dribbling del Balilla

Sullo sfondo dell'ultima stagione calcistica, l'incontro a San Siro tra uno sceneggiatore di fiction in crisi di ispirazione e un vecchio tifoso che, domenica dopo domenica, gli racconta la storia e le imprese di Giuseppe Meazza, el Peppin. Finché lo scrittore non decide di mettere proprio il "Balilla" al centro del suo nuovo soggetto televisivo. Le vicende personali del protagonista si intrecciano con quelle agonistiche delle partite e con la narrazione delle gesta, sportive e non, di Meazza, fino alla spiazzante rivelazione finale. A 100 anni dalla nascita del più grande giocatore italiano di tutti tempi, un viaggio tra realtà e fantasia che dimostra come anche nel calcio di oggi, dominato dal business e lacerato da scandali e polemiche, ci sia ancora spazio per i sogni... In occasione del centenario della nascita di Giuseppe Meazza verranno organizzati eventi sportivi e culturali che riporteranno in auge il più grande calciatore italiano di tutti i tempi.

  • Formato: epub
€ 2,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Luigi Giussani Massimo Borghesi

Luigi Giussani

La riflessione di Luigi Giussani (1922-2005) appare un contributo di grande rilievo in seno al pensiero cattolico contemporaneo. La lezione tomista, assimilata nel Seminario teologico di Venegono, viene ripensata dall’autore in chiave esistenziale alla luce di un’esperienza educativa unica, senza analogie nell’Italia del ’900. Il risultato è, da un lato, la nozione di «senso religioso», per la quale la verità deve, modernamente, passare attraverso la libertà, e dall’altro, quella di «incontro» come modalità fondamentale con cui l’Essere si manifesta. Al centro vi è la categoria originale di «esperienza», verifica della corrispondenza tra l’io, nelle sue esigenze naturali fondamentali, e la realtà. Giussani delinea, in tal modo, un percorso che va al di là della tradizionale opposizione tra agostinismo e neotomismo e, nella Chiesa post-conciliare, tra modernisti e tradizionalisti. Il fine è quello di pervenire a Dio come un “Tu” «esistente» in Gesù Cristo, incontrato “fattualmente” nella storia. Lo può fare perché la nozione di “conoscenza amorosa”, nella relazione io-tu, consente di pensare l’esperienza del vero in direzione di un pensiero “immaginativo”, concreto. Il volume mette a fuoco nodi e momenti essenziali del pensiero giussaniano ponendolo a confronto sia con i suoi critici (Benvenuto, Barcellona, Severino, de Mattei) che con la questione dell’integrismo, cruciale per delineare il rapporto tra cristianesimo e libertà moderne.

  • Formato: epub
€ 5,49

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
L'odore acido di quei giorni Paolo Grugni

L'odore acido di quei giorni

Alessandro Bellezza si sveglia tutte le mattine prima dell’alba e percorre per ore lazona tra Persiceto e San Giacomo del Martignone. Il suo mestiere è recuperare dall’asfalto i cadaveri degli animali ammazzati dagli automobilisti ed evitare ulterioriincidenti in una delle tratte più pericolose dell’Emilia. Un mestiere bizzarro.Un tempo però Bellezza era un chirurgo.Poi, suo malgrado, è stato coinvolto dalle Brigate Rosse in un fatto di sangue e ha perso tutto, compresi moglie e figli. Ora vorrebbe solo starsene tranquillo, ma la sera del 15 dicembre 1976, rientrando a casa, ai margini della strada trova una donna apparentemente morta. La raccoglie. E scopre che non è morta.Comincia così la vicenda serrata di L’odore acido di quei giorni, che porta Bellezza all’inseguimento di un assassino che sembra nascondersi tra le file di Ordine Nuovo. Sullo sfondo c’è l’Italia raccontata da Radio Alice, in cui gli studenti universitari si scontrano con le forze dell’ordine, scoppiano le bombe e la politica perde progressivamente di vista la gente.Paolo Grugni torna al marzo bolognese del 1977 e ci porta con sé. In un atto d’amore per un’idea di paese che avrebbe potuto essere, ma poi non è stato. Alla scoperta di verità che avrebbero dovuto rimanere celate e che troveranno compimento vent’anni dopo.

  • Formato: epub
€ 1,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Lettere dall'inferno Gian Luca Margheriti

Lettere dall'inferno

Il 1 settembre del 1888, nel quartiere londinese di Whitechapel, una prostituta fu ritrovata uccisa e orrendamente mutilata. Quello che sembrava un episodio isolato di inaudita ferocia, presto si rivelò l'inizio di un incubo destinato a sconvolgere la città di Londra per più di due mesi. Cinque prostitute (o forse di più) andarono incontro a una morte tremenda per mano di un misterioso assassino che nelle lettere che mandava alla polizia e ai giornali si firmava con lo pseudonimo di Jack lo Squartatore. Dopo due mesi di incredibile violenza Jack scomparve nel nulla, inghiottito da quello stesso inferno da cui proveniva (come disse lui stesso nel celebre incipit di una delle sue lettere, «From Hell», dall'Inferno).Oggi, più di cento anni dopo i fatti, esistono centinaia di teorie diverse su chi possa essere stato l'assassino di Whitechapel. Alcune hanno la coerenza delle ipotesi investigative, altre invece fanno sorridere nella loro dichiarata follia, come chi vede nel volto di Jack quello di Lewis Carroll, l'autore di Alice nel paese delle meraviglie o addirittura quello di Oscar Wilde.Ma tra le pieghe della storia, seguendo le indicazioni dell'ispettore Frederick Abberline, l'uomo che si occupò in prima persona del caso dello Squartatore, si fa strada un'ipotesi affascinante: che la vera identità di Jack sia quella di George Chapman, un barbiere di origini polacche che pochi mesi dopo la fine della catena di omicidi che sconvolse Londra emigrò negli Stati Uniti, a Jersey City. La città americana, poco dopo l'arrivo di Chapman, fu investita da un'ondata di crimini simili a quelli dello Squartatore che terminarono solo quando il nostro sospettato fece ritorno in Inghilterra. Qui ...

  • Formato: epub
€ 2,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Le rose di Cordova Adriana Assini

Le rose di Cordova

"…una regina non cammina scalza e se soffre non piange, né piega il capo, neppure quando ha torto".Così parla Nura della sua sovrana. È lei, schiava moresca, a raccontare la drammatica esistenza di Juana I di Castiglia, terzogenita dei Re Cattolici, passata ingiustamente alla storia come la Pazza per effetto di un sordido complotto destinato astrapparle la corona.Tra la Spagna e le Fiandre del XVI secolo, il ritratto forte di una donna anticonformista e ribelle, che alle brame di potere antepone gli affetti e sbaglia tutte le sue mosse, amando, non riamata, quegli uomini della sua famiglia che, uno dopo l'altro, finiranno per tradirla.

