Bisanzio - Bookrepublic

FORMATO

Social DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 0,49

Descrizione

Ed eccoci al secondo dei romanzi che costituiscono la trilogia di Olaf Spada rossa, della quale abbiamo già pubblicato La Collana del Vagabondo. È trascorso del tempo, e troviamo Olaf, con i suoi Vichinghi che hanno abbandonato la terra natale e sono ora al servizio della Imperatrice Irene alla Corte di Bisanzio. Tra avventure, combattimenti, intrighi di palazzo, assassinii e altre piacevolezze del genere, avverrà l'incontro tra Olaf e la donna che ha intravisto in sogno sulla tomba del Vagabondo, alla quale lo lega un destino che travalica il tempo. Purtroppo, l'amore che la bellissima Imperatrice Irene nutre per Olaf causerà a quest'ultimo una serie infinita di peripezie, che si concluderanno... Ma non anticipiamo i tempi, e lasciamo a voi il piacere di scoprire cosa accade... H. Rider Haggardnato nel 1836 in Gran Bretagna, trascorse giovanissimo sei anni nell'Africa del Sud. Questo periodo nel continente africano gli fornì non pochi elementi per i suoi successivi scritti di fantascienza. Fu sempre profondamente attratto dalle vestigia delle antiche civiltà, dalle rovine e dai reperti, nonché dai costumi primitivi. Un personaggio caratteristico di molti suoi libri è il cacciatore bianco Allan Quatermain, immortalato in seguito sul grande schermo dai molti film tratti dal romanzo Le miniere del Re Salomone. Haggard esercitò una notevole Influenza su E. R. Burroughs e in generale sul filone dei «Mondi Perduti». P.J. Farmer ha usato i suoi personaggi e i suoi contesti nel Ciclo di Opar.

Dettagli

Dimensioni del file

275,9 KB

Lingua

ita

Anno

2012

Isbn

9788854147195

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.