L'italiano più famoso del mondo

di

Gaia Servadio

Bompiani

L'italiano più famoso del mondo - Bookrepublic

L'italiano più famoso del mondo

di

Gaia Servadio

Bompiani

FORMATO

DISPONIBILE ANCHE IN

Adobe DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 6,99

Descrizione

Giovanni Battista Belzoni è stato uno dei più grandi egittologi della storia, non sorprende che George Lucas lo abbia preso a modello per il personaggio di Indiana Jones.
Nel corso di tre spedizioni archeologiche tra il 1816 e il 1819 scoprì una decina di tombe nella Valle dei Re, tra cui la celebre Tomba di Seti I, la cosiddetta "Cappella Sistina egizia", e gli ingressi fino ad allora sconosciuti alla piramide di Chefren e al tempio di Abu Simbel.
Gaia Servadio, con la passione e la precisione che hanno reso celebre le sue opere biografiche di grandi italiani, racconta la vita incredibilmente avventurosa di uno dei più affascinanti protagonisti dell'archeologia moderna, a suo tempo definito l'italiano più famoso del mondo.

Può sorprendere che il “Times” definisse Giovanni Battista Belzoni ‘l’italiano più famoso del mondo’; ma lo era, e se non nel mondo, in Inghilterra.
Catapultato senza quasi saperlo o volerlo nel mondo dell’egittologia, dello spionaggio internazionale, della politica post-napoleonica, Belzoni era un gigante – altissimo, lo descrive Charles Dickens –, un genio dell’inventiva che si esprimeva nei molti campi dove lo portò il suo gusto per l’esplorazione. Gigante anche in quello che riuscì a fare e a ottenere: l’enorme testa di Ramses II (oggi al British Museum) è tra i molti reperti che Belzoni fece arrivare fino a Londra.
Fu tra i primi europei a spingersi fino in Nubia; tra il 1816 e il 1819 scoprì una decina di tombe nella Valle dei Re, tra cui la magnifica Tomba di Sethi I, spogliò i grandiosi templi di Abu Simbel dalla sabbia che li ricopriva e scoprì gli ingressi fino ad allora sconosciuti alla piramide di Chefren e allo stesso tempio di Abu Simbel.

Questo è il racconto della vita incredibilmente avventurosa di uno dei più affascinanti protagonisti dell’archeologia moderna.
Morì solo e povero, abbandonato da chi lo aveva usato e sostenuto.

Dettagli

Categorie

Saggistica

Dimensioni del file

13,0 MB

Lingua

ita

Anno

2018

Isbn

9788858778555

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.