Scienza&Società 31/32

di

Pietro Greco

Egea

Scienza&Società 31/32 - Bookrepublic

Scienza&Società 31/32

di

Pietro Greco

Egea

FORMATO

Adobe DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 7,99

Descrizione

Diceva l’inventore statunitense Thomas Edison che il genio è “1% inspiration and 99% transpiration”, ovvero 1% di ispirazione e 99% di sudore. Una percentuale che si può modificare – come in effetti è successo una decina di anni fa quando gli autori di uno studio della Cambridge University riscrissero la formula così: 1% di ispirazione, 29% di buone scuole e 70% di fatica – ma alla cui base rimane l’idea che la creatività sia in realtà frutto più del duro lavoro che dell’intuizione di un momento. In sostanza, che le regole generali dei processi di pensiero siano sempre le stesse, sia che si faccia due più due, sia che si scopra la relatività generale e che a variare siano invece una serie di condizioni al contorno, soggettive o oggettive. Alle parole di Edison potremmo contrapporre una frase del chimico tedesco August Kekulé: “Signori, impariamo a sognare e forse allora intuiremo la verità”. In sostanza, dice Kekulé, solo abbandonando il pensiero lineare per entrare almeno temporaneamente in una dimensione irrazionale, intuitiva, potremmo dire “onirica” si riesce a liberare la creatività e quindi a creare (o scoprire) qualcosa di nuovo. Anche il filosofo Karl Popper, del resto, affermava che “ogni scoperta contiene ‘un elemento irrazionale’, o ‘un’intuizione creatrice’, nel senso di Bergson”. Probabilmente questa impostazione ha fatto sì che la creatività sia un po’ sparita dal centro della riflessione sulla scienza. Poiché non si può investigare il momento creativo della scoperta con gli strumenti conoscitivi che abbiamo a disposizione, si è per così dire deciso di passare oltre, occupandosi del “cosa” viene scoperto e non del “come”. Scienza & Società però ama le sfide e ha deciso di dire l’indicibile, ovvero di parlare di creatività. E lo ha fatto chiamando a raccolta filosofi, scienziati, sociologi e scrittori per indagare quel momento che accomuna la scienza e l’arte, ma forse anche la scienza e la più generale attività del conoscere di noi esseri umani. Dalle tante voci ospitate, è emerso un numero denso di contenuti, in cui si cammina sul dirupo delle ipotesi più che sulla pianura delle certezze, ma che proprio per questo risulta stimolante.

Dettagli

Dimensioni del file

3,4 MB

Lingua

ita

Anno

2017

Isbn

9788823815520

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.