Agli amici. Lettere 1947-1968 - Bookrepublic

FORMATO

Social DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 2,99

Descrizione

La figura e l’opera di Aldo Capitini (Perugia 1899-1968) si sono imposte nella società e nella cultura italiana per la loro radicalità e apertura dagli anni del fascismo fino all’esplosione del ’68: un riferimento imprescindibile per le minoranze determinate ad “aggiungere all’opposizione” una visione altamente religiosa del posto di ciascuno nella natura e nella comunità degli umani. Il filosofo della “non accettazione” del mondo così com’è, il “persuaso” della nonviolenza si è raccontato nel corso di una lunga e feconda esistenza a una vastissima rete di corrispondenti, collaboratori, amici noti (come Walter Binni e Norberto Bobbio, Guido Calogero e Danilo Dolci) e di obiettori e militanti del “ben fare” provocando e sollecitando la loro riflessione e le loro scelte.

Dettagli

Dimensioni del file

125,1 KB

Lingua

ita

Anno

2012

Isbn

9788863570861

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.