Filosofia dell’unificazione e teoria della soggettività in Hegel e Hölderlin

di

Massimo Cappitti

Editrice ZONA

Filosofia dell’unificazione e teoria della soggettività in Hegel e Hölderlin - Bookrepublic

Filosofia dell’unificazione e teoria della soggettività in Hegel e Hölderlin

di

Massimo Cappitti

Editrice ZONA

FORMATO

Social DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 9,99

Descrizione

La filosofia dell’unificazione consiste nella ricerca di un principio che conduca a unità i dualismi – per esempio, io e mondo o soggetto e oggetto – che mutilano gli uomini, destinandoli a una mortificante parzialità. Hölderlin e Hegel, dunque, si affaticano nel tentativo di venire a capo delle scissioni che lacerano le vite, che frantumano il legame sociale in relazioni di dominio e servitù. Scissioni che prendono corpo, potenziandosi, all’interno del nascente capitalismo di cui i due amici – Hegel soprattutto – già intravedono i pericoli di una disumanizzazione crescente. Le riflessioni di Hölderlin e Hegel danno, così, voce al dolore della separazione e, insieme, alla possibilità di unificazione che proprio da quel dolore può nascere, perché la vita consiste nell’avvicendarsi, inesausto, degli opposti che si implicano e richiamano, scivolando l’uno nell’altro. (dall'Introduzione)Questo testo, conciso ma prezioso, di Massimo Cappitti ha il merito di riattualizzare una vicenda, qual è stato l’incontro e il dialogo appassionato nella loro giovinezza tra Hegel e Hölderlin, che sembra appartenere in vero solo al passato della storia della filosofia e della storia delle idee. Ma che, a ben guardare, si riduce a un episodio del passato solo in apparenza. Soprattutto perché la passione del presente e l’etica civile che ha sempre connotato la vita e il pensiero di Massimo Cappitti, con una sensibilità continua e rigorosa verso tutti i luoghi possibili dell’emancipazione umana, non poteva non guardare al passato avendo di mira soprattutto il presente, anzi il futuro: ovvero ricercando nel passato anticipazioni e delineazioni di nuove forme relazionali dell’umano, allora non realizzate e sviluppate, e da riproporre invece oggi come possibili vie di fuga dalla chiusura di una vita sociale e individuale a cui l’espansione dell’economico e il misurare tutto in termini di efficienza e produttività hanno sottratto ogni dimensione di sorpresa e di emozionalità. (dalla Prefazione di Roberto Finelli)

Dettagli

Categorie

Letteratura

Dimensioni del file

909,5 KB

Lingua

ita

Anno

2016

Isbn

9788864381268

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.