  • Formato: epub
€ 1,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Le righe nere della vendetta Tiziana Silvestrin

Le righe nere della vendetta

Mantova 1585. Alla corte dei Gonzaga una torrida estate porta con sé aria di morte e di oscure superstizioniBiagio dell'Orso, affascinante capitano di giustizia, viene svegliato a notte fonda: l'architetto Vannocci è stato assassinato nel suo studio; sul pavimento, in mezzo ai colori, il disegno di una pianta rigata col nero.Intanto, in città si aggirano le cappe nere dei domenicani: l'inquisitore Giulio Doffi sta aspettando il momento opportuno per condannare senza processo una giovane strega.Biagio dell'Orso, sebbene molto stimato a corte, non è ben visto dalla Santa Inquisizione. Non ama le prepotenze né i compromessi, ma la sua irruenza viene tenuta costantemente a freno da Marcello Donati, prudente consigliere ducale.La morte dell'architetto fa riaffiorare il passato del famoso pittore di corte Giulio Romano, portando il capitano ad indagare anche nella Firenze medicea e nella Venezia della sua amata Rosa.Cercare di salvare un'innocente dal rogo, invece, lo costringerà a scomode scelte.

  • Formato: epub
€ 2,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
La veglia di Ljuba Angelo Floramo

La veglia di Ljuba

La vita intensa di un padre, esule più per vocazione che per destino, fuori dagli schemi, diventa lo spunto per narrare la storia del Novecento lungo il confine tra Italia e Jugoslavia. Dai villaggi dell'Istria profonda alle pagine nere del fascismo, dall'occupazione titina di Trieste al terremoto in Friuli del 1976 e alla successiva ricostruzione, fino ad arrivare ai giorni nostri: la biografia di un essere umano si sovrappone alla biografia di una terra complessa, plurale, meticcia. Floramo conduce il lettore in un viaggio che attraversa continuamente le frontiere, entra nelle pieghe di un amore, delicato e intenso, lungo un'intera vita e racconta il destino di bambini, uomini e donne che si sono ritrovati in un posto giusto in tempi, spesso, sbagliati.

  • Formato: epub
€ 3,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
La Riva Verde Adriana Assini

La Riva Verde

Bruges, 1379. Sullo sfondo dello scisma d’Occidente, in piena guerra dei Cent’anni e in mezzo alle contese tra tintori del rosso e tintori del blu, le dame della Compagnia della Conocchia siriuniscono ogni notte in gran segreto. Un nugolo di donne che, per sfuggire alla tirannia maschile, sfida la sorte per coltivare un diverso sapere, foriero di sciagure. Tra loro, Greta du Glay, additata come la fattucchiera, e Rose, innamorata di Robin, un tintore del rosso, ma imminente sposa di un tintore del blu.Sulle due corporazioni, da sempre rivali, d’improvviso piomba lo scompiglio, allontanando più d’una dalla Compagnia della Conocchia.Il sospetto di un assassinio e una fuga inaspettata agiteranno ancor di più le acque della Riva Verde.

  • Formato: epub
€ 1,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
La questione meridionale Nando dalla Chiesa

La questione meridionale

La “quistione meridionale” ha cambiato verso e forma. Finito il latifondo, finita la classe contadina “disgregata e amorfa”, svuotatosi di generazioni di giovani, il Sud gramsciano si accinge a vincere nella sovrastruttura, nella mentalità pubblica e nel senso del diritto. La “quistione meridionale” è ancora più nazionale di un tempo. Non il Sud da integrare nella nazione.Ma il Sud illegale che progressivamente conquista la nazione, la cambia, la uniforma a sé. Con il Nord che si rivela sempre meno diverso e senza classe dirigente. Rileggere Gramsci per capire la nuova Questione meridionale. Non più la separatezza di nord e sud, funzionale ai meccanismi dell’accumulazione capitalistica. Ma una diversità territoriale che resiste ai movimenti civili e alle nuove generazioni. E che si allarga fino a farsi Paese intero, con la famosa “linea della palma” che sale sempre più a nord. Un nord per tanti aspetti “compatibile” con i costumi mafiosi, ospitale per la corruzione e per il familismo amorale. E imbevuto di retorica negazionista. Tuffarsi in un grande pensiero politico e rivedere di colpo che cosa è pur stata la politica in Italia. E scoprire il doppio paradosso gramsciano. Quello di raccontare una questione meridionale che non c’è più e offrire tuttavia gli strumenti più avanzati per capire quella imprevedibile di oggi, il sud che va alla conquista del nord. E quello di un grande pensatore marxista che trova la sua contemporaneità fuori dal marxismo. Una nuova antologia, curata e introdotta con passione da un autore che indica negli scritti gramsciani, specie quelli sul Risorgimento e sugli intellettuali, la chiave per spiegare l’Italia di oggi.

  • Formato: epub
€ 1,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Laos. Usi, costumi e tradizioni Mauro Proni

Laos. Usi, costumi e tradizioni

Piccolo paese senza sbocchi sul mare, costretto tra il Vietnam e la Thailandia, meta di un turismo prevalentemente “zaino in spalla”, il Laos non è un semplice luogo geografico, ma molto di più: è uno stato mentale, per dirla con le parole di Tiziano Terzani.Religione buddhista da una parte e culti animistici dall’altra, unitamente a una timidissima apertura all’occidentalizzazione, ne hanno fatto un Paese più rivolto al passato che ad un possibile futuro. Nonostante il regime comunista a partito unico, la sensazione di libertà che si respira in Laos è massima ed è la prima cosa che si nota non appena si mette piede nel Paese. La sostanziale assenza di regole consente di fare tutto o quasi, compreso farsi venire un esaurimento nervoso se non si considera l’abisso culturale che ci separa dai lao.Adatto sia ai turisti che a chi medita di soggiornare nel Paese per un lungo periodo, accompagnato da esperienze personali dell’autore e da divertenti aneddoti, questo libro è un vademecum indispensabile per capire i lao, il loro modo di relazionarsi, di affrontare la vita, la morte, il lavoro, di misurare il tempo, di metter su famiglia, di allevare i figli, di vivere la religiosità e di passare il tempo libero, per scoprire il volto nascosto di uno dei Paesi meno conosciuti dell’Asia.

