Myricae - Bookrepublic

FORMATO

Nessuna protezione

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 0,49

Descrizione

Giovanni Pascoli ebbe un'infanzia estremamente dolorosa: suo padre fu misteriosamente assassinato quando Giovanni aveva appena dodici anni e sua madre morì l’anno successivo. Cinque suoi fratelli morirono più tardi. Studiò all'Università di Bologna sotto il grande poeta Giosuè Carducci. Nel 1879, quando aveva ventitré fu arrestato e imprigionato per alcuni mesi per aver predicato l'anarchia politica. Dopo la sua prigionia, portò i fratelli più piccoli a vivere con lui e dal 1882 iniziò la carriera di insegnante, prima nelle scuole secondarie e poi in varie università italiane, come professore di letteratura greca, latina e italiana. La prima opera letteraria di Pascoli fu un grande successo, Myricae del 1891, un volume di testi musicali brevi, delicati, ispirati alla natura e ai temi domestici, e che riflettevano i disordini psicologici dei suoi anni da studente. Un certo allentamento del tumulto interiore è evidente nel suo secondo volume, di solito considerato il migliore, Canti di Castelvecchio del 1903, una raccolta di commoventi evocazioni della sua triste infanzia e celebrazioni della natura e della vita familiare. I volumi successivi includono poemi di ispirazione classica e più formale e due raccolte influenzate da Virgilio, dall'opera di Carducci e dai simbolisti francesi: Primi poemetti e Nuovi poemetti.

Dettagli

Dimensioni del file

89,0 KB

Lingua

ita

Anno

2019

Isbn

9788835339335

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.