La linea madre - Bookrepublic

FORMATO

DISPONIBILE ANCHE IN

Adobe DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 9,99

Descrizione

«"Un romanzo che regala emozioni sempre crescenti. Saldaña, con grande classe, concede persino il finale a sorpresa. Al Subcomandante Marcos sarà caduta la pipa per lo stupore."»
Tuttolibri - Francesco Olivo

«"Acclamato in America Latina come uno dei migliori scrittori contemporanei, il racconto di Saldaña París si snoda intorno a un nucleo familiare (e al contest storico in cui vive), corrotto lentamente da un tarlo invisibile che ne sgretola dall’interno le relazioni."»
La Lettura - Jessica Chia

«"Nascoste sotto la trama di questo bel libro di Saldaña París, che parla di bambini che si sentono soli e adulti dalle linee della vita discontinue, covano domande ancora più interessanti: quali sono I modelli di virilità accettabili? Perché molte donne sono costrette a (non) vivere i propri desideri in uno stato di ibernazione?"»
Vanity Fair Italia - Laura Pezzino

“Con questo romanzo Daniel Saldaña París
si è affermato come uno dei più eccezionali autori
della sua generazione.”
El País
 
“Da non perdere.
Un autore che consiglio con tutto il cuore.”
Ottessa Moshfegh, The Guardian
 
“Il Philip Roth del Messico,
ironico e introspettivo allo stesso tempo.”
Vulture
 
“Un romanzo spettacolare.
La storia di una famiglia disfunzionale che sembra la culla
della violenza messicana e la radice di tutti i pregiudizi.”
Sinembargo
 
“Il meglio della letteratura d’oltreoceano.”
ABC
 
A dieci anni, il figlio di Teresa crede che sua madre sia andata per qualche giorno in campeggio quando, nell’estate del 1994, lei lascia improvvisamente la loro casa di Città del Messico. Rimasto con la sorella maggiore e un padre assente, trascorre le sue giornate a giocare da solo e a cimentarsi compulsivamente con le figure perfette degli origami. Ma la madre non torna, e lui, come un piccolo detective, si mette a cercare gli indizi del suo allontanamento. Scoprirà che Teresa non era la madre che sembrava: dietro la sua scomparsa c’era il desiderio di scappare e unirsi ai rivoluzionari dell’esercito zapatista nel Sud del Paese. Con l’aiuto di un nuovo amico poco raccomandabile, il bambino intraprenderà un viaggio in pullman verso l’ignoto, determinato a rimettere insieme i pezzi del suo mondo in frantumi.
Più di vent’anni dopo, nella solitudine di un letto, ripercorrerà gli eventi di quella lontana estate, seguendo la linea dei ricordi nella speranza di far luce sulla propria vita e sui misteri che da bambino non ha saputo svelare in tempo.
Un viaggio attraverso la memoria e il desiderio, presente in ognuno di noi, di capire i rapporti che ci hanno segnati e le persone che siamo diventati. Una narrazione penetrante che dimostra come una singola famiglia e una sola infanzia, proiettate sullo sfondo della storia, possano rivelare il cuore nascosto di una nazione.

Dettagli

Dimensioni del file

1003,5 KB

Lingua

ita

Anno

2019

Isbn

9788832962482

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.