  • Formato: epub
€ 2,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Io, partigiana. La mia Resistenza Lidia Menapace

Io, partigiana. La mia Resistenza

Lidia Menapace è nata nel 1924 a Novara, vive a Bolzano. Staffetta partigiana, senatrice della Repubblica italiana, pacifista e femminista militante, in questo libro racconta la sua esperienza nella Resistenza attraverso i grandi eventi storici e gli episodi di eroismo personale e collettivo. La tessera del pane e i bombardamenti, la solidarietà tra famiglie e le fughe in bicicletta, la distribuzione dei giornali clandestini e la paura dei posti di blocco dei nazifascisti, la consegna dei messaggi in codice imparati a memoria, l’aiuto prestato a un giovane ebreo nella fuga in Svizzera, i libri sui sindacati letti di nascosto, lo studio al lume di candela durante il coprifuoco… E poi, la presa di coscienza graduale del valore politico della Resistenza, che ha posto le fondamenta teoriche e pratiche del progetto di una società solidale e partecipata il quale, se trovò un seguito forte nella Costituzione, fu poi tradito nella storia reale dell’Italia. Ma, come le scriveva in un bigliettino il generale Alexander, comandante delle forze alleate, “Lidia resisté”; e la Menapace continua ancora oggi a combattere.Una fondamentale testimonianza, storica e coinvolgente, corredata da schede di approfondimento che guidano nella lettura anche un pubblico di giovani.

  • Formato: epub
€ 4,49

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
I misteri dell'Ara Pacis Paolo Biondi

I misteri dell'Ara Pacis

Ha più di duemila anni, una storia lunga, ma avvolta in gran parte nel mistero di tanti segreti. Molti di essi ancora non sono stati indagati. L’Ara Pacis è il monumento dell’apoteosi di Augusto. Ideata nel 13 e inaugurata il 30 gennaio del 9 a.C., dedicata alla moglie Livia nel giorno del suo cinquantesimo compleanno, è la sintesi religiosa, etica e politica del principato di Augusto. Eppure la vita di questo monumento fu brevissima e già nel II secolo d.C. se ne perdono le tracce, tanto che non compare in molte delle cronache di quegli anni. Perché una vita così breve? Perché si dovette aspettare fino alla fine del XIX secolo per ritrovarla e riscoprirla? La sua vicenda è una appassionante avventura, con tanti aspetti sconosciuti che queste pagine cercano di indagare e svelare. Ecco il racconto dell’Ara, dalla sua nascita alla sua scomparsa fino al suo ritrovamento. Siamo accompagnati in questo viaggio nei secoli e nei millenni da personaggi, alcuni noti altri meno ma tutti realmente vissuti, che cercheranno di svelare i tanti misteri legati al monumento simbolo di Augusto e del suo principato.

  • Formato: epub
€ 5,49

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Il sorriso di Pol Pot Peter Fröberg Idling

Il sorriso di Pol Pot

Nell'estate del '78 un Boeing 747 cinese atterra nella Kampuchea Democratica con a bordo una delegazione dell'Associazione Svezia-Cambogia, guidata da Jan Myrdal. I quattro svedesi sono tra i pochissimi stranieri a cui è stato consentito l'ingresso nel paese dove si è verificata la rivoluzione comunista più radicale a cui il mondo abbia mai assistito. Sei mesi dopo la loro visita si scopre che, nel corso dei tre anni e mezzo nei quali Pol Pot è stato al potere, quasi due milioni di persone, corrispondenti a un quarto della popolazione, sono stati giustiziati o sono morti di fame, malattie e schiavitù. Ma durante il viaggio di mille chilometri attraverso il paese, i quattro delegati non hanno visto né morte né terrore, descrivendo anzi la rivoluzione dei Khmer Rossi come pienamente riuscita, un modello da seguire. Com'è possibile che quattro studiosi specializzati nel Sudest asiatico, abbiano compiuto un viaggio nel pieno di uno dei più imponenti eccidi del Novecento senza vedere nulla? Nella sua ricerca della verità, Idling ha ripreso contatto coi protagonisti della vicenda, intervistandoli e indagando su quell'esperienza. Tutti mostrano di avere opinioni contrastanti sulla rivoluzione dei Khmer Rossi ma la loro memoria ci aiuta a ricordare un importante capitolo della storia contemporanea.

  • Formato: epub
€ 4,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Il sigillo di Enrico IV Tiziana Silvestrin

Il sigillo di Enrico IV

A Mantova è aria di Pasqua e in quel 1596 i riti e le processioni sono più intensi: si crede, infatti, che la città sia preda del demonio. Il ritrovamento dei resti di un rito satanico ha impaurito i cittadini e reso furioso il duca Vincenzo Gonzaga.Al capitano di giustizia Biagio dell’Orso, per niente incline alle superstizioni, l’incarico di trovare chi ha dato inizio a tutto questo e perché. Gli indizi lo porteranno prima a Cremona, dove qualcuno ha acquistato un libro di magia nera, poi a Torino, all’inseguimento di un conte. Ma allontanarsi da Mantova, stavolta, per Biagio è più difficile: Rosa è appena arrivata in città, un pittore l’ha scelta come modella per un misterioso dipinto per un altrettanto misterioso committente. Da Mantova parte anche una delegazione con a capo il vescovo di Mantova, Francesco Gonzaga, e l’arcivescovo di Firenze, Alessandro de’ Medici. Sono diretti a Parigi, ma lo scopo della loro missione è avvolto dal mistero, così come lo scrigno che il Medici tiene gelosamente tra le mani al momento della partenza.Un capitolo importante della saga gonzaghesca, in cui si fondono passioni e intrighi, alleanze e tradimenti.Il respiro di una grande epoca storica, le splendide corti d’Europa, Mantova in primis, fra arte, intrighi, forza e passioni. Atmosfere capaci di far vibrare l’anima del lettore.

