Goodbye Mamma. Idee, consigli, esparienze di chi ha deciso di lasciare l'Italia

di

Vallese , Tizzano , Sacchetti , Romano , Pilato , Guglielmino , Giovanardi , Garbolino , Gandini , Gallerani , Fisichella , Falcitelli , Di Castro , De Nicola , D'amato , Bove , Giulio Sovran

Giulio Sovran

Goodbye Mamma. Idee, consigli, esparienze di chi ha deciso di lasciare l'Italia - Bookrepublic

Goodbye Mamma. Idee, consigli, esparienze di chi ha deciso di lasciare l'Italia

di

Vallese , Tizzano , Sacchetti , Romano , Pilato , Guglielmino , Giovanardi , Garbolino , Gandini , Gallerani , Fisichella , Falcitelli , Di Castro , De Nicola , D'amato , Bove , Giulio Sovran

Giulio Sovran

FORMATO

Social DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 9,99

Descrizione

Cosa? Goodbye Mamma è un raccolta ragionata e sistematica dell’esperienza di un centinaio di individui (perlopiù giovani fra i 15 e i 35 anni), che hanno lasciato l’Italia per periodi che variano, a seconda dei casi, da una settimana a tutta la vita. L’opera si prefigura come un mix fra un “manuale pratico” ricco di consigli e metodi utili a chi stia pianificando un’esperienza all’estero, un saggio di indagine sul fenomeno, attualissimo, della fuga di molti giovani italiani, e una raccolta di brevi biografie curiose ed esemplificative, di italiani in fuga. Il rischio rappresentato dalla mescolanza di generi così diversi è compensato, crediamo, dall’effetto benefico che ogni genere esercita sull’altro: così le biografie rendono meno pedante la parte manualistica, quest’ultima rende più concreta la parte saggistica che a sua volta fornisce un quadro teorico ragionevole al tutto. Così le biografie rendono la parte manualistica più divertente ed entusiasmante, quest’ultima rende più concreta la parte saggistica che a sua volta fornisce un quadro teorico ragionevole al tutto. Perché? Obiettivi dell’opera sono: 1. inquadrare il tema dell’odierna emigrazione italiana, abbozzando sia il quadro socio-economico che funge da motore dell’emigrazione, sia i risvolti psicologici cui gli emigranti vanno incontro; 2. fornire uno strumento pratico di consultazione per chiunque voglia fare (o spingere un figlio) un’esperienza di studio o di lavoro all’estero, superando gli ostacoli più comuni e schivando gli errori più frequenti; 3. dilettare e soddisfare il lettore attraverso numerose storie di italiani all’estero che ce l’hanno fatta, o ci stanno provando, sono felici o decisi a tornare perché insoddisfatti. Il libro intende dare voce polifona a un’intera generazione accomunata non tanto, dall’età anagrafica, quanto soprattutto dalla presa di coscienza di una necessità di svolta, personale, identitaria e ormai improcrastinabile, che ha investito gli italiani negli ultimi quindici anni, spingendoli a cercare, ancora una volta lontano dal paese natio, un futuro più equo, più aperto, più stimolante, meno rassegnato, meno corporativo e meno cinico.

Dettagli

Categorie

Saggistica

Dimensioni del file

850,0 KB

Lingua

ita

Anno

2013

Isbn

9788867557974

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.