Quando si pensava in grande

di

Rossana Rossanda

Einaudi

Quando si pensava in grande - Bookrepublic

Quando si pensava in grande

di

Rossana Rossanda

Einaudi

FORMATO

Adobe DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 9,99

Descrizione

Lukács, Aragon, Sartre, Grumbach, Althusser, Fischer, Sachs, Rodinson, Sweezy, Salvador Allende, Melo Antunes, Delors, Mendès France, Badinter. Trentin, Ingrao, De Rita, Cofferati, D'Alema, Bertinotti.

Le voci del secolo breve, raccolte da Rossanda nelle interviste del giornale di una sinistra considerata estrema da un'opinione sempre piú moderata, ci conducono alla domanda di oggi, sottolineata dall'autrice in un'illuminante prefazione-saggio. Perché uno straordinario tessuto di grandi idee è stato cosí combattuto e sconfitto?

***

György Lukács Che cosa è il reale? Domanda inesorabile d'un vecchio moscovita

Louis Aragon Colloquio difficile con il piú grande poeta di Francia

Jean-Paul Sartre Partiti e movimenti, due realtà inconciliabili?

Etienne Grumbach Un'isola di '68 nell'arcipelago mitterrandiano

Louis Althusser Il punto cieco di Marx, la questione dello Stato

Ernst Fischer Un itinerario fra le tempeste del secolo

Ignacy Sachs L'economia di un Paese non si misura solo in cifre

Maxime Rodinson Il labirinto del Medioriente prima dell'islamismo radicale

Paul Sweezy Gli Stati Uniti non lasceranno il Vietnam, rischiano la perdita di egemonia

Salvador Allende Una «rivoluzione socialista» tra fuochi incrociati e piuttosto solitaria

Ernesto de Melo Antunes Come evitare le secche del capitalismo di Stato, dell'autogestione o della cogestione

Jacques Delors Come guarire la Francia. O si dà sbocco ai bisogni operai o si oscillerà fra rivolta e riflusso

Pierre Mendès France Il capitalismo non è piú in grado di creare una società vitale

Robert Badinter Lo Stato non può mettere a morte, abbiamo liquidato per sempre la ghigliottina

Bruno Trentin Italia, redistribuzione del reddito e modifiche nel lavoro. Il sindacato non controlla tutto il campo

Pietro Ingrao Italia; in politica non conta quel che si è smesso di essere, ma quello che si sarà domani

Giuseppe De Rita Italia, crisi dei partiti come crisi della politica e l'autorappresentazione degli interessi

Sergio Cofferati Italia, sciopero contro l'attacco alla contrattazione nazionale

Massimo D'Alema Il comunismo è morto. Non era un'idea, è stato un grande movimento, un pezzo di mondo ed è finito

Fausto Bertinotti è ormai impossibile rattoppare l'alleanza di governo

Dettagli

Dimensioni del file

1,4 MB

Lingua

ita

Anno

2013

Isbn

9788858411773

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.