  • Formato: epub
€ 2,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Il re Kader Abdolah

Il re

“Ho lasciato morti dietro di me, i miei compagni di lotta sono in carcere o sepolti in qualche cimitero, mentre io vengo ricevuto ovunque come un re”. Come i precedenti romanzi di Kader Abdolah, anche Il re è frutto di una febbrile urgenza di scrivere, di un dovere etico della memoria. Siamo nella Persia a cavallo tra Otto e Novecento, al centro del Grande Gioco tra Russia, Francia e Inghilterra per il dominio asiatico. Ma è anche l’alba della globalizzazione, una brezza incessante spazza via tradizioni millenarie per portare modernità e profondi cambiamenti. Debole, ostinato, vendicativo, più interessato alle duecentotrenta donne del suo harem e alla gatta Sharmin che ai problemi dell’Iran, lo scià Naser non sa intercettare gli snodi cruciali della Storia, ma proprio per questo mantiene il fascino umano del perdente legato a un mondo che scompare. A lui si contrappone il visir Mirza Kabir – trisavolo dell’autore – che lotta invece per un futuro di progresso, sognando la costruzione di scuole, fabbriche, ferrovie, ospedali e il diffondersi dei vaccini. Con Il re si ritrova l’Abdolah de La casa della Moschea, il cantastorie affabulatore che rievoca profumi e atmosfere da mille e una notte, ma soprattutto il grande interprete del suo tempo, capace di cogliere il parallelo tra l’arrivo del telegrafo nella Persia di Naser e quello di internet nell’Iran di oggi. Il re si configura così come un romanzo di penetrante attualità, testimonianza di quel “contagio” dell’Occidente che, allora come oggi, porta con sé la speranza di un cambiamento alla lunga inesorabile.

  • Formato: epub
€ 4,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Il patto infame Luigi Grimaldi

Il patto infame

L’assassinio di un giovane politico, gli intrecci tra Camorra e Brigate Rosse e una nuova verità giudiziaria.Napoli. È la mattina del 27 aprile 1982: un commando delle Brigate rosse uccide Raffaele Delcogliano, avvocato di 38 anni, assessore al Lavoro della Regione Campania, e il suo autista. A distanza di oltre trent’anni, emergono risvolti finora inesplorati del patto scellerato che legò in quella fase la criminalità organizzata e i brigatisti.Pagina dopo pagina l’Autore ripercorre il clima politico e sociale di quegli anni difficili, ricostruisce il forte legame tra la Camorra e la colonna napoletana delle Brigate rosse, e sapientemente ricostruisce il contesto che portò all’eliminazione del giovane politico che era un ostacolo alle torbide trattative in corso tra la politica e la criminalità organizzata.

  • Formato: epub
€ 1,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Il Medico di corte Per Olov Enquist

Il Medico di corte

Una serie bizarra e curiosa di eventi porta Johann Friedrich Struensee, giovane medico tedesco, idealista, impregnato di idee illuministe, ad accettare l'incarico di medico personale, e poi di Primo Ministro, del re di Danimarca Cristiano VII. È il 1768: per quattro anni la Danimarca conosce una rivoluzione che anticipa, senza terrore, le conquiste della rivoluzione francese. Dalla libertà di pensiero, di stampa, di culto, fino al progetto di eliminazione della servitù della gleba: in seicentotrentadue decreti Struensee, intellettuale ignaro dei giochi della politica, firma la propria condanna, aprendo la strada a quella reazione che Guldberg, pietista assillato dalla missione di salvare la Danimarca, non farà che pilotare.

  • Formato: epub
€ 4,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Il martirio nell’Islam moderno Meir Hatina

Il martirio nell’Islam moderno

Il tema del martirio nell’Islam viene qui inquadrato in un’ampia prospettiva storica che ne contestualizza le componenti ideologiche, simboliche, sociali e politiche, evitando di focalizzare l’attenzione sulle motivazioni personali degli attentatori suicidi, come spesso è accaduto negli studi finora pubblicati.A partire dal XX secolo e fino ai giorni nostri la pratica dell’autosacrificio ha sollevato accese dispute all’interno del mondo islamico, sia sciita sia sunnita. I movimenti più radicali l’hanno adottata come strumento principale del jihad, elevando gli attentatori suicidi al rango di martiri, altri hanno posto vincoli sul suo utilizzo, mentre le correnti più moderate l’hanno condannata da un punto di vista teologico o morale.Meir Hatina esplora i diversi modi di concepire l’autosacrificio seguendone l’evoluzione attraverso i secoli, evidenziando i retaggi della tradizione ebraica, cristiana e di altre culture non islamiche nonché i legami con il contesto sociopolitico contemporaneo.Attingendo a un vasto corpus di fonti di prima mano – cronache, testi giuridici, manifesti ideologici, memorie, testamenti, hadith e fatwa –, oltre che alla più recente letteratura storiografica e sociologica, il libro apre inedite prospettive su uno dei fenomeni più controversi e inquietanti del nostro tempo.

  • Formato: epub
€ 3,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Il libro di Blanche e Marie Per Olov Enquist

Il libro di Blanche e Marie

Albori del Novecento, Parigi, un crinale storico, artistico e scientifico di portata rivoluzionaria. Marie Curie e la sua assistente, Blanche Wittman, un tempo paziente prediletta del celebre dottor Charcot, stanno terminando la ricerca che porterà alla scoperta del radio. Profili di una galleria straordinaria di interpreti e testimoni: August Strindberg e Sigmund Freud, ancora studente, spettatori delle teatralizzazioni che Charcot dirigeva per le sue tesi, Pierre Curie, già Nobel per la fisica, Einstein e Paul Langevin, che diventerà l'amante di Marie, ma anche i cafè di Montmartre che celebravano in quegli anni la "Danse des fous" di Jane Avril, un tempo come Blanche internata alla Salpêtrière e ora musa di Toulouse Lautrec. Il libro delle domande che Blanche scrive altro non è che un interrogarsi sconvolgente sulla natura profonda dell'amore, sulle connessioni che legano arte, scienza, rivelazione e vita.

  • Formato: epub
€ 4,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
I leoni d'Europa Tiziana Silvestrin

I leoni d'Europa

Mantova, 1582. Nella basilica palatina di Santa Barbara, lo scozzese James Crichton e Thomas stanno trafugando qualcosa quando un rumore mette in allarme le guardie. In fuga per le strade della città, si imbattono nel principe Vincenzo Gonzaga e Ippolito Lanzoni. Nel duello, nato apparentemente senza motivo, il principe ferisce lievemente Crichton che morirà di lì a poco nella spezieria di Geniforti. Occorrre far chiarezza sull'accaduto e trovare le prove che scagionino il giovane Gonzaga dall'accusa di omicidio.Il consigliere ducale Zibramonti affida le indagini a Biagio dell'Orso, affascinante capitano di giustizia. Il caso è un vero rompicapo: nella basilica sembra non mancare nulla, poco si sa di Crichton e misteriosa appare la sua morte.Sulle tracce del passato dello scozzese, il capitano di giustizia entra nelle maglie di un complotto internazionale e in una ragnatela di personaggi insospettabili. Sullo sfondo, l'opulenza dell Serenissima, i servizi segreti del Consiglio dei Dieci, spie e cortigiane, la politica dei Gonzaga e gli intrighi di Elisabetta I e del suo consigliere Walsingham.

