Il sogno di una Chiesa diversa

di

Vinicio Albanesi

Ancora

Il sogno di una Chiesa diversa - Bookrepublic

Il sogno di una Chiesa diversa

di

Vinicio Albanesi

Ancora

FORMATO

Social DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 6,99

Descrizione

«Carissimo Padre, chi le scrive è un prete di confine che, per disegno di Dio, vive in una comunità di persone in difficoltà. Ho avuto la fortuna di aver studiato diritto canonico con grandi maestri, di aver insegnato la materia e di essere diventato canonista, anche se periferico. In questo contesto di vita e di missione sono sorte spontanee alcune riflessioni sull’organizzazione della Chiesa».Inizia così questa singolare “lettera aperta”, in cui don Albanesi si rivolge direttamente a papa Francesco per suggerire alcuni punti essenziali di riforma dell’istituzione ecclesiastica. Se infatti lo sforzo di dare un volto limpidamente evangelico alla Chiesa rimarrà solo un generoso appello alla buona volontà, senza toccare norme e prassi che regolano la vita ecclesiale, il rischio di “marce indietro” è altissimo.Il primato del “popolo di Dio” e le sue ormai ineludibili conseguenze organizzative e giuridiche, il senso del ministero e del primato del vescovo di Roma, il ruolo della curia romana e le prerogative dei vescovi, lo spazio delle conferenze episcopali nazionali e regionali, lo status del Vaticano e le sue relazioni con l’Italia: questi sono solo alcuni temi trattati dall’autore, con la serietà dello studioso e la passione dell’uomo innamorato di Cristo e della sua Chiesa.

Dettagli

Dimensioni del file

175,8 KB

Lingua

ita

Anno

2014

Isbn

9788851414696

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.