Cielo sul mondo - Bookrepublic

FORMATO

Social DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 4,99

Descrizione

Maria Scarpa de Masellis Palazzo è nata a Salento, piccolo pese cilentano, il 26 settembre del 1924. A 18 anni ha preso servizio nelle Scuole Elementari del suo paese dove è rimasta ad insegnare per 40 anni con amorevole dedizione. In occasione di un congresso scolastico tenuto a Sapri ha presentato la sua prima raccolta di poesie col titolo “Su per l’erta”. Alcuni anni più tardi ha pubblicato con l’Editore Gastaldi di Milano una seconda raccolta di poesie intitolata “A bassa voce” e un libro di racconti col titolo “Un mondo piccino così”. Per anni ha collaborato col giornale edito a Salerno “L’Eco del popolo” diretto da Eduardo Galdieri. Su questo giornale hanno visto la luce articoli, poesie, racconti e il romanzo “Antivigilia” pubblicato a puntate. Insieme ad altri scrittori si è iscritta al “Centro eleatico di fraternità latina” che operava in campo culturale per dare impulso alle relazioni fra i popoli latini. Qui ha conosciuto i poeti francesi Carlotta e Roberto Mandel con i quali ha tenuto per anni una cordiale corrispondenza epistolare. Per loro interessamento alcune sue poesie sono state tradotte in lingua francese e pubblicate sull’antologia “Poètes d’Italie” curata dalla poetessa Cecile Toumarison. Parecchi  sue poesie sono state inserite in alcune antologie italiane. Una sua sceneggiatura cinematografica “Bagliori nell’alba”, che parla delle eroiche vicende dei fratelli Riccio di Cardile, martiri del Risorgimento, è stata pubblicata dall’Editore Arduino Sacco con presentazione di Renzo Rossellini. In un secondo momento, l’autrice ha pubblicato ancora con lo stesso Editore il romanzo “Farfi, Fuffi e Fido” e un libro di favole intitolato “Favole per sognare”. Col Gruppo Editoriale l’Espresso ha pubblicato il romanzo “Al di là dello specchio”. Il grande amore per il suo paese l’ha spinta a scrivere e a rappresentare in piazza la sceneggiatura teatrale “Vita vissuta” che narra la storia di Salento dalle origini fino agli anni della seconda guerra mondiale. La rappresentazione di quest’opera ha avuto luogo nella pubblica piazza del suo paese in occasione della festa di Santa Barbara, patrona di Salento. Lo spettacolo è stato accolto con commozione ed entusiasmo da tutta la popolazione che ha avuto così l’opportunità di venire a conoscenza della storia salentina fino a quel momento sconosciuta alla maggior parte dei cittadini. L’autrice ha anche partecipato alla stesura del libro del professore Giuseppe Stifano intitolato “Giochi perduti” che ha riportato alla luce gli antichi giochi ormai dimenticati perché soppiantati da quelli prodotti dalle moderne tecnologie. Notevole importanza ha avuto per l’autrice la religione che l’ha spinta a scrivere parecchie opere sacre non solo per Salento, ma anche per altri paesi. Per il suo paese ha scritto “Barbara, il giglio di Nicomedia” che è stata rappresentata in piazza alla presenza di grande affluenza di popolo salentino e forestiero. Altre opere sacre sono la vita di San Nicola intitolata “Pellegrino d’amore” rappresentata a Cuccaro, paese situato nel cuore del Cilento, “La Beata Vergine del Santo Rosario” rappresentata a Cardile e a Gioi Cilento, “La beata Vergine del Carmelo” rappresentata a Cardile, a Gioi Cilento e persino a Gerusalemme. Di quest’ultima opera, oltre alla sceneggiatura teatrale, ha scritto anche i testi dei fumetti in collaborazione col fumettista Di Bartolomeo. L’autrice ha svolto la sua attività non solo in campo scolastico, ma ha operato anche in campo sociale, mettendo a disposizione di tutti, bambini e adulti, il suo tempo e le sue conoscenze, insomma tutta se stessa. L’autrice ha amato con immensa passione il teatro ed ha scritto una ventina di commedie sia in dialetto salentino, sia in italiano, tutte rappresentate in piazza ed accolte con entusiasmo dai suoi compaesani. Senza interruzione ella ha svolto una grande funzione sociale con lo scopo di creare comunicatività fra le diverse generazioni, attirando persino l’interesse degli anziani che sono stati messi a contatto con attività a loro sconosciute. Sebbene molto avanti negli anni, anche oggi l’autrice scrive e fa ricerche con quell’alacrità che ha dimostrato durante tutta la sua vita. Elena Palazzo

Dettagli

Dimensioni del file

124,0 KB

Lingua

ita

Anno

2017

Isbn

9788859140788

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.