  • Formato: epub
€ 1,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
I fili della storia. Incontri, letture, avvenimenti Danilo Zardin

I fili della storia. Incontri, letture, avvenimenti

Viaggiare nei paesaggi sconfinati della storia e della cultura del mondo moderno è una avventura piena di sorprese inaspettate. Si può credere di conoscere già molte cose, ma ancora di più sono quelle da riscoprire, o che si possono guardare in una luce diversa. Per fare questo, occorre una bussola per cominciare a orientarsi. «I fili della storia» propongono dei sentieri da percorrere e invitano a sostare su alcuni punti fermi di passaggio. Aiutano a mettere a fuoco l’impianto della società, che continua a cambiare, nel tempo, la sua fisionomia. Descrivono il ruolo e gli ideali delle istituzioni del potere. Più ancora, fanno incontrare con gli uomini che hanno animato la vita dell’Occidente degli ultimi secoli, mostrando tutta la ricchezza delle loro attese, dei loro bisogni e delle loro speranze: un destino da costruire, una fede religiosa a cui appoggiarsi, la dialettica con altre visioni della vita alternative, una concezione di sé e del valore della realtà che si è tradotta in arte, in bellezza, in capacità di iniziativa e impegno operoso per fare del mondo uno spazio da rendere sempre più abitabile, anche passando attraverso lotte, perdite e conflitti.L'autore. Danilo Zardin è professore ordinario di Storiamoderna presso l’Università Cattolica delSacro Cuore di Milano, dove coordina il dottoratoin Storia e letteratura dell’età moderna econtemporanea. Al centro dei suoi studi è ilsistema culturale e religioso dell’Europa diAntico Regime, con speciale riferimento aMilano e alle terre lombarde. Ha di recentecurato: «Il cuore di Milano. Identità e storia diuna capitale ‘morale’» (2012) e «Lombardia edEuropa. Incroci di storia e cultura» (2014).L’ultimo volume autonomo è «Carlo Borromeo.Cultura, santità, governo» (2010).

  • Formato: epub
€ 3,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Hitler Segreto Enzo Caniatti

Hitler Segreto

Quando la caduta di Hitler sembrava ormai questione di giorni, in cielo, in mare e in terra apparvero incredibili armi che avrebbero potuto costringere gli Alleati a scendere a patti. Uno straordinario arsenale tuttora avvolto in un alone di mistero, voluto dai vincitori della guerra per evitare che il mondo sapesse fin dove si fosse spinta la genialità bellica tedesca e soprattutto per poterla sfruttare a proprio vantaggio. Russi e americani crearono vere e proprie task force che, agendo in competizione e in assoluta segretezza, si impadronirono dei “cervelli” nazisti più promettenti, per nulla badando ai loro trascorsi, e delle relative invenzioni: dalle bombe intelligenti ai jet rotanti, dall’ala volante e dai raggi perforanti alla bomba disgregatrice, rivelata dagli archivi sovietici desecretati. Fino a progetti ai limiti della fantascienza realizzati dalla famigerata Ahnenerbe: dai dischi volanti alla macchina del tempo. Vicende che Enzo Caniatti, autore di diversi saggi e romanzi sul secondo conflitto mondiale, ha qui rigorosamente raccolto e documentato, con un ricco inserto fotografico.

  • Formato: epub
€ 2,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Hitler, l'eletto di Satana Enzo Caniatti

Hitler, l'eletto di Satana

È il primo volume della collana Secret History, ovvero “l'altra storia”, quella che esce dai binari ufficiali per esplorare altre “verità”. Il viaggio inizia con Hitler l'Eletto di Satana, il lato più oscuro e meno noto del nazismo, spesso rinnegato dalla storiografia ufficiale. Al tribunale di Norimberga, quando alcuni imputati evocarono il ruolo avuto da astrologhi, profeti, maghi e indovini nel regno del terrore nazista suscitarono solo sommesse risate. Eppure Alleati e Sovietici, durante il conflitto avevano preso molto seriamente il lato magico del nazismo. Il presidente americano Roosevelt non ebbe nulla da obiettare quando il segretario di stato John Stipson suggerì di creare in seno all’OSS (il vecchio servizio segreto USA) una sezione speciale per indagare sugli strani legami che esistevano tra i capi nazisti e alcune società segrete. Da qui sono partiti i ricercatori che dal dopoguerra scavano nelle pieghe della più aberrante ideologia della storia sviscerandone le origini occulte. Lo scenario che emerge è incredibile. E Hitler l'eletto di Satana ne è la summa: racconta la vera storia di profeti, sette, mistici, scienziati folli al servizio del Reich.

  • Formato: epub
€ 1,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Goodbye Murat Nicola Signorile

Goodbye Murat

Quanto la geometria di una città nuova ha saputo sopravvivere alle trasformazioni? Bari coltiva una mitologia del centro storico ottocentesco, il cosiddetto Murattiano. E se ogni mitologia ha bisogno di racconti efferati, quello di Bari si chiama “boom edilizio”. In realtà la degenerazione del Borgo murattiano è precoce e le prime sopraelevazioni sono autorizzate già alla fine dell’Ottocento: il rifiuto dello stile neoclassico e le manifestazioni dell’eclettismo sono però considerati paradossalmente nell’immaginario collettivo l’espressione del medesimo, originario progetto. I rari esempi di architettura di qualità realizzati nella seconda metà del Novecento sono invece ignorati da qualsiasi azione di tutela. Eppure ad essi si guarda oggi come modelli per realizzare una città che abbia il coraggio della contemporaneità. Con quattro autentiche “interviste impossibili” a Bruno Zevi, Vittorio Chiaia, Michele Cifarelli e Vittore Fiore sul tema del centro storico e del vincolo paesaggistico.

  • Formato: epub
€ 4,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Gli amanti di Bisanzio Mika Waltari

Gli amanti di Bisanzio

È il 1452 quando Johannes Angelos arriva a Costantinopoli. Letterato, mistico, avventuriero, la sua vita è stata un perenne errare, dal Palazzo dei Papi di Avignone al Concilio di Basilea, dalla ricca Firenze all’ultima crociata, fino a un posto d’onore alla corte di Maometto II. Ma rispondendo al richiamo del destino e delle sue segrete origini, rinuncia a tutto per andare a difendere Bisanzio dai turchi. È lui stesso a raccontare nel suo diario l’epocale assedio, l’impotenza di un popolo che assiste al crollo delle sue mura millenarie, l’agonia di un impero ormai snaturato dagli intrighi di potere tra greci e latini, la timorata lealtà di Costantino XI contro l’astuzia machiavellica del Sultano. Pronto ad affrontare la morte certa, l’ultima cosa che Angelos si aspetta è di trovare l’amore tra le braccia di Anna Notaras, l’intoccabile figlia del temuto megaduca. Un amore tempestoso come la battaglia che imperversa sui bastioni e impossibile come il futuro dell’ultima Roma. Scritto all’indomani della Seconda guerra mondiale, Gli amanti di Bisanzio è il monumentale affresco del tramonto di un’epoca. Racchiudendo in sé la fede, gli ideali e gli universali di un’antichità che ha saputo conciliare Oriente e Occidente, Angelos è destinato a soccombere a un nuovo tempo in cui la materia ha il sopravvento sullo spirito, la legge economica su quella morale, il calcolo sulla passione: la fine dell’età di dio e l’avvento dell’età dell’uomo.

