Lavoro Umano

di

Nicola Magnavita

EDUCATT

Lavoro Umano - Bookrepublic

Lavoro Umano

di

Nicola Magnavita

EDUCATT

FORMATO

Social DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 5,99

Descrizione

Tra le conquiste della civiltà, una delle più importanti è senza dubbio la trasformazione del significato del lavoro, che non è più una maledizione biblica, ma l’occasione per aumentare le proprie possibilità ed esperienze, le relazioni sociali e la capacità di incidere nel processo democratico. L’evoluzione dei tempi e modi di lavoro ha indotto la nascita e spesso anche il rapido declino di nuove modalità produttive ed organizzative. Nella competizione del mercato, le modalità più vantaggiose di produzione risultano quelle capaci di migliorare la qualità globale, che è qualità del prodotto ma in primo luogo qualità del modo di lavorare. Nei paesi occidentali si assiste ad un fenomeno sociale del tutto nuovo: pur in presenza di livelli di disoccupazione crescente, taluni tipi di lavoro, a bassa qualità percepita, vengono rifiutati. Riesce sempre più difficile interpretare il perché, pur in aumento del benessere economico, si registri talora un aumento delle tensioni e del malessere. La medicina tradizionale, di impostazione diagnostico/terapeutica, ha mostrato qualche difficoltà a comprendere tempestivamente l’evoluzione dei bisogni correlata a questo processo. La maggior parte degli studi sono puntati sulle valenze negative che si generano nel processo di trasformazione: lo stress da lavoro, il mobbing, il burn-out, il disagio e il disadattamento. Tali distorsioni del rapporto di lavoro sono spesso identificate, talora quantificate, raramente prevenute. La medicina del lavoro per sua natura ha sempre affrontato il tema opposto: la definizione e il potenziamento del benessere nei luoghi di lavoro. La gestione dei rischi professionali si sostanzia in un insieme di operazioni che devono garantire non solo l’assenza di danni, ma l’accrescimento materiale e morale dei lavoratori e dell’azienda. La promozione della salute, che solo di recente la nostra legge ha incluso tra gli atti della sorveglianza sanitaria, rappresenta da molti anni l’obiettivo dei migliori servizi di medicina del lavoro. “Lavoro umano”: una delle più antiche riviste di medicina del lavoro italiane, il cui ultimo Direttore è stato il fondatore del nostro Istituto, prof. Angelo Iannaccone, si proponeva fin dal titolo di ricordare che il lavoro dell’uomo deve essere umano. Umanizzare il lavoro significa aumentare il benessere dell’uomo, più che la sua produttività. Allo sviluppo umano nel lavoro fa esplicito riferimento il Santo Padre nella enciclica Caritas in Veritate, quando sottolinea che lo sviluppo non deve essere solo tecnologico ed economico[1]. Lo scopo di questo studio è mettere a disposizione metodologie ed esperienze per consentire alle aziende, ai servizi di prevenzione e ai medici competenti di valutare correttamente i livelli di benessere lavorativo e di programmare, con l’eventuale supporto di consulenze specialistiche, la promozione del benessere nei luoghi di lavoro. Tratto dal Capitolo 1

Dettagli

Dimensioni del file

2,5 MB

Lingua

ita

Anno

2014

Isbn

9788867806584

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.