Dal Caucaso agli Appennini. Gli azerbaigiani nella Resistenza italiana

di

Mikhail Talalay

Sandro Teti Editore

Dal Caucaso agli Appennini. Gli azerbaigiani nella Resistenza italiana - Bookrepublic

Dal Caucaso agli Appennini. Gli azerbaigiani nella Resistenza italiana

di

Mikhail Talalay

Sandro Teti Editore

FORMATO

Social DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 3,99

Descrizione

Il contributo del popolo dell'Azerbaigian nella sconfitta del nazismo fu enorme, poiché su una popolazione che nel 1941 ammontava asoli 3,4 milioni di abitanti, ben 681 mila presero parte ai combattimenti e tra questi 300 mila persero la vita. Alcune centinaia di soldati azerbaigiani dell'Armata Rossa furono fatti prigionieri dai nazisti durante l'invasione dell'Unione Sovietica, deportati in Italia, costretti ai lavori forzati o arruolati in truppe ausiliarie dai tedeschi. Evadendo dalle carceri, fuggendo dai campi di lavoro, disertando dai reparti filonazisti, costoro si unirono ai patrioti italiani nella lotta per la libertà del nostro Paese. Questo volume racconta, attraverso testimonianze dei contemporanei e documenti- molti dei quali inediti, provenienti dagli archivi di Baku, Mosca, Bologna, Trieste, Pistoia, Piacenza, Milano e Bergamo -le eroiche gesta dei partigiani azerbaigiani, una pagina ancora del tutto sconosciuta della Resistenza italiana, che traccia una linea di collegamento inaspettata e inedita tra il nostro paese e la poco conosciuta repubblica caucasica dell'Azerbaigian, una nazione oggi emergente e in forte sviluppo.

Dettagli

Categorie

Saggistica, Storia

Dimensioni del file

903,4 KB

Lingua

ita

Anno

2015

Isbn

9788888249506

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.