  • Formato: epub
€ 4,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Giulia Tofana. Gli amori, i veleni Adriana Assini

Giulia Tofana. Gli amori, i veleni

Nella Roma barocca di Urbano VIII trionfa l’arte e imperano le feste, ma anche il Tribunale dell’Inquisizione lavora senza soste. Le leggi le fanno ancora gli uominie le donne le subiscono, assieme ai matrimoni imposti e ai maltrattamenti non puniti, prepotenze a cui nessuno, nemmeno il Santo Padre, intende porre rimedio.La musica cambia, però, quando nella città sul Tevere approda una bella forestiera, Giulia Tofana, giovane plebea di dubbia morale e cuore schietto.Innamorata persa di un barone e amante di un bel frate, non ne sa di scienza né di lettere, ma a forza di trafficare con l’arsenico e l’antimonio, ha messo a punto la formula di un veleno che non lascia tracce, non desta sospetti. Un veleno perfetto, dunque, che però non è per tutti: paladina di giustizia, Giulia lo vende soltanto alle donne.Per liberarsi di mariti grevi e maneschi, che non hanno scelto.

  • Formato: epub
€ 1,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Generazione Serbia Dušan Veličković

Generazione Serbia

La famiglia serba Kobac/Tomic è la metafora di un popolo che attraversa il Novecento. Il racconto, dissacrante e ironico, segue in linea maschile le vite di uomini che dalla Serbia dell'Impero Austroungarico, viaggeranno fino in Russia e in America attraversando la Grande Storia. Il romanzo di Velickovic narra i destini familiari che incrociano la "Guerra dei maiali", le due guerre mondiali, gli anni Cinquanta e le purghe titoiste, la ribellione globale del 1968 e l'ascesa di Milosevic. Nel 1991, come la Federazione Jugoslava, anche il nucleo famigliare si scioglie e l'ultimo Kobac parte alla ricerca del padre.

  • Formato: epub
€ 2,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Francesco d’Assisi. Una nuova biografia Augustine Thompson

Francesco d’Assisi. Una nuova biografia

In questa nuova autorevole biografia di san Francesco (pubblicata negli USA dalla Cornell University Press, nel 2012), lo studioso domenicano Augustine Thompson è andato alla ricerca del cosiddetto Francesco della storia, al netto delle leggende agiografiche e delle interpretazioni teologiche o culturali. Sul modello della «Jesus quest», anche questa «Francis quest» parte sfatando preliminarmente una serie di tipiche ricostruzioni della figura del Santo che lo arruolano in questa o quella temperie culturale o sociologica: dal Francesco ecologista, romantico, mistico della natura e degli animali, hippie, pacifista o femminista di tante rivisitazioni moderne (cattoliche o laiche) alle interpretazioni teologiche che si sono stratificate – nell’Ordine francescano e fuori – intorno alla biografia storica del Santo. Il proposito di Thompson è stato quello di scarnificare la tradizione delle fonti biografiche francescane per ritrovare il nucleo dei fatti che la critica storica più raffinata può ragionevolmente attribuire alla vita di san Francesco. Quella di Thompson è pertanto una biografia storica e filologica, che porta a compimento in maniera originale il programma iniziato e mai completato da Raoul Manselli con il suo noto «San Francesco d’Assisi» del 1982. Il libro di Thompson si differenzia anche dalle più note biografie del Santo, peraltro eccellenti: quelle di Vauchez (2009), che lascia ancora troppo spazio agli elementi della tradizione leggendaria, o di Le Goff (2000), che inquadra Francesco nei modelli culturali e nelle categorie sociali del secolo XIII. Il risultato del lavoro di Thompson è un libro che nelle prime 170 pagine contiene una accurata biografia “critica” del Santo e nel resto del volume discute approfonditamente le basi filologiche della ricostruzione biografica, attraverso la critica serrata delle fonti scritte. Ma l’opera non si rivolge esclusivamente agli ...

  • Formato: epub
€ 8,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Ebrei a Shanghai Elisa Giunipero

Ebrei a Shanghai

Un capitolo della storia della Shoah pressocché sconosciuto in Italia. Alla fine degli anni Trenta, Shanghai aprì le porte a oltre 18.000 ebrei, perlopiù tedeschi e austriaci, che fuggivano dalle persecuzioni naziste in Europa. Rispetto alle restrizioni sull’immigrazione imposte dalla maggior parte degli Stati, Shanghai costituì un’eccezione. La “Parigi d’Oriente” divenne la cornice di un’integrazione complessa eppure riuscita: migliaia di rifugiati trovarono asilo all’interno del ghetto di Hongkou dove condussero un’esistenza difficile, ma priva di conflitti con la popolazione locale. Al termine della Seconda guerra mondiale, il numero dei sopravvissuti era così elevato da far parlare di “miracolo di Shanghai”.I diversi contributi raccolti nel libro, a cura di Elisa Giunipero, ripercorrono gli eventi storici di quegli anni e descrivono lo straordinario sviluppo economico e socioculturale della metropoli in seguito all’incontro tra popoli tanto distanti tra loro. Accanto alle vicende collettive, emergono la voce della testimone Sonja Mühlberger, nata a Shanghai nel 1939, e la storia esemplare del console cinese a Vienna Ho Feng Shan, riconosciuto “Giusto tra le Nazioni” per essersi opposto ai suoi superiori e aver concesso il visto di espatrio a molti ebrei in fuga dal Terzo Reich.

