eutanasia di un politico meridionale

di

Anton Soliman

Anton Soliman

eutanasia di un politico meridionale - Bookrepublic

eutanasia di un politico meridionale

di

Anton Soliman

Anton Soliman

FORMATO

Social DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 2,99

Descrizione

Mimì Zapponi è un politico di una provincia del sud che dopo un’esistenza trascorsa nel malaffare crolla psicologicamente e decide per un suicidio assistito in una clinica della morte a Berna. Ma questa decisione deve essere rimandata di un mese per motivi burocratici. Un lungo mese da trascorrere in mezzo a persone e luoghi che gli ricordano drammaticamente il suo processo di disgregazione dovuto a una malattia grave dello spirito: la corruzione!
La corruzione è un male sottile che avanza spietato fin dentro le fessure dell’animo, lo sgretola lentamente sino alla distruzione dell’Essere: una ruggine spirituale! Ogni giustificazione morale o più semplicemente l’insensibilità emotiva costituisce una barriera inutile che si frantuma inevitabilmente con il tempo. All'inizio è impercettibile. Parte da un animo guasto come una sorta di marea che si espande sul territorio generando la Disarmonia e la Dissonanza nel mondo della natura.

Ebbene, lui è stato un corrotto! Il corrotto non è un malvagio perché la malvagità ha una radice insondabile e misteriosa nell'animo umano che ha a che fare con il Demonio, il lato oscuro della Creazione. Il corrotto non è un truffatore, ovvero un individuo creativo che punta ad irretire le persone nel meccanismo dell’imbroglio. Il corrotto è un pavido che possiede una mente superficiale, inconsistente. Si fa corrompere nella debolezza per il bene della sua famiglia, per aumentare i comfort, per accedere a frequentazioni brillanti, per essere riconosciuto. Il corrotto è un ignavo, frammentato dal disagio dovuto a un vuoto interiore percependo nella corruzione il miglioramento della qualità della vita. Non si accorge, lungo la strada del proprio degrado, della perdita della gioia, dell’atrofia della sua parte spirituale…spegnendosi a poco a poco circondato da falsi amici, da oggetti banali di consumo e da desideri infantili ancora da appagare.
Durante questo mese Mimì Zapponi, suo malgrado, deve osservare meglio il suo ambiente di riferimento in modo impietoso poiché non ha più nulla da perdere, e soprattutto non ha più paura…..Ed infine scopre un’ultima verità del tutto insospettabile che in qualche modo lo rimette in gioco.

Dettagli

Dimensioni del file

832,0 KB

Lingua

ita

Anno

2016

Isbn

9786050444957

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.