La poesia deve avere in sé qualcosa che è barbaro, immenso e selvaggio

di

Autori a Raffronto

Aletti editore

La poesia deve avere in sé qualcosa che è barbaro, immenso e selvaggio - Bookrepublic

La poesia deve avere in sé qualcosa che è barbaro, immenso e selvaggio

di

Autori a Raffronto

Aletti editore

FORMATO

Social DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 1,99

Descrizione

Prendendo a prestito le parole di Carl Sandburg “La poesia è un’eco, che chiede all’ombra di ballare”, ci accingiamo a leggere i versi di Elena Antonia Boccia con EOLOGÌE, Maria Rosalba Brancone con Percorsi, Gherardo Pozzi con Nostalgiche eterne visioni sperando che la nostra eco possa trovare sintonie con le tonalità dei versi proposti.  Infine, vi propongo come punto di partenza e di riflessione, la frase che dà il titolo a questa silloge: La poesia deve avere in sé qualcosa che è barbaro, immenso e selvaggio di Denis Diderot.

Dettagli

Dimensioni del file

270,0 KB

Lingua

ita

Anno

2017

Isbn

9788859144502

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.