  • Formato: epub
€ 2,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Drammi della storia universale August Strindberg

Drammi della storia universale

Nel 1903, Strindberg scrive un saggio sul Misticismo della storia universale, che viene descritta come «una colossale partita a scacchi, nella quale un solo giocatore», divino e imperscrutabile, «muove sia i bianchi sia i neri, tenendosi completamente neutrale»; quindi, compone tre drammi dedicati alle figure di Mosè (Attraverso i deserti verso la terra promessa), Socrate (Ellade) e, più tangenzialmente, Cristo (L’agnello e la bestia). Strindberg aveva in mente un immenso affresco drammaturgico, di cui restano solo questi pilastri (insieme a un altro dramma su Lutero), che sono rimasti spesso ai margini delle edizioni della sua opera e delle rappresentazioni teatrali. Si tratta di drammi discontinui e occasionalmente espressionistici che, tuttavia, consentono – come dimostra l’introduzione di Franco Perrelli – una lettura e una valutazione in profondità di tutta la variegata produzione strindberghiana, in campo teatrale e no.

  • Formato: epub
€ 5,49

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Delitto imperfetto Nando dalla Chiesa

Delitto imperfetto

Il 3 settembre del 1982 la mafia andò all'assalto del cuore dello Stato. Alle nove di sera venne ucciso nel centro di Palermo il prefetto Carlo Alberto dalla Chiesa, già simbolo vincente della lotta al terrorismo, mandato in Sicilia da quattro mesi per dare la più alta risposta dello Stato all'offensiva sanguinaria di Cosa Nostra.Con il prefetto vennero uccisi la sua seconda moglie, Emmanuela Setti Carraro, e l'agente di scorta Domenico Russo. La strage segnò un momento estremo nella storia della Repubblica.L'Italia scoprì forse per la prima volta il senso di onnipotenza e di impunità della mafia. Da lì partì un movimento di rivolta e di impegno civile che vide in prima fila generazioni di insegnanti e di studenti.Questo libro venne scritto nel 1984 dal figlio Nando per raccontare, prima dei grandi processi, quel che era accaduto. O almeno quel che era accaduto sotto gli occhi dell'opinione pubblica e che quasi tutti fingevano di non avere visto. Sottoposto a una ferrea censura televisiva, Delitto imperfetto ebbe uno straordinario successo di pubblico. Ancora oggi esso ha il valore del documento umano e civile capace di svelare, attraverso uno sconvolgente affresco d'epoca, i meccanismi della complicità morale e culturale. E di spiegare ai più giovani un pezzo cruciale della storia nazionale.

  • Formato: epub
€ 1,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Dante Petrarca Giotto Simone Emanuele Triggiani, Valerio Capasa

Dante Petrarca Giotto Simone

Profilo dell’operaO si punta sulla scelta e sull’eternità, come Petrarca, o si punta, come Dante, sul tutto, mescolato anche di effimero e contingenza. Non si ama, non si studia se non annotando le differenze. Tra Dante e Petrarca, come tra Giotto e Simone Martini, ci sono grandi archi di continuità ma ci sono anche fratture, che occorre comprendere bene per avere giudizio sull’esperienza dell’arte e quindi della conoscenza che è giunta fino a noi. La attualità e la necessità di questo libro, in un concerto a incroci e a rimandi (biografici e artistici) tra i suoi quattro protagonisti, consistono nella messa a fuoco del tema del desiderio che opera a far crescere l’arte, a darle dignità e splendore e luogo nel mondo. AutoriValerio Capasa (1977) svolge la sua attività di ricerca presso il Dipartimento di Italianistica dell’Università di Bari. Si occupa prevalentemente di letteratura moderna e contemporanea, e in particolare di Cesare Pavese, cui ha dedicato una serie di saggi: sul problema del mito nei Dialoghi con Leuco e sul rapporto con gli scrittori americani.Emanuele Triggiani (1963) è docente di Storia dell’Arte nella scuola secondaria superiore. Si occupa prevalentemente di artisti contemporanei, collaborando alla rassegna «Protagonisti dell’arte» presso il Torrione Passari di Molfetta. Ha dedicato alcuni approfondimenti personali agli esponenti più noti dell’ultimo secolo e in particolar modo a Edvard Munch.

  • Formato: epub
€ 3,49

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Com’era bello il mio Pci Diego Novelli

Com’era bello il mio Pci

La vita della sezione e i suoi tipi umani, la diffusione militante dell'Unità, il rito del congresso, i vezzi e la retorica del dibattito politico. Una nostalgia ragionata del Partito comunista italiano e lo spietato contrappunto con la sinistra di oggi.Attraverso storie, personaggi, aneddoti divertenti, Novelli smonta le false verità sul partito scomparso nel 1991, ma non chiude gli occhi davanti alle questioni critiche, prima fra tutte il rapporto con l'Unione Sovietica e i Paesi del socialismo reale. Se il vecchio Pci aveva le sue spine, sostiene l'autore, la sinistra di oggi ne ha perso le buone tradizioni senza rimpiazzarle. Così le appassionate discussioni all'interno delle sezioni sono state sostituite da "un'oligarchia" che vive soltanto nei dibattiti "di Ballarò" e per conoscere l'opinione dei militanti "deve rivolgersi ai call center". Una trasformazione narrata anche attraverso impietosi giudizi sui vecchi compagni, come Giuliano Ferrara, Walter Veltroni, Nilde Jotti, Emanuele Macaluso e tanti altri.

  • Formato: epub
€ 1,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Casa per casa. Strada per strada Pierpaolo Farina, Enrico Berlinguer

Casa per casa. Strada per strada

Prefazione di Eugenio ScalfariSono passati oltre trent’anni dalla scomparsa di Enrico Berlinguer, eppure il suo esempio e la sua tensione ideale e morale restano. Com’è possibile che in un mondo completamente diverso la sua figura e le sue idee continuino a essere dibattute? Perché il segretario del partito contro cui si sono erette alleanze granitiche e si sono scavate trincee politiche conserva intatto il fascino che sprigionava da vivo?In questo libro sono raccolte e sistematizzate le idee del leader comunista attraverso interviste, discorsi e scritti. Dalla questione morale all’austerità, dal compromesso storico allo strappo con Mosca, dalla questione giovanile a quella femminile, le parole protagoniste della vicenda politica di Berlinguer finiscono col disegnare quello che Indro Montanelli, uno dei suoi più grandi avversari in vita, definì “un programma sociale, politico, economico, etico e morale non scritto basilare per il futuro democratico e di progresso del nostro Paese”. In una nazione che sta progressivamente perdendo punti di riferimento e in cui la politica si è fatta barbara e senza respiro, le idee di Enrico Berlinguer mostrano ancora l’anima e la forza di un progetto di società diversa.

