Basi aliene tra Veneto e Friuli Venezia Giulia?

di

Lucio Tarzariol

Lucio Tarzariol

Basi aliene tra Veneto e Friuli Venezia Giulia? - Bookrepublic

Basi aliene tra Veneto e Friuli Venezia Giulia?

di

Lucio Tarzariol

Lucio Tarzariol

FORMATO

Nessuna protezione

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 4,99

Descrizione

Inutile e scontato affermare che la nostra comprensione sulla realtà aliena debba trovare “il suo naturale sfogo evolutivo”. Inutile anche che oggi ci si ponga ancora la solita domanda: Siamo soli nell’universo? Certo che no, per cortesia, andiamo oltre. Esistono interazioni con altre entità che avvengono da sempre.
Con questo scritto ho voluto solo mettere in evidenza la reale possibilità che sussista un mondo “archetipo”, ancora precluso all’uomo, come da sempre accadde. Per chi è al di fuori di queste ricerche la comprensione è difficile ed è logico che sia così dato che viviamo in un mondo controllato da “Poteri” e schemi imposti che regolano la comprensione dell’uomo già da quando è in fasce.
Detto ciò, vorrei dire che questo testo è solo per quei pochi che con mente aperta diano una possibilità a loro stessi di capire ciò che li circonda, a loro vorrei portare la conoscenza di ciò che ho raccolto, i segnali, i dubbi, e le logiche tecnico scientifiche che comprovano la reale possibilità dell’esistenza di una Base Aliena sotto le terre del Nord Italia. Per farsene un'idea, basti leggere il Blue Blood, True Blood, conflict & creation by Stewart A. Swerdlow, dove l’autore ci racconta una diversa storia dell’umanità intrisa di complotti e rivalità tra razze aliene insediate nel nostro pianeta da migliaia di anni, tra cui una razza rettiliana le cui colonie vivrebbero ancora nella nostra “terra cava”, e udite bene ora, tra gli accessi dislocati in varie parti del mondo, vi sono citate, guardate un po’, anche le nostre Alpi. Per cui se diamo retta a Swerdlow, sappiamo che abbiamo più entrate alla Terra Cava prorio nelle Alpi dove ci sarebbero una o più “Basi aliene”, che dovrebbero avere grandi estensioni, forse centinaia di chilometri, quindi coinvolgere anche le nostre Prealpi trevigiane, dove, guarda caso, Mario Sasso fotografa quasi quotidianamente oggetti non identificati.  
Se così fosse, sempre secondo il libro di Swerdlow, nelle vicinanze dovrebbero sorgere anche un presidio governativo di particolare controllo, e un aeroporto militare con un ingresso artificiale. Detto ciò vi ricordo che nei nostri dintorni abbiamo la base americana di Aviano, una zona tra le più militarizzate d'Europa.
A voi ogni conclusione, dopo aver visto le foto fatte da Mario Sasso e visionati i fatti e le coincidenze avvenuti in zona. Per quanto riguarda l’attendibilità di Swerdlow, posso dire che lo stesso David Icke, il noto autore di “storia alternativa”, si interessò alle testimonianze di Swerdlow nel suo libro “Cronache dalla Spirale del Tempo” edito dalla Macro Edizioni. Icke rievoca Swerdlow con lo scopo di comprovare le sue affermazioni sul controllo 'alieno' del nostro pianeta da parte di entità “rettiloidi” o “rettiliane”, tema da lui ampiamente trattato.
L’ufologo e docente Antonio Chiumiento, non da meno, guarda caso, già anni fa, sostenne l’esistenza di basi aliene a Pordenone, sostenendo che si trattasse dei noti “grigi”.
La nostra Vita sulla Terra sembra essere un inganno gestito da forze extraterrestri, intraterrestri e interdimensionali, e forse è per questo che chi sa tace su questa occulta verità". Sembra proprio vero ciò che disse Stephen Hawking: "Il più grande nemico della conoscenza non è l'ignoranza, ma l'illusione della conoscenza.
 

Dettagli

Dimensioni del file

17,7 MB

Lingua

ita

Anno

2018

Isbn

9788829541638

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.