Uno di loro - Bookrepublic

FORMATO

Social DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 3,99

Descrizione

L’autore descrive gli avvenimenti concreti e gli stati d’animo di un giovane di 18 anni, nato e cresciuto in un piccolo paese del ferrarese, che all’improvviso, nel corso della seconda guerra mondiale, viene brutalmente deportato all’estero. Nelle prime pagine viene spiegata sinteticamente la situazione storico/politica del momento. Nei capitoli successivi vengono descritti, come fosse un diario, le condizioni disumane ed i modi che venivano adottati nei confronti di questi giovani durante il viaggio dall’Italia al paese in cui dovevano prestare la loro opera. La parte centrale di queste “brevi memorie” è dedicata al periodo trascorso, presso una famiglia polacca con le mansioni di accudire al bestiame. Questo è stato il periodo meno difficile in cui vengono raccontati momenti esilaranti che hanno fatto parte di un periodo in cui era importante sopravvivere sperando che il tutto potesse prima o poi finire. Dalla metà di Gennaio del 1945 inizia il periodo forse più pericoloso, però è il periodo che precede il ritorno a casa. L’incoscienza dei 18 anni, le terribili e disperate esperienze vissute, la speranza di riuscire a tornare agli affetti della famiglia ha dato la forza per superare e vincere i rischi e le paure. Infine il 17 ottobre del 1945 finalmente a casa… che però è rasa al suolo. Mario Biolcati nato il 22 Maggio 1926 in provincia di Ferrara, dove ha vissuto fino al 1967, per trasferirsi a Maccarese in provincia di Roma. Qui è deceduto il 12 Ottobre 2000. Dal 1945 fino a poche settimane prima della scomparsa, ha lavorato come impiegato presso aziende agricole, dove si è fatto apprezzare per serietà, riservatezza, affidabilità e precisione. Alla famiglia ha dato amore, sicurezza e serenità. A 18 anni viene deportato/prigioniero in Prussia e questo periodo, come scrive nella conclusione “ha lasciato nel mio cuore una traccia profonda, che mi seguirà per tutta la vita”. Non avendo vissuto la guerra, intesa come sparare con il fucile, con i carri armati ecc, ma come operaio non pagato che doveva aiutare i cosiddetti alleati, dedicherà molto del suo tempo libero alla lettura di libri scritti dai maggiori storici della seconda guerra mondiale, creando una biblioteca di tutto rilievo.

Dettagli

Categorie

Letteratura

Dimensioni del file

150,0 KB

Lingua

ita

Anno

2017

Isbn

9788859145608

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.