  • Formato: epub
€ 1,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Bandiera arancione la trionferà Andrea Riscassi

Bandiera arancione la trionferà

Il Muro di Berlino è ormai un lontano ricordo, ma per molti Paesi ex sovietici la fine del comunismo non ha segnato l'inizio della libertà.Ora l'Europa orientale è attraversata da movimenti di protesta popolare. La gente scende in piazza e cerca di abbattere i regimi autoritari.Le hanno chiamate rivoluzioni di velluto, colorate o arancioni, come quella vittoriosa in Ucraina. I rivoluzionari cercano soprattutto di sciogliere il giogo che ancora lega molte repubbliche post-sovietiche a quella che era la capitale dell'Urss. A Mosca però c'è Vladimir Putin che ha rispolverato i simboli del passato e, grazie alle materie prime, tiene sotto scacco i Paesi confinanti. In molti Paesi dell'area ex sovietica si può finire in carcere sventolando una bandiera e in manicomio candidandosi alle elezioni. Gli imprenditori non in linea sono condannati ai lavori forzati e i giornalisti indipendenti picchiati a morte in cella o uccisi a colpi di pistola nell'androne di casa. Il Kgb non c'è più. Ma il polonio circola ancora.

  • Formato: epub
€ 1,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Autunno tedesco Stig Dagerman

Autunno tedesco

Nel 1946 furono molti i cronisti che accorsero in Germania per raccontare quel che restava del Reich finalmente sconfitto, ma dal coro di voci si distinse quella di uno scrittore svedese di ventitré anni, intellettuale anarchico e narratore dotato di una sensibilità fuori dal comune, inviato dall’Expressen per realizzare una serie di reportage poi raccolti in un libro che è considerato ancora oggi una lezione di giornalismo letterario. Mentre le testate di tutto il mondo offrono il ritratto preconfezionato di un Paese distrutto, che paga a caro prezzo gli orrori che ha seminato e dal quale si esige un’abiura convinta, Dagerman, libero da ogni pregiudizio ideologico e rifiutando ogni generalizzazione o astrazione dai fatti concreti e tangibili, si muove fra le macerie di Amburgo, Berlino, Colonia, su treni stipati di senzatetto e in cantine allagate dove ora vivono masse di affamati e disperati, cercando di capire nel profondo la sofferenza dei vinti. Ne emerge un quadro molto più complesso di quello che è comodo figurarsi. Mentre ci si accanisce a cercare nostalgici nazisti, Dagerman si chiede come può un padre che vede morire il figlio di stenti dichiarare che ora sta meglio di prima; mentre le potenze occupanti pensano a punire e ad allestire processi, Dagerman descrive la «messinscena» di una denazificazione di facciata e la morte spirituale di un Paese che è troppo impegnato a lottare ogni giorno con la morte per riflettere sui propri errori, perché «la fame è una pessima maestra» per educare i colpevoli. Con il suo acume analitico e la sua empatia capillare, Dagerman scava nelle contraddizioni della Germania postbellica offrendoci un manifesto di accusa contro tutte le guerre, e una riflessione amaramente ...

  • Formato: epub
€ 3,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Argentina Pulino Moira

Argentina

L'Argentina sembra molto familiare agli italiani, se non altro per la presenza di immigrati del nostro paese e per la sua storia calcistica, da Maradona in poi. Eppure, ben poco sappiamo di come vivono, lavorano e si divertono gli argentini. Anche se sono famosi per il loro calore e la loro cordialità verso gli stranieri, apprezzeranno comunque i visitatori interessati e rispettosi. Questa guida fornisce utili indicazioni per comprendere a fondo la mentalità di queste persone e affrontare con successo qualsiasi situazione.

  • Formato: epub
€ 2,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
Al fondo del nulla, il soffio della vita Tiziana Liuzzi

Al fondo del nulla, il soffio della vita

«Tutto cospira a tacere di noi, un po’ come si tace un’onta, forse, un po’ come si tace una speranza ineffabile» (Rilke). Perché parlare del nichilismo? Con il non senso abbiamo imparato a convivere: ha dismesso la sua apparenza tragica, si è fatto dimenticanza, «refrain» dialettico. Si può vivere, amare, morire in una società in cui la cultura dominante sia segnata dal nichilismo, ma non si può sperare perché per sperare è necessario essere autocoscienti, liberi: un io. Il tema delle conversazioni qui trascritte è il nostro io, di cui tutto cospira a tacere, quasi il suo esserci fosse un’onta da nascondere; un’onta che si rovescia, però, a volte, come la luce in certe pozzanghere, in speranza. In questo rovesciamento – come emerge nei capolavori di Tolstoj, Pasternak, Grossman – sta il paradosso che è avvenuto nello spirito russo. La tragedia del nostro tempo è l’oblio della coscienza che nella Russia del Novecento si è rivelata, però, proprio attraverso la catastrofe e la perdita di sé, occasione per la scoperta di un’ineffabile speranza.

  • Formato: epub
€ 3,99

Protetto con Social DRM

  • Questo libro è in promozione
1947 Elisabeth Åsbrink

1947

Dove comincia il presente? Quando nascono le forze, i conflitti e le idee che governano la nostra epoca? Inseguendo le tracce della famiglia che non ha mai potuto conoscere, Elisabeth Åsbrink ci trasporta in un anno cruciale del ’900, nel momento in cui l’Occidente, reduce dal Secondo conflitto mondiale, è di fronte a una serie di bivi e possibilità ancora aperte, e compie scelte decisive per i nostri giorni. È il 1947 quando scoppia la Guerra fredda, viene istituita la CIA e Kalašnikov inventa l’arma oggi più diffusa al mondo; l’ONU riconosce lo Stato di Israele e il figlio di un orologiaio egiziano lancia il mo­derno jihad. È solo nel ’47 che viene redatta la Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, prima sconosciuti all’umanità quanto il termine «genocidio», coniato da un giurista polacco che ha perso la famiglia nei Lager. E mentre una rete clandestina di organizzazioni internazionali mette in salvo i gerarchi del Reich e rilancia gli ideali fascisti, Primo Levi riesce a pubblicare Se questo è un uomo, un disilluso George Orwell scrive il profetico 1984 e Christian Dior crea il suo controverso New Look. In mezzo a tutto questo, tra le masse di profughi ebrei che attraversano l’Europa in cerca di una nuova vita, c’è il padre dell’autrice, un orfano ungherese di dieci anni, davanti a una scelta che deciderà il suo futuro. In un racconto poetico e documentatissimo, che ci cala nei destini di personaggi d’eccezione e persone comuni, Åsbrink ricompone il puzzle di un anno emblematico per la sua identità personale e per quella collettiva. E scavando nei retroscena degli eventi, fino agli istanti in cui ...

  • Formato: epub
€ 4,99

Protetto con Social DRM