La depredazione del Mediterraneo. Irresponsabilità dell’Europa, capitalismo predatorio e guerre per il dominio nel XXI secolo

di

a cura di Francesco Caudullo , Bruno Amoroso

goWare

La depredazione del Mediterraneo. Irresponsabilità dell’Europa, capitalismo predatorio e guerre per il dominio nel XXI secolo - Bookrepublic

La depredazione del Mediterraneo. Irresponsabilità dell’Europa, capitalismo predatorio e guerre per il dominio nel XXI secolo

di

a cura di Francesco Caudullo , Bruno Amoroso

goWare

FORMATO

Social DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 4,99

Descrizione

Una riflessione originale, coraggiosa e chiara da parte di uno dei più autorevoli esperti e conoscitori del processo della globalizzazione, che mette in relazione la crisi economico-finanziaria che sta affliggendo l’Europa mediterranea – della quale il dramma greco rappresenta la più grave espressione – e la violenta recrudescenza della conflittualità in Nord Africa e in Medio Oriente. Un gioco in parallelo tra “primavere arabe” e indebitamento, quello di Bruno Amoroso, che rivela come le due crisi siano facce distinte di una medesima medaglia. Ad offrire tale oneroso e persino luttuoso obolo sull’altare del capitalismo predatorio e dell’industria militare è un’irresponsabile Unione europea, incapace di comprendere che la sua complicità alla destabilizzazione mediterranea equivale al compimento del suo suicidio. In appendice il Manifesto di Ventotene nella versione del 1944 e la traduzione italiana del discorso di Barack Obama del giugno 2009 all’Università del Cairo.

Dettagli

Dimensioni del file

1,0 MB

Lingua

ita

Anno

2016

Isbn

9788867975358

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.