Napoli racconta - Bookrepublic

FORMATO

Social DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 1,99

Descrizione

“Il 1860 segnò nell’Italia meridionale un rivolgimento anche nei confronti della cultura” L’affermazione crociana va condivisa in pieno In particolare a Napoli l’epidemia di colera del 1884 e la conseguente affrettata approvazione della legge per il “risanamento di Napoli” il 15 gennaio 1885 contribuirono a questo “rivolgimento”. All’indomani dell’unità e con la riorganizzazione del suo ateneo Napoli vide contrapporsi all’idealismo hegeliano le prime avvisaglie del positivismo. La sempre più forte presenza del pensiero positivista condurrà alla letteratura naturalista. Il legame tra positivismo e letteratura fantastica potrebbe anche sembrare paradossale. C’è da chiedersi se non giunse insieme a questa filosofia , una cultura medico-scientifica che fece della città partenopea quasi un luogo d’elezione , una sorta di reminescenza delle antichissime scuole eleatica e salernitana . Questo tipo di cultura diede vita all’ampia e variegata gamma della novella e del racconto fantastico. Telepatie e sonnambulismo, sogni e visioni, accanto a fenomeni più propriamente paranormali ai limiti del mondo occulto.

Dettagli

Dimensioni del file

325,0 KB

Lingua

ita

Anno

2011

Isbn

9788853438577

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.