La cena del Signore. Dimensione storica e ideale

di

Romano Penna

San Paolo Edizioni

La cena del Signore. Dimensione storica e ideale - Bookrepublic

La cena del Signore. Dimensione storica e ideale

di

Romano Penna

San Paolo Edizioni

FORMATO

Social DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 9,99

Descrizione

Perché i primi cristiani hanno cominciato a ripetere settimanalmente l’Ultima cena di Gesù? Che valore davano a questo incontro? Come e perché si cominciò a chiamare Eucaristia quella che inizialmente era la «Cena del Signore»? Perché la “liturgia eucaristica” precedeva la “liturgia della Parola”? Che rapporto esisteva tra Battesimo ed Eucaristia? Sulla base di un’impegnativa ma avvincente analisi dei testi religiosi e dei contesti sociali, Romano Penna, noto studioso delle origini cristiane, in questo saggio enuclea le sue originali risposte. Ricostruisce con cura il composito panorama delle prassi “celebrative” delle primitive comunità cristiane valorizzando le diversità di ambienti, di testimonianze e di riflessioni teologiche, tutte caratterizzate dalla totale assenza di categorie sacrali. Per i credenti in Cristo l’importante non è soltanto il momento di una prassi cultuale quanto ancor più il dato di una vita comunionale, condotta all’insegna della fede e di un solido legame con Gesù Cristo, nato con il Battesimo. Quella prima “immersione” in Lui si rinnova e si nutre grazie all’Eucaristia, tale da diventare fonte di una comunione fraterna altrettanto salda, vissuta nella concretezza, «finché egli venga».

Dettagli

Dimensioni del file

887,6 KB

Lingua

ita

Anno

2015

Isbn

9788821589539

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.