Il pensiero immobile - Bookrepublic

FORMATO

Social DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 14,99

Descrizione

La serratura a forma di cuore è vecchia, arrugginita, bloccata, non funziona più, non apre più nulla. Vien da chiedersi quale chiave sarà in grado di farci accedere alla sostanza e ai meccanismi dell’amore che la sua forma e il suo uso suggeriscono, forme e usi beninteso culturali. L’allusione è al potere maschile che da sempre, con pervicace intenzione ed esercizio di dominio, pretende di dettare i modi della relazione d’amore o del rapporto tout-court, ma in realtà lo annichilisce, troppo spesso con esiti di violenza e morte. Se c’è potere, non c’è amore. Gli autori indagano i modi in cui tali dinamiche si manifestano nel tempo lungo delle vicende delle donne di ieri e di oggi alle prese con quella scena tragica, attraverso le vicende storiche e le esistenze individuali, il mutare del clima sociale e politico, la tradizione, il costume e la cultura materiale, le narrazioni mediatiche, la fredda evidenza delle cifre, le legislazioni troppo lentamente progressive, le tutele e le istituzioni a loro difesa e sostegno, la mutevole percezione del ruolo della vittima, e poi i loro stessi racconti e quelli di chi su di esse si è accanito nella sopraffazione come unico rimedio all’incapacità del riconoscimento dell’altro. Una rassegna multi-disciplinare di ampio respiro, punteggiata da notazioni e considerazioni cui la psicoanalisi fornisce il suo sapere mite ma netto. Cosima Buccoliero, direttrice della Casa di reclusione di Bollate e dell’Istituto penale per minorenni “Cesare Beccaria” di Milano, è autrice della Presentazione. Giovanna Tatti, psicologa e psicoterapeuta a orientamento psicoanalitico, ha redatto l’Introduzione e l’Appendice.

Giovanni Callegari è psicoanalista e psicoterapeuta. Fondatore dell’associazione Metis, già docente di psicologia, formatore e supervisore di Case di accoglienza per donne maltrattate anche con figli. Già giudice onorario al tribunale per i minori di Torino. Ha lavorato come psicoterapeuta privato presso i sex offenders in carcere. E’ membro del direttivo del Laboratorio di Formazione e Lettura Psicoanalitica (LFLP). Svolge professione privata a Torino e a Villafranca d’Asti.
Carlo Viberti, scrittore, socio e collaboratore dell’associazione Metis, ha trasferito l’originaria formazione filosofico-letteraria nell’esperienza psicoanalitica come ulteriore e affinato strumento di interpretazione delle dinamiche della modernità.
Gli autori hanno pubblicato nel 2009 per i tipi di Ananke Il disagio sociale, l’agio civile (con Annalisa Zacchetti) che raccoglie gli atti del seminario di psicoanalisi condotto in collaborazione.

Dettagli

Dimensioni del file

253,0 KB

Lingua

ita

Anno

2020

Isbn

9788835863915

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.