L’altra faccia dell’Italia

di

Edoardo Conti

Gruppo Albatros Il Filo

L’altra faccia dell’Italia - Bookrepublic

L’altra faccia dell’Italia

di

Edoardo Conti

Gruppo Albatros Il Filo

FORMATO

Nessuna protezione

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 9,49

Descrizione

Una sera d’estate del 1950, il giovane Edoardo Conti e l’onorevole Ricci, di cui Edo è segretario personale, si uniscono ad alcuni amici del Deputato, tra i quali l’onorevole Audisio, il famoso “colonnello Valerio”. In quelle lunghe ore, la discussione scivola verso gli avvenimenti politici degli ultimi anni e il Colonnello rivela come, nell’aprile del 1945, venne designato da Luigi Longo per portare avanti la missione delicatissima di catturare Benito Mussolini e giustiziarlo per volere del popolo italiano. Walter Audisio svela agli amici alcuni particolari inediti sulle ultime ore del Duce e Claretta Petacci, della loro cattura e di come ha eseguito la sentenza su di un Duce impaurito, irriconoscibile, con la maschera del terrore disegnata sul volto; di Claretta emerge il ritratto di una ragazza romantica, appassionata e coraggiosa, pronta a sacrificare la sua vita in nome di quell’uomo che secondo lei nessuno aveva mai capito, e agisce senza esitazione, decisa a morire con il suo Ben. Si chiude così un capitolo molto doloroso per il nostro Paese, ormai tutto da ricostruire, socialmente ed economicamente ma questo libro, nel resoconto completo di quella testimonianza, contiene le riflessioni dello stesso Audisio su come, il traghettamento fuori dalla guerra e dal fascismo, abbia gettato le premesse per un Paese che, a partire dallo sbarco alleato in Sicilia del 1943, viaggia su due binari paralleli. Un teorema politico studiato, preparato e scientificamente attuato per lasciare intatta la struttura sociale, che l’onorevole Audisio definisce “L’altra faccia dell’Italia”. Una faccia che solo più tardi abbiamo imparato a riconoscere. 
Il libro contiene la testimonianza del Colonnello Valerio sulla vera storia della morte di Mussolini.


Edoardo Conti, all’anagrafe Odoardo, per un errore di trascrizione dell’impiegato, è nato a Cattolica nel 1929 in piena Era fascista da una famiglia di socialisti. Durante l’ultima guerra era solo un ragazzo, ma aveva l’incarico di riferire i messaggi di Radio Londra e Radio Mosca a Giuseppe Ricci, Presidente del cln di Cattolica. Dopo lo sfondamento della Linea Gotica, Ricci, nominato sindaco provvisorio della sua città e in seguito eletto sindaco dal 1946 al 1951, volle Edoardo come suo segretario, anche perché, per il contemporaneo incarico di deputato all’Assemblea Costituente, era costretto ad assentarsi spesso da Cattolica. Per questo motivo la collaborazione fra i due fu strettissima, consentendo a Conti di conoscere molti personaggi della politica e della cultura di quegli anni. Queste vicende, mescolate alle storie della sua città di Cattolica, sono raccontate nel libro Storia di una staffetta. Di prossima pubblicazione anche Breve storia del melodramma. Edo, dallo spirito vivace e dinamico ha in cantiere altri scritti.
Copertina di Maurizio Castelvetro. In foto: Walter Audisio, 1945.

Dettagli

Dimensioni del file

3,8 MB

Lingua

ita

Anno

2020

Isbn

9788830626089

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.